sabato 22 novembre 2014

ANCORA ATTENTATI ALLE AUTO

La spirale degli attentati alle auto ,prosegue in maniera vertiginosa . Dopo aver bruciato le due auto di una signora abitante in  Via Cesaraccio a distanza  di pochi giorni l’una dall’atro ,e dopo quella  del collega  Antonello Sagheddu  ieri è stata data alle  fiamme  distruggendola completamente una Opel station wagon 
, di  proprietà di Giovanni Sanna, dipendente comunale, autista delle  auto della scuolabus . La macchina era parcheggiata  nel cortile interno nel palazzone militare in via Principe Amedeo 6 , dove  si trova la 
casa della compagna  di Sanna . Erano le 03.30 circa del mattino  quando le prime fiamme hanno avviluppato l’auto ,il cui crepitio ha svegliato Sanna che  visto le fiamme ha subito  chiamato i vigili del 
fuoco ed anche il 112 che  sono subito accorsi . Vani però sono risultati gli interventi  dei vigili che non hanno potuto impedire che  il rogo avvolgesse  completamente l’auto . Dagli accertamenti fatti sembra che  il punto  di partenza  del fuoco fosse partito da due punti distinti sia nella parte anteriore che in quella 
posteriore dell’auto . Tanto che la  stessa risulta essere distrutta in ogni sua parte ed inservibile. I carabinieri indagano sull’attentato ,cercando di capire se il gesto sia collegato alla sfera privata o a 
quella lavorativa di Sanna. Lo stesso non può rilasciare dichiarazioni  riguardanti le indagini , ma è meravigliato  che proprio lui sia  stato oggetto  di un simile atto vandalico , anche perché  vive la sua vita 
privata in maniera davvero esemplare . Ma aggiunge anche  che  questa spirale deve terminare non si può andare avanti in questo modo , perché ne va dei cittadini e della città stessa  che mai, cosi spesso, si è 
trovata  agli onori della cronaca per questi fatti .Neppure l’appello del presidente  dei giornalisti è stato preso in considerazione anche se la stampa locale  si è incontrata  qualche  giorno fa ad Olbia  proprio per 
mettere in evidenza quello che sta succedendo nell’isola , non solo per le auto bruciate , ma per altri fatti 



criminosi che la gente subisce quasi ogni giorni . Si è detto sempre ci vogliono piu’ presenze di forze dell’ordine , ma le richieste non sono mai state esaudite .Peone

ANCORA BLOCCATE LE ISOLE A SCOMPARSA

 I lavori di completamento per le 18 isole ecologiche a scomparsa, finanziate da fondi D.U.P.I.M. destinati esclusivamente a progetti per le isole minori, sono terminati da tempo , ma ancora non tutte sono a 
regime , anche perché in attesa che vengano messe in opera , per la pioggia caduta  in questo periodo le campane di conferimento  per i rifiuti differenziati , installate su un pianale metallico a livello stradale, che fanno confluire i materiali all’interno di casse per il successivo ritiro e conferimento da parte della ditta che svolge il servizio di igiene urbana, sono ricolme  di acqua e pertanto pericolose . Infatti a proteggere eventuali pericoli c’è solo il nastro canonico bianco rosso che certamente non impedisce l’avvicinarsi della gente  od anche dei bambini .   Le isole ecologiche 
sono state inserite per  affiancarsi alla raccolta differenziata porta a porta, che già da tempo, con la collaborazione dell’intera comunità, ha dato degli ottimi risultati, superando le percentuali previste dalle 
normative. Verranno utilizzate sia dai residenti che dagli ospiti della nostra città.I lavori hanno consistito  nell’installazione delle attrezzature (incluse campane di conferimento), la 
realizzazione degli impianti per il funzionamento e delle sistemazioni esterne di dieci isole,  quasi tutte esterne alla fascia urbana: Cavalla Marsala e Stagnali a Caprera, ponte di Caprera, lato Moneta, Spalmatore, Tegge, Monti d’Arena, bivio Bassa Trinita, Padule presso Parco giochi, Cala Chiesa e  la 
Ricciolina.Peone 

ABBANOA RIMANE FERMA PER I PAGAMENTI

<<Prescrizioni, rateizzazioni straordinarie, una puntuale assistenza alla clientela, verifiche sugli importi anomali, bollette esclusivamente a saldo e fatturazione periodica dei consumi:>> Sono alcuni degli 
impegni concreti, è scritto nella nota, che Abbanoa ha preso durante l’assemblea pubblica che si è tenuta nei giorni scorsi a La Maddalena. E’ stato sottolineato ampiamente che il Gestore unico vuole  risolvere 
tutti i problemi posti dagli utenti. La strada proposta è quella della conciliazione che non prevede alcun costo per i cittadini ed evita onerosi e lunghi contenziosi giudiziari con tutto il rispetto di chi esercita la professione di tutela degli interessi legali.Per quanto riguarda la sospensione del servizio alle utenze 
morose da anni, non esiste alcuna sentenza che vieta “tout court” gli slacci. Anzi, è un atto dovuto anche nel rispetto della stragrande maggioranza dei clienti che pagano realmente il servizio. Abbanoa è tenuta a 
rispettare il Regolamento del Servizio idrico integrato che impone lo slaccio delle utenze morose quale ultima istanza dopo una lunga procedura di messa in mora. Il caso specifico sollevato riguarda un provvedimento di sospensiva precauzionale che di norma viene adottato senza entrare nel merito della 
vicenda.Sul fronte della potabilità, è un problema che Abbanoa ha ereditato dalla precedente gestione del Servizio idrico nell’Isola. Attualmente non esiste una tariffa distinta: quello che si paga è il servizio idrico integrato che viene garantito anche in presenza di acqua non a norma. Essendo Ente gestore, Abbanoa non stabilisce le tariffe: la questione è stata posta all’attenzione degli organismi competenti: l’ex Autorità d’Ambito e l’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI).Pur con tutta la buona 
volontà di Abbanoa di andare incontro ai problemi dei cittadini , resta  fermo il punto che gli stessi hanno sempre rimostrato  che  ci sono sempre delle incongruenze  che  devono essere   appiante  e perchè no , 
riviste, come il non rispondere  al numero verde e non ultimo ,pagare nuovamente l’allaccio dell’utenza già pagato col vecchio contratto .Peonen

ZONZA HA PREPARATO UNA BOZZA DI DELIBERA PER LA SANITA'

L’ex assessore  alla sanità Maria Pia Zonca in vista del prossimo consiglio comunale ha preparato e proposto una bozza  di delibera riferentesi alla  riforma della sanità regione Sardegna che prevede     l’istituzione di “Case della Salute”, ma anche la possibilità di istituire gli “Ospedali di Comunità” soprattutto 
l’iniziale commissariamento delle ASL e, successivamente, la loro ridefinizione in termini di numero e ambito territoriale. Siccome Pigliaru , ha  recentemente dichiarato agli organi di stampa che “il numero delle ASL sarà ridotto in modo importante e che, successivamente, bisognerà riorganizzare la rete ospedaliera chiarendo quali ospedali faranno gli interventi per acuti e come sarà risistemata la medicina 
del territorio , non vorremmo – commenta Zonca – che l’isola venga  ancora  di piu’ isolata .  Pertanto a suo giudizio    <<qualsiasi ipotesi di ulteriore declassamento del ruolo e dell’attività dell’Ospedale “Paolo Merlo”, perché risulterebbe non adeguata a dare risposte alle esigenze di sanità e di servizi dell’isola di La Maddalena e dell’intero territorio gallurese;non deve avvenire  >> L’intenzione poi di accorpare la ASL di 
Olbia con la ASL di Nuoro in una macro area del Nord-Est e qualsiasi altra eventuale ipotesi di accorpamento con altre ASL, è ritenuta soluzione non appropriata per rispondere ai bisogni di un territorio, 
come quello gallurese, che conta circa 160.000 abitanti (9,5% della popolazione sarda) e che, durante il 
periodo estivo, aumenta in maniera esponenziale.Zonca per questi motivi chiederà al consiglio di respingere tutte le ipotesi perché siamo in una  isola e poi perché il “Paolo Merlo” rappresenta una delle tre strutture ospedaliere della provincia di Olbia – Tempio dove, tra l’altro, sono presenti alcune specialità come la Camera Iperbarica e la Dialisi, in grado di generare mobilità attiva di pazienti, soprattutto nel 
periodo estivo.Peone

PRESENTATA L'EQUIPE INCARICATA DELL'ADEGUAMENTO PIANO PARTICOLAREGGIATO

’ stata presentata ieri nel salone comunale l’equipe  tecnica incaricata dell’adeguamento del piano particolareggiato del centro storico. A presentare  il tecnico l’ingegner Francesco Bosincu , l’assessore all’urbanistica Mauro Bittu , alla presenza  dei  suoi colleghi , quelli della minoranza , che però si sono lamentati per la mancata convocazione  ,considerandola  una <<mancanza istituzionale >>,ma anche  di molti architetti e tecnici  interessati . Bosincu presentando il piano ha anche detto che tutti i cittadini ed i tecnici sono inviatati ad inviare suggerimenti e proposte  di modo tale che poi l’equipe lavori sulla base  di 
quei indirizzi intendimenti e suggerimenti. 
Il fatto che  siamo centro matrice nel centro storico –ha detto l’assessore Bittu - significa che tutto è sottoposto a tutela paesaggistica  perciò finche  non hai l’approvazione di tutto il piano, tutto può essere cambiato . Infatti il vecchio  piano  non avendo l’autorizzazione dalla tutela
  ogni cosa  che  si faceva  doveva rispettare le regole , altrimenti lo steso poteva essere bocciato .Ora bisogna puntare invece a fare approvare il piano complessivamente , cosi dopo non c’è piu’ bisogno di inviare i progetti alla tutela , una volta che il piano è stato approvato.Ora  ci aspettiamo noi consiglieri – ha detto Tollis-.- che l’argomento venga portato in consiglio comunale per dare appunto le indicazioni come consiglio .>> Dal canto suo Bosincu avendo avuto l’incarico intende lavorare, grosso modo, proponendo 
uno schema al quale seguiranno le  indicazioni dell’amministrazione i suggerimenti dei tecnici pe mandarlo  
avanti. Le direttive comunque , devono passare dal consiglio e come affermano i consiglieri  di opposizione 
. << Sappiate  che non sarà questa amministrazione , ma la prossima – Si siamo contenti  di questo incarico anche perché le direttive che  vengono date oggi, fra sei mesi possono essere riviste  sicuramente 
. Siamo contenti che sia stato affidato l’incarico che ritengo che andava fatto anche perché ora  c’è un marasma generale su quello che  si deve fare – L’amministrazione per andare incontro alla gente aprirà fino alla fine dell’anno un ufficio al quale tutti  possono avvicinarsi per presentare suggerimenti e proposte :_Peone   

RESTITUITA LA SABBIA DELLA SPIAGGIA ROSA

Verrà conservata presso il museo geomineralogico del Cea di Stagnali (Isola di Caprera) la sabbia della Spiaggia Rosa di Budelli restituita nei giorni scorsi nelle mani del direttore dell’ente parco, Ciro Pignatelli, da due socie dell’associazione italiana insegnanti di geografia, sezione Abruzzo. La sabbia riposta in un piccolo contenitore era accompagnata da una lettera che sarà  anch’essa conservata al CEA.La storia “Le signore Annamaria e Giuliana Di Santo di Pescara, ebbero in dono da una loro amica, al ritorno dalla Sardegna, un contenitore con la sabbia rosa di Budelli. Lo accettarono per pura cortesia. Ma, con 
l’occasione della venuta all’arcipelago di La  Maddalena dei soci dell’associazione Italiana Insegnanti di Geografia, cui entrambe aderiscono, hanno consegnato il piccolo contenitore di sabbia alla presidentessa 
Prof. Agnese Petrelli con l’incarico di restituire al luogo originario quel pugno di sabbia per una pur simbolica riparazione alla violazione ambientale.>>L’AIIG ha manifesta la propria simpatia e il proprio riconoscimento all’ente parco di La  Maddalena nella persona del direttore Ciro Pignatelli che ha scelto di affiancarla nel gesto simbolico della restituzione.Peone

SPORT A PALAU

Dopo il grande successo della giornata dello sport svoltasi all'interno delle scuole elementari e medie di Palau su iniziativa dell'organo consultivo allo sport e l'amministrazione comunale che ha permesso 
l'ingresso delle associazioni private sportive nell'istituzione scolastica ,
Ieri 20 Novembre è stata promossa  un’altra iniziativa che è partita  dalle Scuole ed in particolare dall'istituto tecnico Falcone e Borsellino che ha  invitato  l'Ass.”figli dell'oceano”, la stessa è presente nel 
territorio da circa dieci anni ed opera nel settore della Psicomotricità, con laboratori di arte e musica e nelle Arti Marziali Cinesi.Sempre ieri  l''I.I.T. di Palau ha avuto  un docente speciale, il Pluricampione 
Italiano di Taiji e Kung fu  che ha svolto un incontro-lezione con un tuffo nella cultura orientale.Peone 

Barca affondata









Non c’è stata nessuna ritorsione e neppure un attentato a causare l’affondamento del peschereccio Luigi II  di proprietà di Antonello D’agostino  avvenuto  ieri mattina a cala gavetta alle prime ore  del giorno . Il natante ormeggiato  di fronte gli uffici dei vigili urbani  alle 06.30 del mattino , secondo alcuni testimoni  era ancora integro . Nel giro  di un’ora però le cose  sono cambiate ed alcuni testimoni hanno potuto 
constatare che il mezzo si era adagiato sul fondale ed era affondato . E’ stato chiamato il proprietario che è subito accorso rendendosi conto del danno subito . Sarebbe stata la presa d’acqua a mare che serve per 
raffreddare il motore a cedere e che avrebbe , entrando acqua , allagato il vano motore ed il resto del natante . Il peso delle reti poi e quello dell’acqua ha finito per affondare il peschereccio .Sono accorsi 
subito  oltre che la capitaneria anche  la protezione civile che  visto la situazione e la baia  che stava per essere sommersa dal gasolio che  fuoriusciva ,ha steso centinaia  di metri  di panne  che sono  servite 
delimitare la macchia d’olio  Di una  parte dei 200 litri  di gasolio uscito  e soprattutto per non causare danno ambientale al porto . La protezione civile assieme agli uomini della moto vedetta della capitaneria sono rimasti fino al primo  pomeriggio per controllare che il gasolio sia stato assorbito con la idrovora .La presenza  di questi uomini ha evitato guai peggiori . Una ditta specializzata ha poi tirato su la barca trasferendo la stessa in un cantiere per i relativi lavori . Oltre la beffa pe il proprietario anche il danno che  ammonta senz ‘altro a diverse centinaia  di euro ,anche  il mancato introito del lavoro che perde in un stagione dove ancora i pescatori hanno la possibilità di raccogliere i frutti del pescato . Proprio il Luigi II per le sue caratteristiche era sempre ammirato dai turisti che transitavano a cala gavetta e soprattutto dal lavoro di smagliatura 
delle reti che lo stesso proprietario effettuava dopo il rientro dalla pesca .Peone 

venerdì 21 novembre 2014

Newsletter n. 44 del 21 novembre 2014 www.sardegnasolidale.it




Concorso di idee “PromuoviAmo il Volontariato”, Scadenza: 12 dicembre 2014.


FINALITÀ

Il Concorso di idee “PromuoviAmo il Volontariato” è promosso dal CSV Sardegna Solidale ed è finalizzato alla promozione del volontariato in un’ottica di coinvolgimento di nuovi volontari e di cambiamento sociale, con il coinvolgimento delle organizzazioni di volontariato della Sardegna.


TEMA

Tema del concorso di idee “PromuoviAmo il Volontariato” è la promozione del volontariato e della cultura della solidarietà nei territori di appartenenza delle singole organizzazioni di volontariato e nei quali svolgono la loro attività.


DESTINATARI

Il concorso di idee “PromuoviAmo il Volontariato” è aperto a tutte le associazioni di volontariato presenti e operanti in Sardegna.


METODOLOGIA

Il concorso di idee “PromuoviAmo il Volontariato” può essere sviluppato e presentato con una o più delle seguenti modalità:

• Narrazione/Racconto breve

• Foto

• Video

• Manifesto

• Slogan

• Altro


SCADENZA E RIFERIMENTI

La domanda di partecipazione e i lavori dovranno pervenire entro e non oltre il 12 dicembre 2014.


VALUTAZIONE

Una giuria composta da esperti in materia di volontariato e designati dal CSV Sardegna Solidale, valuterà i lavori pervenuti. Il giudizio della giuria è insindacabile.


PREMI

I premi sono attribuiti, per ciascuna modalità, come segue:

6 premi di 1ª categoria di 2.500,00* Euro

6 premi di 2ª categoria di 2.000,00* Euro

6 premi di 3ª categoria di 1.500,00* Euro

6 premi di 4ª categoria di 1.000,00* Euro

6 premi di 5ª categoria di 500,00* Euro

* al lordo di ogni ritenuta dovuta per legge.


I premi saranno assegnati in una manifestazione pubblica alla quale i vincitori sono invitati e tenuti a partecipare e durante la quale i lavori saranno presentati in pubblico.

I premi possono essere assegnati anche ex aequo oppure possono non essere assegnati per mancanza di concorrenti o perché nessuno degli elaborati è stato valutato meritevole.


UTILIZZAZIONE

Gli elaborati non saranno restituiti e potranno essere pubblicati in parte o integralmente dal CSV Sardegna Solidale che ne rimane unico proprietario.

A tal proposito nella domanda di partecipazione dovrà essere espressamente autorizzata l’eventuale pubblicazione dell'elaborato integrale o di stralci dell’elaborato, a titolo gratuito, da parte del CSV Sardegna Solidale.


TUTELA DELLA PRIVACY

I dati raccolti saranno trattati ai sensi del D.Lgs. 196/2003.

I partecipanti al concorso autorizzano il trattamento dei dati personali che potranno essere utilizzati per comunicare agli autori stessi informazioni inerenti i risultati del concorso e/o le iniziative promosse dal CSV.


I lavori possono essere inviati per posta, consegnati a mano o inviati via email a:

Concorso di idee “PromuoviAmo il Volontariato”
 c/o CSV Sardegna Solidale
Via Machiavelli 3 - 09129 Cagliari (CA)

csv@sardegnasolidale.it
csv@pec.sardegnasolidale.it
Per informazioni: 
Numero Verde 800 150440
www.sardegnasolidale.it
Tel. 070 345069

Fax 070 345032



Give me Five! - Bando di concorso per le Scuole superiori della Sardegna, Scadenza: 6 dicembre 2014.


Il CSV Sardegna Solidale, nell’ambito del Progetto Scuola&Volontariato realizzato in collaborazione con l'Ufficio Scolastico Regionale della Sardegna, promuove il concorso denominato GIVE ME FIVE.


FINALITÀ

Scopo del Concorso è promuovere la cultura della solidarietà e conoscere/far conoscere la realtà del volontariato presente in Sardegna agli studenti delle scuole superiori, a partire dalla loro personale percezione del volontariato e della solidarietà.


DESTINATARI

Il concorso GIVE ME FIVE è aperto a tutti gli studenti delle scuole superiori della Sardegna.


OGGETTO

Il Concorso GIVE ME FIVE propone due temi convergenti:

- la descrizione e la promozione del volontariato, delle sue molteplici attività e articolazioni;

- la promozione della cultura della solidarietà.


ARTICOLAZIONE

Il tema può essere sviluppato e presentato in diverse modalità:

– Narrazione/Racconto breve

– Foto

– Video

– Manifesto

– Slogan

– Altro


I lavori potranno essere presentati in formato cartaceo accompagnati da una breve presentazione a firma del Dirigente Scolastico o suo delegato, con l'indicazione dei riferimenti della scuola partecipante e una breve presentazione dell'autore/autori. È richiesta, comunque, copia dell'elaborato in formato digitale.


SCADENZA

Gli elaborati dovranno pervenire entro il 6 dicembre 2014.


VALUTAZIONE

Una commissione di valutazione composta da insegnanti esperti in materia di volontariato e volontari designati dal CSV Sardegna Solidale valuterà i lavori pervenuti. Il giudizio della commissione è insindacabile.


PREMI

I premi sono attribuiti, per ciascuna Sezione, come segue:

6 premi di 1ª categoria di 2.000,00* Euro

6 premi di 2ª categoria di 1.500,00* Euro

6 premi di 3ª categoria di 1.000,00* Euro

6 premi di 4ª categoria di 500,00* Euro

6 premi di 5ª categoria di 250,00* Euro

* al lordo di ogni ritenuta dovuta per legge


per un totale di 30 premi che saranno assegnati nella manifestazione pubblica che si terrà il 20 dicembre 2014 a Oristano alla quale i vincitori sono invitati e tenuti a partecipare e durante la quale i lavori saranno presentati al pubblico.

I Premi possono essere assegnati anche ex aequo, oppure possono non essere assegnati per mancanza di concorrenti o perché nessuno degli elaborati è stato riconosciuto meritevole. Premialità aggiuntive potranno essere proposte dalla Commissione per gli elaborati presentati da gruppi di studenti.


UTILIZZAZIONE

Gli elaborati non saranno restituiti e potranno essere pubblicati in parte o integralmente dal CSV Sardegna Solidale che ne rimane unico proprietario.

A tal proposito nella domanda di partecipazione dovrà essere espressamente autorizzata l’eventuale pubblicazione dell'elaborato integrale o di stralci dell’elaborato, a titolo gratuito, da parte del CSV Sardegna Solidale.


TUTELA DELLA PRIVACY

I dati raccolti saranno trattati ai sensi del D.Lgs. 196/2003. I partecipanti al concorso autorizzano il trattamento dei dati personali che potranno essere utilizzati per comunicare agli autori stessi informazioni inerenti i risultati del concorso e/o le iniziative del CSV Sardegna Solidale.

I lavori devono essere inviati (per posta ordinaria, per e-mail, via fax e/o consegnati a mano) entro il 6 dicembre 2014 a:

CSV SARDEGNA SOLIDALE

Via Machiavelli, 3 - 09129 CAGLIARI (CA)

Numero Verde 800 150440

Telefono 070345069

Fax 070345032

csv@sardegnasolidale.it

csv@pec.sardegnasolidale.it

www.sardegnasolidale.it



Ozieri - Protagonismo e partecipazione attiva


Si svolge sabato 22 novembre 2014 a Ozieri nella Sala riunioni della Caritas Diocesana in via Azuni, alle ore 15,30, il Convegno sul tema “Protagonismo e partecipazione attiva”. L'iniziativa è promossa dal Sa.Sol. Point n° 18 di Ozieri del CSV Sardegna Solidale.

Intervengono:

- Prof. Giampiero Farru, Presidente CSV Sardegna Solidale

- Don Gaetano Galìa, Direttore Caritas Turritana Sassari


Le Associazioni del territorio si raccontano.


Coordina i lavori Giovanna Pani, referente Sa.Sol. Point n° 18 di Ozieri.


Per informazioni: Sa.Sol. Point n° 18

Tel. 079 783066, Cell. 347 6840181

ozieri@sardegnasolidale.itcentrovolontariato@tiscali.it



Corsi di formazione per volontari organizzati dal CSV Sardegna Solidale. Prossimi appuntamenti a Tempio e Cagliari.


Si svolge il 22 novembre 2014 a Tempio il corso di formazione “La rendicontazione per le Associazioni”, promosso dal CSV Sardegna Solidale nell'ambito del piano di formazione “Formidale”.

Il corso si svolge dalle ore 9,00 alle ore 18,00 con una breve pausa per il pranzo.

Il corso sarà tenuto dal formatore Dr. Tiziano Cericola affiancato dalla facilitatrice Gianna Pedroni. Partecipano circa 40 volontari.

Lo stesso corso è in programma sabato 29 novembre a Cagliari, sempre dalle ore 9,00 alle ore 18,00 e sempre tenuto dal Dr. Tiziano Cericola. Facilitarice sarà Claudia Paba. Per informazioni e iscrizioni, telefonare al Numero Verde 800 150440 o inviare una e-mail a formazione@sardegnasolidale.it.
SardegnaCresce, app dell'invecchiamento attivo e della solidarietà intergenerazionale.

CSV Sardegna Solidale e SmartLab, società Spin off dell’Università di Cagliari, proseguono la loro collaborazione e presentano il portale 
SardegnaCresce.
SardegnaCresce è un’applicazione interattiva creata per presentare in modo innovativo i risultati della ricerca 
"Le sfide di una Comunità che cresce" svolta da SmartLab e dal Crenos per conto del CSV Sardegna Solidale sul tema dell'invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni.
L'idea di utilizzare uno strumento interattivo nasce dalla volontà di rendere i risultati raccolti facilmente fruibili e consultabili da parte di tutti gli interessati.

Attraverso SardegnaCresce è possibile personalizzare le proprie analisi sui risultati raccolti per il Rapporto 2013, esplorando le opinioni del campione rappresentativo dei cittadini sardi intervistati sui vari temi analizzati dai ricercatori.

Sarà possibile, inoltre, scaricare in formato pdf un’introduzione della ricerca e una sintesi dei principali risultati.

Finalità importante è far sì che questi dati possano essere di aiuto a studiosi, decisori pubblici e a tutti i cittadini che desiderano avere un supporto tecnico e informativo per le proprie attività.

http://apps.smartlabkaralis.com/sardegnacresce/
.


Rete Sa.Sol. Desk: in Sardegna oltre 900 associazioni di volontariato in rete. Dalla rete relazionale alla rete telematica e ritorno.


Uno dei bisogni da sempre espresso dalle Organizzazioni di Volontariato (OdV) della Sardegna è quello di fare rete, di imparare a programmare, progettare, lavorare insieme.

Il CSV Sardegna Solidale da sempre si è fatto interprete di questo bisogno promuovendo tutte le iniziative idonee a far incontrare le OdV, a farle conoscere, ad abilitarle ad operare in sinergia sostenendo tutte le iniziative e le azioni finalizzate a tale scopo.

Sa.Sol. Desk è la realizzazione della rete telematica per e tra le organizzazioni di volontariato della 
Sardegna.
Un progetto originale, ambizioso e unico nel suo genere in Italia per dimensione e per capillarità nel territorio.

Sa.Sol. Desk (“banchi” di Sardegna Solidale) sono luoghi fisici e telematici promossi dal CSV Sardegna Solidale presso le Organizzazioni di Volontariato della Sardegna.

Si tratta in concreto della installazione in comodato d'uso gratuito - presso ogni associazione che ne fa esplicita richiesta – di una postazione telematica completa (composta da tower, monitor, tastiera, mouse, lettori multimediali, masterizzatore, stampante multifunzione) e la fornitura della linea ADSL per la navigazione in Internet, rinnovabile annualmente.

Tra tutti i Sa.Sol. Desk che vengono attivati viene creata una VPN che permette lo scambio di qualsiasi tipologia di documento e di accesso alla documentazione messa a disposizione dal CSV, in tempo reale e in sicurezza.

A ciascuna delle organizzazioni aderenti sono, inoltre, offerti servizi oggi indispensabili per poter comunicare al proprio interno e con la società: 
un sito internet dedicato gestito in autonomia da ciascuna associazione, una casella di posta elettronica certificata (PEC), il kit per la firma digitale ed uno smartphone con la rubrica delle associazioni di volontariato sarde precaricata e il social Indoona, proposto da Tiscali.
E’ un vero e proprio servizio “on-site” che comprende e ingloba tutti i servizi offerti dal CSV Sardegna Solidale. Un servizio che permette uno scambio multilaterale: se da una parte si può accedere ai servizi offerti dal CSV dall’altra si può far conoscere al CSV, ai Sa.Sol. Point e a tutte le Organizzazioni di Volontariato in rete le iniziative e le comunicazioni relative alla propria OdV.

Creare in ogni OdV l’“angolo del CSV” dove le OdV trovano puntuali risposte alle loro richieste e offrono conoscenze e informazioni a tutta la rete riteniamo essere un’opportunità unica nel suo genere.

La Rete Sa.Sol. Desk, dunque, 
è un sistema telematico unico in Italia creato dal CSV Sardegna Solidale nel 2009 per permettere l'accesso in rete e collegare tra loro le associazioni di volontariato operanti in Sardegna.
Ad oggi le Organizzazioni di Volontariato della Sardegna aderenti alla Rete Telematica Sa.Sol. Desk sono oltre 900 e – anche grazie agli strumenti di cui dispongono - possono promuovere meglio nella società la cultura della solidarietà, la cultura della cittadinanza attiva e della legalità e realizzare le sinergie per costruire bene comune nella prospettiva di una società solidale e giusta.

Un'idea ambiziosa, certo impegnativa, realizzata dal CSV Sardegna Solidale, sostenuta dalle fondazioni bancarie erogatrici e dal Co.Ge. Sardegna, che hanno condiviso quanto più volte chiesto dalle associazioni: poter essere messe in condizione di comunicare con il mondo e tra loro con efficacia e rapidità.

Nella sezione "Associazioni" del portale 
www.sardegnasolidale.it sono riportate tutte le organizzazioni di volontariato che aderiscono alla Rete Telematica Sa.Sol. Desk e i rispettivi siti internet con indicazioni sulle attività e sui riferimenti logistici.

Trova la tua associazione


La tua Associazione non ha ancora aderito alla Rete Telematica Sa.Sol. Desk, costituita tra le associazioni di volontariato in Sardegna? Sei ancora in tempo per metterla in rete!

Puoi farlo compilando l'apposita scheda di adesione (reperibile nel portale 
www.sardegnasolidale.it) ed inviandola al CSV Sardegna Solidale (per fax, per posta ordinaria o via e-mail a csv@sardegnasolidale.it) o chiamando il Numero Verde 800 150440.


Servizio di Consulenza del CSV Sardegna Solidale.


Con il servizio di Consulenza il CSV Sardegna Solidale garantisce alle associazioni di volontariato la possibilità di ricevere la necessaria assistenza tecnica per affrontare e superare le problematiche tipiche di un'organizzazione di volontariato.

Lo staff del CSV (operatori di sportello e consulenti esperti nelle varie materie oggetto di consulenza) mette a disposizione le proprie competenze per fornire pareri, risposte e soluzioni ai quesiti delle associazioni su ambiti tematici di interesse comune a tutte le organizzazioni di volontariato.

Oltre alle tematiche di interesse comune a tutte le associazioni di volontariato, il CSV offre consulenza anche su problematiche specifiche del settore in cui operano le associazioni attraverso la fornitura di pareri qualificati e, dove necessario, di assistenza e accompagnamento.

E' possibile, quindi, avanzare al CSV richieste consulenziali su particolari aspetti tecnici e gestionali legati specificatamente al settore di intervento dell'associazione e alle relative criticità (Es: handicap, protezione civile, soccorso, raccolta del sangue, ambiente, ecc...).

Per poter accedere al servizio di consulenza è sufficiente compilare il form presente sul portale 
www.sardegnasolidale.ite specificare su quale area tematica si richiede assistenza. Il CSV vi contatterà per darvi le informazioni necessarie.

Consulenza giuridica e legale

Redazione e modifiche statutarie, costituzione di nuove organizzazioni di volontariato, redazione di regolamenti interni e contrattualistica esterna, rapporti giuridici instaurati con soggetti terzi, ecc..


Consulenza e assistenza fiscale

Impostazione e gestione contabile, redazione dei bilanci e degli altri documenti contabili, dichiarazioni e disciplina fiscale, tenuta dei libri e registri obbligatori, ecc..


Consulenza del lavoro

Acquisizione di personale retribuito, scelta della tipologia contrattuale più adeguata al tipo di rapporto di lavoro, adempimenti amministrativi e profili fiscali della gestione del personale.


Consulenza bandi e servizi

Ideazione, stesura e realizzazione di progetti specifici anche attraverso la ricerca dei canali di finanziamento e dei bandi, a livello europeo, nazionale, regionale e locale, adeguati alle aspettative e ai contenuti delle idee progettuali.


E inoltre:


Consulenza tecnico-organizzativa

Consulenza finanziaria

Consulenza per la progettazione / assistenza per la realizzazione di attività

Consulenza e assistenza per studi e ricerche


Se desideri richiedere una consulenza o entrare in contatto con i nostri 
consulenti, COMPILA IL MODULO e seleziona il tipo di consulenza di cui hai bisogno. Sarai ricontattato in breve tempo.



SOS Giustizia - Servizio di ascolto e di assistenza alle vittime della criminalità organizzata.


Prosegue l'attività dello sportello 
SOS Giustizia di Cagliari promosso da Libera Associazioni, nomi e numeri contro le mafie con il sostegno del CSV Sardegna Solidale e del Co.Ge. Sardegna.
Il Progetto SOS Giustizia, Servizio di ascolto e di assistenza alle vittime della criminalità organizzata, è stato attivato da Libera nel 2010 con sportelli finalizzati ad accogliere, orientare e offrire consulenza a quanti fanno richiesta nei seguenti ambiti:


• 
sostegno e aiuto a vittime o possibili vittime di usura e alle vittime del racket delle estorsioni;
• 
accompagnamento ai familiari delle vittime di mafie nella burocrazia amministrativa e nella complessa legislazione in materia;
• 
accompagnamento nel difficile percorso della denuncia da parte dei testimoni di giustizia.

Lo Sportello SOS Giustizia di Cagliari ha i seguenti riferimenti:


SOS Giustizia - Sportello di Cagliari
Cell. 370 1282024

sportellocagliari@libera.it

Apertura: lunedì – mercoledì – venerdì dalle ore 15,30 alle ore 19,30.

Per chiunque ne abbia bisogno sarà sufficiente fare una telefonata o mandare una e-mail e prendere un appuntamento con l'operatore.




Presentazione del libro “Regina delle ombre – In asulu bisendi” a cura dell'Associazione Equilibri, nell'ambito delle iniziative organizzate per la “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”.


Equilibri - Circolo dei Lettori e Presidio del libro di Elmas, in collaborazione con la Biblioteca Comunale, organizza venerdì 21 novembre 2014 alle ore 18,00 presso la Sala Conferenze della Biblioteca Comunale di Elmas, Piazza di Chiesa n° 3, la presentazione del libro di Angelica Piras “Regina delle ombre – In asulu bisendi”. L’incontro è inserito nell’ambito delle iniziative organizzate dal Comune di Elmas per la “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”, che si tiene in tutto il mondo il 25 novembre, secondo quanto sancito dall’ONU. La presentazione del libro sarà a cura di Lucia Moica e Roberto Concu, del Direttivo di “Equilibri, Circolo dei Lettori di Elmas”. Per l’occasione le poesie di Angelica Piras saranno accompagnate e intervallate dalle note dell’arpa della maestra Annalisa Melis.



Sabato 22 novembre 2014 a Tempio la raccolta di sangue organizzata dall'AVIS comunale.


L’Avis comunale di Tempio-Aggius "Antonello Cusseddu" sabato 22 novembre 2014 presso il centro Trasfusionale, ospedale civile Paolo Dettori, organizza una raccolta di sangue dalle ore 
8,00 alle ore 12,00.


FIAB Cagliari Città Ciclabile Onlus organizza sabato 22 e domenica 23 novembre due pedalate cittadine.


Sabato 22 novembre, con un percorso cittadino, in collaborazione con le associazioni Spazio danza e TiConzero, organizzatrici del Festival "Da dove sto chiamando" nel Palazzo di Città a Castello, l'Associazione organizza una pedalata per valorizzare il percorso di pedonalizzazione del quartiere Castello. Nell'occasione sarà inaugurata la prima rastrelliera per biciclette posizionata in Piazza Palazzo.

La pedalata partirà alle ore 18,30 dalla piazza San Giovanni XXIII.

Domenica 23 novembre la pedalata sarà organizzata verso il Parco di Molentargius e il Lungomare Poetto. Il ritrovo è previsto a Cagliari, in piazza Giovanni XXIII, alle ore 9,45. La partecipazione è libera e gratuita.



Sabato 22 novembre a Sassari, Concerto per Santa Cecilia della Banda “Città di Sassari”.


Reduce dal successo ottenuto con l'organizzazione della tradizionale Settimana Culturale dedicata al Maestro Edmondo Crovetti, la Banda Musicale “Città di Sassari” sarà protagonista di un altro significativo appuntamento.

Per festeggiare Santa Cecilia, patrona della musica, nella serata di sabato 22 novembre 2014, con inizio alle ore 19,00, durante e dopo la Santa Messa serale, presieduta da Don Francesco Marruncheddu, proporrà un Concerto nella Chiesa della Beata Vergine del Carmelo, nel centro storico di Sassari, incentrato su un repertorio di musiche sacre.

Il concerto vedrà inoltre la partecipazione dei solisti Davide Pais al violino e Manuela Spanu al violoncello.
Riso della Sardegna entra a far parte dell’operazione “Tutti con Caritas”. Il progetto di sostegno economico, nato nell’Isola, acquista un respiro nazionale.

Riso della Sardegna, l’azienda leader nella produzione e commercializzazione del riso, con sede a Oristano, quest’anno ha aderito all’operazione “Tutti con Caritas”: un programma nato nel 2013 e basato su una filosofia solidaristica che avvicina il mondo imprenditoriale sardo alle reali esigenze di coloro che lo abitano per contribuire a sostenere l’impegno economico e umanitario sopportato dalla Caritas regionale, guidata da don Marco Lai. Nello specifico, il progetto parte da una donazione e arriva alla firma di una convenzione che consente a Caritas Sardegna di acquistare i prodotti alimentari a prezzo inferiore rispetto a quello di mercato.

Riso della Sardegna ha deciso di partecipare attivamente al programma donando quattro tonnellate di riso. L’adesione dell’azienda è stata molto importante dal momento che il riso costituisce un alimento base tra i più consumati nelle mense della Caritas. Inoltre è stata firmata una convenzione che prevede la vendita esclusiva al prezzo di costo del riso a favore dell’organizzazione. Questo accordo consente alla Caritas di acquistare il riso a un prezzo molto conveniente.

Queste convenzioni sono fondamentali - sottolinea don Marco Lai - perché hanno una duplice valenza: consentono a Caritas di accedere ai prodotti alimentari a prezzi di costo e quindi fuori mercato; consentono anche alle aziende di mantenere a regime la produzione evitando quindi la riduzione della forza lavoro. Si crea quindi un circuito virtuoso, non è solo assistenzialismo ma è la capacità di recuperare la voglia di produrre e di operare in maniera organica per un cambiamento culturale”.

Il progetto “Tutti con Caritas” guarda ora ad un orizzonte nazionale. Nei mesi scorsi l’iniziativa, nata in Sardegna, è stata illustrata al Consiglio nazionale delle Caritas a Roma. L’obiettivo è quello di replicare l’operazione in tutte le altre Regioni della penisola.
Premio Donna al Traguardo dell’Anno e Premio Sorellanza 2014.

L’Associazione Donne al Traguardo Onlus ripropone anche quest’anno l’ormai tradizionale caccia alle storie femminili, giunta alla sua XIII edizione. Il termine ultimo per l’invio degli elaborati è fissato per il prossimo 29 Novembre 2014. Entro questa data tutti coloro che hanno da raccontare storie di donne esemplari per umanità e capacità di resistenza dovranno inviarle alla giuria del Premio. L’evento è abbinato alla V Edizione del Premio Sorellanza, un modo per ringraziare le donne che hanno speso inventiva, tempo, energia e opere a favore del mondo femminile isolano. In questo caso è sufficiente segnalare i nominativi corredati di motivazioni.

Per il Premio Donna al Traguardo dell’Anno, gli elaborati non dovranno superare la lunghezza di tre pagine dattiloscritte e potranno essere inviati per posta semplice all’indirizzo dell’Associazione Donne al Traguardo (via Monsignor Piovella n. 26 - 09121 Cagliari), mediante posta elettronica (
donnealtraguardo@hotmail.com) o a mano, nella medesima sede. La giuria selezionerà le storie più significative premiando le protagoniste, gli scrittori o le scrittrici migliori. Alla prima classificata della sezione Donna al Traguardo dell’Anno andranno 500 euro e una targa ricordo mentre al primo classificato della sezione dedicata agli scrittori-scrittrici migliori andrà una targa ricordo e volumi sulla Sardegna. La donna vincitrice del Premio Sorellanza riceverà una targa e un oggetto a ricordo dell’evento.
Il bando completo del Concorso Donna al Traguardo dell’Anno e del Premio Sorellanza è disponibile nella sede di via Monsignor Piovella n. 26 a Cagliari, sul sito e sul profilo facebook Donne al Traguardo.

Una selezione delle storie sarà pubblicata in un volume che sarà presentato nel corso della cerimonia di premiazione fissata per il prossimo 14 Dicembre 2014 a Cagliari, al Thotel (via dei Giudicati).

Per informazioni: ASSOCIAZIONE DONNE AL TRAGUARDO Cagliari, tel. 3337001356 – e-mail
donnealtraguardo@hotmail.com.


Al via il Concorso promosso da Voce Amica Sassari ONLUS dal titolo “La confront...azione”.


Al via la terza edizione del concorso fotografico promosso da Voce Amica Sassari ONLUS che quest’anno avrà come titolo : “La confront...azione: il confronto che diventa azione, le differenze come fonte di arricchimento”.

Il concorso è aperto a tutti, senza limiti di provenienza e di età, ed è rivolto a coloro che abbiano interesse nella fotografia ed un’attenzione particolare al tema della comunicazione empatica.

Lo scopo è promuovere l’attività di volontariato dell’associazione Voce Amica Sassari ONLUS, raccogliendo fondi per il suo finanziamento e al contempo diffondere la cultura dell'ascolto e l'intreccio tra la comunicazione, l'azione e le emozioni umane.

Il concorso prevede tre sezioni con distinti premi:

- over 18 (1° premio 400,00 euro; 2° premio 300,00 euro; 3° premio 200,00 euro).

- under 18 (1° premio 300,00 euro; 2° premio 200,00 euro; 3° premio 100,00 euro).

- foto scattate con il cellulare (il premio consiste in un abbonamento annuale alla rivista IL FOTOGRAFO).


Poiché lo scopo è raccogliere fondi per l’associazione, è prevista una quota di iscrizione pari a:


5 euro per gli under 18

10 euro per gli over 18

3 euro per la sezione “foto scattate con il cellulare”.


Le foto selezionate dalla giuria saranno esposte in una mostra che si terrà in date e luoghi da definire.

Le foto dovranno essere inviate all’indirizzo 
concorsovoceamicass@gmail.comunitamente ad una copia della ricevuta del bonifico all’IBAN IT50D0101517200000000060115.
La consegna delle foto dovrà avvenire entro e non oltre il 31 gennaio 2015.

Informazioni e regolamento del concorso all'indirizzo internet 
http://www.voceamicasassari.it/.



Linee di indirizzo 2014 per la presentazione di progetti sperimentali di volontariato da finanziare con il Fondo Nazionale per il volontariato.


Sono state adottate le 
Linee di Indirizzo di cui all'articolo 12, comma 1, lettera d), della legge n. 266 del 1991, finanziati con il Fondo per il volontariato – Annualità 2014. Le Linee di indirizzo sono state trasmesse agli Organi di controllo per gli adempimenti di competenza.
Le Linee di indirizzo sono finalizzate alla presentazione di progetti sperimentali ed innovativi di volontariato, da parte di organizzazioni di volontariato legalmente costituite da almeno due anni e regolarmente iscritte nei registri regionali/provinciali del volontariato.

Le risorse finanziarie complessivamente disponibili per l'anno 2014 sono pari ad euro 2.000.000,00.

La richiesta di contributo, il progetto descrittivo e il piano economico (contenuti nel formulario allegato alle Linee di indirizzo), devono essere compilati ed inviati al Ministero del lavoro e delle politiche sociali – Direzione generale del terzo settore e della responsabilità sociale delle imprese, esclusivamente attraverso la piattaforma informatica all'indirizzo: 
www.direttiva266.itentro e non oltre le ore 13,00 del 10 dicembre 2014.
La piattaforma informatica è già stata attivata.

Alle Linee di indirizzo 2014 è allegato un 
formulario unico per la presentazione delle proposte progettuali (composto dalla richiesta di contributo, dal progetto descrittivo e dal piano economico). Per informazioni:http://www.lavoro.gov.it/AreaSociale/Volontariato/Progetti/Pages/Progetti_2014.aspx



Volontari per l'EXPO'.


Il "Programma Volontari per Expo" è promosso da Expo S.p.A. in collaborazione con CSVnet, Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato, e Ciessevi Milano.

Coinvolgerà 7.500 volontari, giovani e meno giovani, italiani e stranieri, in diverse esperienze di volontariato legate all'evento internazionale.

Sono previsti 13 periodi di servizio, in turni di 14 o 15 giorni per 5,5 ore al giorno, suddivisi in due turni per ogni giorno.

Il tutto nell'ottica di favorire la collaborazione e l'attivazione di nuove sinergie fra società civile, istituzioni, imprese e associazionismo.

Il CSV Sardegna Solidale sostiene l'iniziativa ed è a disposizione di quanti intendono vivere questa esperienza da volontari.

Se vuoi saperne di più o se intendi candidarti come volontario per l'Expo, Numero Verde 800 150440.

clicca qui


Prossima newsletter

La prossima Newsletter del CSV Sardegna Solidale è prevista per 
giovedì 27 novembre 2014.
Eventuali notizie per la pubblicazione si ricevono fino a 
mercoledì 26 novembre 2014 all'indirizzo di posta elettronica: ufficiostampa@sardegnasolidale.it.
Ulteriori informazioni sul servizio possono essere richieste al Numero Verde 800.150440.



---------------------------------------------------------------



Centro di Servizio per il Volontariato Sardegna Solidale

Via Cavalcanti, 13 - 09128 Cagliari (CA)

Via Machiavelli, 3 - 09129 Cagliari (CA)

Casella Postale n. 281 – Cagliari Centro

Numero Verde: 800150440

Tel.: 0039 070 345069

Fax: 0039 070 345032

E-mail: ufficiostampa@sardegnasolidale.itcsv@sardegnasolidale.it

Sito internet: www.sardegnasolidale.it
 

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI SASSARI p



Sassari:     I Carabinieri hanno celebrano la ricorrenza della Virgo Fidelis, patrona dell’Arma e commemorano il 73° anniversario della Battaglia di Culqualber e la Giornata dell’Orfano. 



Quest’oggi  nella Cattedrale di San Nicola, in occasione della ricorrenza della "Virgo Fidelis" patrona dell'Arma dei Carabinieri, S.E. Mons. Paolo Atzei, Vescovo della diocesi di Sassari ha officiato una messa, alla presenza delle Autorità locali, del Comandante Provinciale Col. Giovanni Adamo, dei Carabinieri della Provincia di Sassari, in servizio e in congedo, delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma e di tutti i cittadini che hanno voluto stringersi all’Arma in questo ricorrenza.
La cerimonia è anche e soprattutto un momento di raccoglimento per tutti i Carabinieri d’Italia che ricordano e celebrano i caduti dell’Arma che, in pace e in guerra, tenendo fede al giuramento prestato hanno saputo compiere il loro dovere fin
o alla morte. 

Meteo