domenica 28 maggio 2017

Defibrillatori alle società sportive: L’Ats ha pubblicato il bando


Le domande dovranno esser presentate entro le ore 12 del 10 luglio 2017

 – L’Ats ha pubblicato il bando per l'assegnazione di un contributo per l'acquisto dei defibrillatori per i  proprietari o gestori di impianti sportivi e per le società e associazioni sportive dilettantistiche con sede nel territorio regionale.

Ci sarà tempo sino al 10 luglio prossimo per poter presentare la domanda alla Assl in cui il soggetto richiedente ha sede e poter accedere al contributo per l'acquisto di un defibrillatore semiautomatico esterno (DAE). Al bando possono partecipare i proprietari o gestori di impianti sportivi, nonché le societa' e associazioni sportive dilettantistiche con sede nel territorio regionale.

Il finanziamento di 400.000 € era stato previsto dalla Regione all’interno della legge di stabilita' 2016 per consentire alle societa' e associazioni dell'Isola di adempiere al decreto del Ministro della Salute del 24 aprile 2013, che pone in capo alle societa' sportive, sia professionistiche che dilettantistiche, l'obbligo di dotarsi di DAE.

L’Ats in questi giorni ha pubblicato il bando di selezione redatto dalla Assl di Sassari e ha previsto una spesa complessiva di 400.000 € e un importo erogabile a ciascun soggetto fino a 550 €.

Le associazioni e società ed i gestori o proprietari di impianti sportivi interessati a partecipare alla selezione per l'assegnazione del contributo dovranno presentare domanda indirizzandola alla propria Assl di riferimento. In seguito, sarà la Assl di Sassari a predisporre, sulla scorta dell’istruttoria eseguita dalle diverse Aree Socio Sanitarie Locali della ATS, una graduatoria dei soggetti candidati.

Tutte le indicazioni sono a disposizione nel bando

Visualizza la delibera n. 359 del 25.05.2017

LEGIONE CARABINIERI SARDEGNA Comando Provinciale di Sassari




  
  
OLBIA :  furto in abitazione. denunciata DAI CARABINIERI.


I Carabinieri della Stazione di Olbia Centro, al termine di accertamenti svolti dopo una denuncia di furto commesso il mese scorso ai danni di un avvocato olbiese, hanno deferito in stato di libertà C.G., 49enne di Olbia, poiché la stessa, dopo essere entrata all’interno dell’abitazione del legale, si era impossessata di vari oggetti d’argento.
Le indagini sono scaturite dalla testimonianza proprio della denunciata che, vicina di casa, in un primo momento aveva dichiarato di avere visto uscire dall’abitazione dell’avvocato una persona; ma accertamenti successivi, svolti sulle registrazioni di un impianto di videosorveglianza attiguo, hanno dimostrato che nessuno era uscito dall’abitazione del legale.

I sospetti dei militari si sono subito concentrati proprio sulla testimone C.G. ed, infatti, gli accertamenti  svolti nei compro oro della città hanno consentito di scoprire che proprio lei, che in un primo momento aveva dichiarato di aver visto una persona allontanarsi dall’abitazione, in realtà aveva venduto, nei giorni successivi al furto, vari oggetti d’argento per un valore di € 700 circa.

LEGIONE CARABINIERI SARDEGNA Comando Provinciale di Sassari






sassari:              CAUSANO UN INCIDENTE STRADALE. DenunciatI DAI CARABINIERI per guida sotto l’effetto di sosotanze stupefcenti.


I Carabinieri del NORM di Sassari hanno denunciato due giovani sassaresi, un 17enne  ed un 20enne, per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.
I militari, intervenuti a seguito di sinistro stradale, hanno accertato che il 17enne, mentre percorreva la S.P 3 alla guida della sua Honda 125, era stato tamponato violentemente da una fiat 600 con alla guida l’altro giovane. I due, dopo essere stati accompagnati al nosocomio Sassarese per accertamenti sanitari, sono stati sottoposti ad analisi per riscontrare se avessero assunto sostanze psicotrope o alcoliche.
Il risultato è stato positivo per entrambi per sostanze cannabinoidi e quindi i Carabinieri hanno deferito in stato di libertà i due ragazzi, che fortunatamente stanno bene, e ritirato le loro patenti di guida.   


POLIZIA DI STATO

Alle ore 11.00 odierne, presso il Commissariato P.S. di Olbia C ‘è STATO un incontro stampa nel corso del quale saranno illustrati i particolari dell’attività che ha portato al sequestro di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente ed all’arresto di un 47enne.  


MARINA MILITARE: I PALOMBARI DEL COMSUBIN INTERVENGONO A TAORMINA PER NEUTRALIZZARE 31 ORDIGNI ESPLOSIVI, IN SUPPORTO ALLA SICUREZZA PER IL G7


Bonificati ordigni esplosivi residuati bellici nelle acque antistanti Taormina
Segui le novità della #MarinaMilitare live su Twitter: @ItalianNavy #ProfessionistiDelMare
I Palombari del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) della Marina in supporto al dispositivo della Sicurezza per il G7, hanno concluso le operazioni di rimozione e neutralizzazione di 31 ordigni residuati bellici rinvenuti durante le attività di messa in sicurezza delle acque e dei siti, attraverso l’impiego di assetti C-IED - Counter Improvised Explosive Device - per la ricerca e la bonifica di ordigni esplosivi in ambiente marittimo e subacqueo.
 Nella mattina di oggi sono stati distrutti a mezzo "brillamento" tutti gli ordigni rinvenuti, riconosciuti come proiettili di piccolo e medio calibro di fabbricazione tedesca, risalenti alla seconda Guerra Mondiale.
 Le operazioni condotte dai Palombari, svolte con la massima cautela, hanno permesso di riconoscere gli ordigni inesplosi, ma ancora pericolosi, di rimuoverli dal fondale e di rimorchiarli in un’area di sicurezza individuata dalla locale Autorità Marittima, dove sono state portate a termine le procedure per la distruzione.
 In occasione del Summit, la componente aereo navale della GdF, responsabile della sicurezza a mare dell’evento entro le 12 miglia, ha affidato il coordinamento delle attività subacquee ai Palombari del GOS, che già in passato in occasione di diverse esercitazioni della Protezione Civile, erano stati chiamati a guidare attività subacquee interforze ed interagenzia.
 Le attività in supporto alla sicurezza per il G7 hanno visto cooperare insieme ai  Palombari della Marina anche i sommozzatori  della Guardia di Finanza, dei Carabinieri e della Polizia di Stato, formatisi presso il Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare (Comsubin).
 Quest'operazione, come molte altre attività condotte dal personale del Gruppo Operativo Subacquei, si inserisce nell'ambito delle capacità che la Marina Militare mette al servizio per la sicurezza della collettività e della salvaguardia del mare.
 I Palombari di Comsubin in caso di rinvenimento accidentale, raccomandano a chiunque dovesse imbattersi in manufatti, con forme simili a quelle di un ordigno esplosivo o parti di esso, di non toccarli o manometterli in alcun modo, denunciandone, il prima possibile, il ritrovamento alla locale Capitaneria di Porto o alla più vicina stazione dei Carabinieri.

LA MADDALENA, PRESENTATI 25 BANDI PESCA DA OLTRE 17 MILIONI. CARIA: LA REGIONE ESCE DAL PALAZZO PER CONFRONTARSI SEMPRE DI PIÙ CON I CITTADINI

– “Usciamo dal palazzo, perché i bandi e i finanziamenti promossi dalla Regione vanno portati sui territori, raccontati agli operatori con cui è fondamentale confrontarsi costantemente”. Lo ha detto a La Maddalena l’assessore dell’Agricoltura, con delega alla Pesca e acquacoltura, Pier Luigi Caria durante la presentazione, a un gruppo di pescatori del luogo, dei 25 bandi pubblicati dall’Assessorato con una dotazione finanziaria di 17milioni 308mila euro. Si tratta di risorse del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP), cofinanziato al 50% dall’Unione europea, al 35% dallo Stato e al 15% dalla Regione. “Siamo qui per promuovere interventi importanti per tutto il comparto – ha proseguito Caria – e per fare in modo che i fondi disponibili siano spesi fino all’ultimo euro, evitando quanto successo nella scorsa programmazione dove abbiamo utilizzato solo 6milioni su 15 utilizzabili. Oggi – ha aggiunto l’assessore – abbiamo a disposizione ben 36 milioni ed è nostro obiettivo, da perseguire insieme alle imprese del mare, non rimandare indietro niente”. Negli ultimi dieci mesi il comparto è stato finanziato con ben 22milioni 596mila 275euro.
Caria ha incontrato i pescatori con il consigliere regionale Pierfranco Zanchetta, che ha introdotto i lavori dell’assemblea, mentre gli aspetti tecnici dei bandi sono stati illustrati dagli esperti dell’Assessorato e dell’Agenzia agricola Laore Sardegna. In un fuori programma, l’assessore si è recato nel porto per vedere le barche e parlare con i pescatori.

I bandi. I punti centrali degli interventi riguardano: innovazione, diversificazione, formazione, trasformazione e commercializzazione, ma anche finanziamenti per l’acquisto di attrezzature a bordo, per la sostituzione o l’ammodernamento dei motori e l’avvio delle attività dei giovani pescatori. Sono previste inoltre azioni di carattere ambientale per garantire la conservazione degli ecosistemi, la formazione e la tutela della salute dei pescatori. Una delle maggiori novità riguarda il finanziamento per la formazione a bordo dei giovani pescatori dove la Regione garantisce una copertura retributiva lorda fino a 40mila euro, per un massimo di 24 mesi, ai disoccupati che non abbiano ancora compiuto i 30. Ecco dove consultare tutti i bandi: goo.gl/9tdd7I

I numeri del comparto. Con i suoi 1709 chilometri la Sardegna è la regione d’Italia con la maggiore estensione di coste, il 21,6% del totale nazionale, seguita dalla Sicilia con 1430 chilometri. Terza regione per numero di battelli, 1292, dopo i 2946 della marineria siciliana e i 1572 della Puglia. Secondo i dati Istat 2016, lavorano nel comparto pesca sardo 2003 persone, mentre sono 123 gli operatori dell’acquacoltura e 342 gli addetti alla trasformazione. I pescatori sardi lavorano anche su circa 9mila ettari di lagune costiere produttive, nella specificità della nostra isola, che includono le eccellenze della pesca dei mitili (cozze, vongole, ostriche), crostacei, cefali, spigole, orate e anguille.

LEGIONE CARABINIERI SARDEGNA Comando Provinciale di Sassari






strade sicure:     CONTROLLI DEI CARABINIERI.14 denunce e ritiri di patente.


Con l’imminente arrivo della stagione estiva, permane alta l’attenzione ed i controlli dell’Arma dei Carabinieri nelle strade della Provincia. E proprio in quest’ottica e  nell’ambito dei servizi volti al contrasto dell’illegalità diffusa e delle c.d. “stragi del sabato sera”, nonché della prevenzione illeciti connessi al fenomeno della “movida”, i Carabinieri del Comando Provinciale di Sassari nel corso di questo week-end hanno controllato oltre 300 veicoli e denunciato in stato di libertà 14 persone trovate positive all’alcooltest e drugtest, alle quali hanno anche ritirato la patente di guida e sequestrato i mezzi che conducevano. Nel corso dei controlli sono state effettuate anche delle perquisizioni veicolari che hanno consentito di rinvenire e sequestrare 0,5 Grammi di marijuana ed un falcetto di circa 50 cm, nonché elevate decine di contravvenzioni al Codice della Strada.


FLUORSID, DA DOMATTINA CAMPIONAMENTI NELLE FALDE DI SANTA GILLA

 - Conclusi i prelievi nelle acque di superficie dello stagno di Santa Gilla, da domani i tecnici dell'Arpas inizieranno i campionamenti dei cosiddetti piezometri, pozzi di osservazione che controllano il livello delle falde acquifere. Le rilevazioni riguarderanno la zona in prossimità della Fluorsid e quelle a monte e a valle del sito industriale. In tutto saranno fatti campionamenti in trenta piezometri, con una metodica (campionamento e spurgo) approvata dal Ministero dell'Ambiente. Per poter esaminare tutti i pozzi, con una media di tre piezometri al giorno, occorreranno tra le due e le tre settimane. 

QUESTURA DI SASSARI Ufficio Gabinetto




  


Olbia: arresto per detenzione illecita di sostanze stupefacenti.



         Nel corso del pomeriggio u.s., personale del Commissariato P.S. di Olbia ha tratto in arresto per detenzione illecita di sostanze stupefacenti, un 23enne, ozierese, con precedenti di polizia.
         Gli agenti, durante un’operazione di Polizia finalizzata al contrasto del traffico illecito di sostanze stupefacenti, hanno proceduto alla perquisizione di un’abitazione situata nell’agro cittadino. All’interno della casa, i poliziotti hanno rinvenuto 600 gr circa di sostanza vegetale tipo canapa indiana, contenuta in diversi barattoli di vetro o in sacchetti di plastica, nascosti all’interno di alcuni mobili del soggiorno. In camera da letto, il giovane aveva inoltre, allestito una piccola serra, con un sistema di areazione e insonorizzazione, nella quale erano state messe ad essiccare sei piantine di marijuana di diverse altezze. All’esterno dell’abitazione rurale il 23enne aveva piantato altre piante di marijuana di varie dimensioni ed in vari stadi vegetativi. Tutta la sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro ed il giovane è stato tratto in arresto ed accompagnato presso gli uffici del Commissariato di P.S.. Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa del procedimento di convalida previsto per la mattinata odierna.



sabato 27 maggio 2017

Terza giornata al 37° Campionato Nazionale Open J24: La Superba mantiene il comando.


Nelle splendide acque dell’arcipelago di La Maddalena l’appuntamento clou della Classe J24.
, domenica, la conclusione.

La Maddalena (Ot). Terza giornata per il XXXVII Campionato Nazionale Open J24 in svolgimento nelle splendide acque dell’arcipelago di La Maddalena. Una trentina di equipaggi del Monotipo più diffuso al Mondo hanno portato a termine altre tre regate nel campo di gara posizionato più a nord, tra Spargi e Maddalena.
Il Campionato, organizzato dalla sezione di La Maddalena della Lega Navale Italiana, sotto l’egida della FIV, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Classe J24, il prezioso sostegno del Comune di La Maddalena, della Marina Militare, di Elica e della Delcomar (che ha offerto gratuitamente a tutti concorrenti il passaggio Palau-Maddalena e ritorno) e il supporto di Cantine Contini di Cabras, Moby Line-Tirrenia (che ha stipulato un’importante convenzione per il trasporto dei J24 dai porti di Genova, Livorno e Civitavecchia, con destinazione Olbia), Cantiere navale Fresi (che si è occupato degli alaggi e dei vari dei J24), Immobiliare Obiettivo Case Vacanze, Boomerang Charter e i Bar Cafè Noir e Club di Piazza 23 Febbraio, rientra nelle manifestazioni proposte nell’ambito dei festeggiamenti per i 250 anni della nascita di La Maddalena e per il 120° anniversario della fondazione della Lega Navale Italiana.
La prima prova di giornata, caratterizzata da poco vento sui 7/8 nodi è stata vinta ancora una volta dal J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare Ita 416 La Superba seguito da Ita 396 Molara (CN Oristano) timonata da Federico Manconi (Antonio Frau, Limbo Baghino, Grazia Maria Savona), Usa 5399 Furio timonato dal fuoriclasse americano Keith Whittemore,  Ita 405 Vigne Surrau del Club Nautico Arzachena timonato da Aurelio Bini e da Ita 4 12.1 Santa Lucia (CN Arbatax) timonata da Gianluca Manca (Angelo Del Rio, Fabrizio Garau, Enrico Catignani e Sandro Corrias).
Nella seconda regata, caratterizzata da vento sui 10 nodi, è stato Usa 5399 Furio ad anticipare i galluresi di Vigne Surrau, La Superba, Ita 501 Avoltore armato dal Capo Flotta J24 dell’Argentario Massimo Mariotti (in equipaggio con Francesco e Fulvio Cruciani, Goffredo Russo e Nicola Elmi, -CNV Argentario-) e Ita 304 Fight for Fighting (CCR Lauria) armato e timonato da Eugenia de Giacomo (con Nicola Pitanti, Marco Bruna, Matilde Pitanti e Lorenzo Cusimano).
Nella terza ed ultima prova di giornata, sempre con vento sui 10 nodi, il campione uscente Ita 499 Kong Grifone 2 armato da Marco Stefano -LNI Mandello del Lario- e timonato da Francesco Bertone -C.V.La Scuffia- (con Massimo Consonni, Mauro Benfatto e Roberto Santomanco) ha, invece, preceduto Usa 5399 Furio, Ita 304 Fight for Fighting, Ger 5381 Suellberg timonato da Stefan Karsunke e Ita 443 Aria della LNI Olbia timonato dal Capo Flotta sardo Marco Frulio (con Fabrizio Masu, Gianni Mura, Giovanni Vito Di Stefano, Giovanni A. Spano)
Al termine della terza giornata, la classifica provvisoria open stilata dopo otto prove (e uno scarto) vede sempre più al comando Ita 416 La Superba timonato da Ignazio Bonanno (in equipaggio con Simone Scontrino, Vincenzo Vano, Francesco Picaro e Alfredo Branciforte 12 punti; 3,1,1,1,2,1,3,7 i parziali) seguito dagli americani di Usa 5399 Furio (Kevin Downey, Brian Thomas, Mark Rogers, Sheley Milne, 26 punti, 7,2,ufd,8,3,3,1,2), dai galluresi di Ita 405 Vigne Surrau (in equipaggio Evero Niccolini, Danilo Deiana, Roberta Piras, M.Mario Pisanu e  Fabrizio Zuddas; 39 punti; 1,7,3,5,17,4,2,19), dai tedeschi di Ger 5381 Suellberg (Malte Gibbe, Christian Carstens, Carsten Kerschies,Tim Habekost, 42 punti; 10,3,2,20,4,10,6,4), e da Ita 460 Botta Dritta (LNI Maddalena) dell’organizzatore ed ex presidente della Classe Italiana J24 Mariolino Di Fraia che come sempre ha in equipaggio il Sindaco di Maddalena, Luca Montella (Gianluca Cataldi, Andrea Tirotto, Ezio Diana, 46 punti, 4,6,12,4,10,6,8,8). Per quanto riguarda la classifica che assegnerà il titolo tricolore, invece, la quarta e la quinta posizione è occupata rispettivamente da Ita 501 Avoltore armato dal Capo Flotta J24 dell’Argentario Massimo Mariotti (in equipaggio con Francesco e Fulvio Cruciani, Goffredo Russo e Nicola Elmi, CNV Argentario, 49; 5,4,8,13,6,11,4,11) e dai campioni uscenti di Ita 499 Kong Grifone 2 (61 punti; 9,5,ufd,12,12,9,13,1).
Il Comitato di regata è presieduto da Franco Minotti coadiuvato da Pietro Lo Giudice, Giovanni Porcu, Pietro Sanna e Luigi Muzzoni mentre il Comitato di Protesta è composto dal Presidente Paolo Romano Barbera, Giovanni Mameli e Roberto Roggero, e gli stazzatori sono Emanuela Donati e Paolo Luciani.
Il Campionato Nazionale Open che assegnerà otto pass (ai primi otto classificati e non già selezionati) per partecipare al Mondiale J24 che nel 2018 si svolgerà a Riva del Garda, si concluderà domani, domenica, con le ultime due regate (ne sono previste complessivamente dieci) che decreteranno i nuovi campioni Nazionali J24: la partenza della prima prova è prevista alle ore 10. Numerosi anche gli eventi collaterali organizzati in questi giorni per rendere ancora più gradevole il soggiorno nell’accogliente isola de La Maddalena: la serata di musica, la cena riservata agli equipaggi e ai loro accompagnatori presso il Circolo Ufficiali della Marina Militare, i pasta party al termine delle regate e la cerimonia conclusiva -prevista , domenica, nella storica piazza 23 Febbraio a Cala Gavetta- durante la quale, oltre a premiare le prime cinque barche classificate e i vincitori di ogni singola prova di giornata, verrà assegnato al miglior equipaggio italiano il Trofeo Challenger della Classe e il titolo di Campione Nazionale 2017. Benvenuti a Maddalena dove lo spettacolo è assicurato!




Tutte le foto di Silvia Conti su: Facebook S.C.Velaframe

Meteo