martedì 22 luglio 2014

Policlinico, la Neurologia si è trasferita al Blocco Q, Marrosu: “Struttura modernissima con attrezzature di altissima specializzazione”


Policlinico, la Neurologia si è trasferita al Blocco Q,
Marrosu: “Struttura modernissima con attrezzature di altissima specializzazione”
(in allegato una foto dell'ingresso del Blocco Q)
CAGLIARI 22/07/2014. La Neurologia del Policlinico cambia casa e si trasferisce nel modernissimo Blocco Q.
Con il trasferimento presso il nuovissimo Blocco Q – spiega il direttore della Clinica Neurologica dell'Azienda ospedaliero universitaria di Cagliari - chiudiamo un periodo storico che è cominciato oltre 90 anni fa, e ne apriamo uno tutto nuovo, importantissimo per la cura e la ricerca”.
Marrosu ricorda i tempi duri della Neurologia al San Giovanni “con strutture fatiscenti, sbarre alle finestre, muffa sui muri, ampio bestiario di blatte e roditori. Col successivo trasferimento al Policlinico la dimensione nosocomiale ha assunto un aspetto migliore ma il salto di qualità vero lo facciamo ora con un reparto moderno e accreditato a livello europee e internazionale”.
Più che un punto d’arrivo, prosegue Marrosu, rappresenta “una svolta storica e un debito pagato alla collettività. Con il trasferimento anche degli ambulatori e la possibilità di ammodernare apparecchiature decisamente vecchie con nuove tecnologie digitali (EEG, polisonnografia ecc) dobbiamo dare atto all'amministrazione Universitaria e Ospedaliera dell’Azienda di aver contribuito a un evento epocale nella medicina accademica cagliaritana”.

TERRITORIO: NASCE LA CARTA DELLE TERRE E DI SUOLI DELL'ISOLA

 - Nasce la “Carta delle terre e dei suoli”, nuovo strumento di valutazione delle risorse del paesaggio e dei diversi territori della Sardegna. A presentare i risultati di questo progetto cartografico in un convegno tenutosi qualche giorno fa,  l’Assessore degli Enti locali Cristiano Erriu e le Agenzie regionali Agris e Laore, insieme all’Assessore all’Agricoltura Elisabetta Falchi e alle Università di Cagliari e di Sassari.
LA SCELTA DEI TERRITORI. La cartografia è stata realizzata in scala 1:50.000 partendo da quattro aree campione individuate all’interno degli ambiti costieri del Piano Paesaggistico Regionale e rappresentative della varietà del suolo presente nella nostra isola. La scelte dei territori è ricaduta su Pula-Capoterra, Muravera-Castiadas, Arzana e Nurra: totale di 184 mila ettari, ovvero il 20% della costa.
IL METODO DI LAVORO.   E’ stato creato un metodo di lavoro che abbatte i costi di rilevamento nei suoli e della realizzazione della cartografia tematica, capace anche di orientare i futuri rilevamenti di suoli e terreni sardi secondo uno schema utilizzabile a livello regionale e all’organizzazione delle informazioni in banche dati dedicate (Banca Dati dei Suoli della Sardegna - DBSS e relativa Banca Dati Geografica - GeoDBT).
La Carta delle Unità delle terre e Capacità d’uso dei suoli dà il via al lavoro di inventario pedologico regionale, capace di rispondere alle esigenze di pianificazione del PPR, e il metodo utilizzato e le banche dati create sono il prototipo da estendere all’intero territorio isolano.
Le conoscenze contenute in questa cartografia, una volta estese all'intero territorio regionale, costituiranno uno strumento di eccellenza nella decisioni assunte dalle amministrazioni locali nella formazione dei Piani Urbanistici.

PIANO SULCIS: GIUNTA APPROVA RIPARTIZIONE 55,7 M€. PIGLIARU, FONDAMENTALE ACCOMPAGNAMENTO IMPRESE

- Approvata oggi dalla Giunta la suddivisione di 55,7 milioni di euro destinati al “Progetto strategico Sulcis”. La delibera, proposta dal presidente Francesco Pigliaru, prevede la ripartizione delle risorse attraverso procedure di evidenza pubblica tenendo conto anche delle strategie individuate dalle idee vincitrici del bando internazionale Call for Proposal. La selezione gestita nel 2013 da Invitalia - agenzia governativa per l’attrazione degli investimenti - ha raccolto 158 idee orientate alla valorizzazione turistica del territorio, al rilancio del comparto industriale e alla riconversione energetica sostenibile, a ricerca e alta formazione a produzioni locali, agroalimentare e servizi di pubblica utilità. “Il contesto di crisi del Sulcis - ha sottolineato il presidente - richiede una forte azione di accompagnamento sia per individuare e far maturare nuove idee imprenditoriali, sia per far crescere e sviluppare il fragile tessuto delle piccole e medie imprese esistenti”. Per questo il provvedimento varato oggi dall’esecutivo regionale prevede anche l’attivazione di una task force di assistenza con sede, presumibilmente, nel consorzio Ausi di Monteponi, come annunciato ieri dal coordinatore dell'attuazione del Piano Sulcis, Salvatore Cherchi. Inizialmente la struttura offrirà assistenza ai sei vincitori del bando Call for Proposal e a quelli menzionati. Successivamente saranno invitati singolarmente tutti i 158 partecipanti alla selezione per verificare la fattibilità di altre idee. “Fondamentale per la buona riuscita del Progetto strategico Sulcis - ha concluso il presidente - sarà l’attivazione del sistema della ricerca nel risanamento ambientale, nelle bonifiche, nell’agroalimentare e nell’agroindustria, sia per la realizzazione dei centri di competenza, sia per l’attrazione dei migliori esperti in queste discipline presenti sullo scenario regionale, nazionale e internazionale”. 

TRASPORTI: DEIANA, A SETTEMBRE TAVOLO INTERMINISTERIALE SU VERTENZA MERIDIANA

P - Il tavolo tra Regione e Governo su Meridiana si aprirà a settembre. Ne dà notizia l'assessore dei Trasporti, Massimo Deiana, al termine di un incontro tenuto oggi con l'assessore del Lavoro, Virginia Mura, e i vertici della compagnia aerea. “E’ stata acquisita la disponibilità ad affrontare la vertenza Meridiana in un tavolo interministeriale - dice Deiana - alla presenza dei responsabili delle Infrastrutture e del Lavoro, Lupi e Poletti. La Regione - aggiunge Deiana - pertanto continua a seguire molto da vicino la crisi della compagnia e coinvolgerà il Governo nella ricerca di soluzioni percorribili sulla scorta di quanto sta accadendo per Alitalia. Non ci sono dubbi - conclude l'esponente della Giunta Pigliaru - che Meridiana sia una società strategica nel contesto economico e industriale della Sardegna e per questo occorrerà massima attenzione e impegno”.

Soccorsi in mare ed attività di polizia demaniale marittima per la Capitaneria di Olbia.


Giornate di intensa attività per gli uomini della Direzione Marittima di Olbia. Nella sola giornata 
di ieri alle 15.30 circa è pervenuta, tramite il NUMERO BLU 1530, una chiamata di soccorso da 
parte di un privato cittadino afferente la presenza di un canoista in difficoltà nelle acque antistanti 
la spiaggia di Budoni e l’Isolotto di Pedrami. Immediatamente è stato disposto l’invio sul posto 
della M/V CP 802, di stanza a La Caletta di Siniscola, e di una pattuglia automontata. I militari 
intervenuti, una volta giunti in loco, hanno provveduto a dare assistenza al malcapitato turista 
che, nel frattempo, era riuscito a raggiungere faticosamente la costa, date le condimeteo 
avverse.
Alle ore 15.40 circa un’altra chiamata di soccorso, pervenuta sempre attraverso il NUMERO BLU 
1530 da parte di un privato cittadino, afferente la presenza di un gommone in difficoltà, a causa 
di un’avaria al motore, con 4 persone a bordo, nello specchio acqueo tra l’Isola di Molara e 
Punta Molara, ha portato la Sala Operativa della Direzione Marittima di Olbia a disporre 
l’immediato invio sul posto della Motovedetta CP 894. Non appena intercettato il natante ed aver 
verificato le buone condizioni di salute dei quattro turisti presenti a bordo, l’equipaggio della 
predetta motovedetta ha scortato il gommone in difficoltà, che nel frattempo veniva assistito da 
un mezzo nautico della Marina di Puntaldia, fino all’attigua spiaggia di Lu Impostu. 
Peraltro nei giorni scorsi si è anche proceduto, nell’espletamento delle attività d’istituto, al 
sequestro e sgombero di un fabbricato, adibito ad uso commerciale nel Comune di Olbia, e della 
relativa area demaniale al medesimo asservita, per un totale di circa 1560 mq., avendo 
accertato, da parte dei titolari del bar, la responsabilità per il reato di abusiva occupazione di 
pubblico demanio marittimo, di cui all’articolo 1161 del Codice della Navigazione.
Olbia 22.07.2014
PER EMERGENZE IN MARE, NON PERDETE TEMPO: CONTATTATE IL NUMERO 1530, 
ATTIVO SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE 24 ORE SU 24. LA GUARDIA COSTIERA È 
CON VOI! 
(Si riporta di seguito il link dal quale è possibile scaricare il nuovo Spot 1530 in formato zip: 
http://press.guardiacostiera.gov.it/video/istituzionale).

ANIMAS: mostra personale di Maria Jole Serreli.‏‎


ANIMAS
Mostra personale di pittura materica e scultura a Carloforte
di Maria Jole Serreli

Dal 13 al 17 agosto 2014, a Carloforte (CI), presso l’Aula Consigliare della Pro Loco, si svolgerà
ANIMAS
la nuova mostra personale di Maria Jole Serreli.
L’inaugurazione è prevista per mercoledì 13 agosto alle ore 19,00.

Dopo il successo di Dalla terra i primordi nell’acqua la gioia, la Personale tenutasi a Cagliari presso l’Hotel Regina Margherita, conANIMAS l’artista sarda residente a Terralba (OR) presenta una nuova produzione dedicata alla memoria: in mostra opere pittorico materiche e piccole installazioni provenienti da una produzione di oltre 40 pezzi, accompagnate da una nutrita selezione scultorea della produzione Statue d’animo, il suo personale presepe della vita che fa vivere i
sentimenti umani attraverso la scultura, e che riscuotono grande successo di pubblico e critica ad
ogni nuova esposizione.

L’artista approda a questa nuova mostra dopo essersi, di recente, aggiudicata il secondo premio al concorso “ANDATA E RITORNO: OLBIA-CAGLIARI”, che ha visto l’esposizione delle opere selezionate presso la galleria SpazioArte61, a Cagliari, e Pulse, a Olbia.

Una delle opere in mostra a Carloforte, all’interno di ANIMAS, è stata esposta a Milano, presso la Galleria MA-EC (Milan Art & Events Center), dal 28 giugno al 9 luglio, selezionata per “ART EXPO 2014, 1° concorso internazionale d’arte contemporanea”. Grazie a quest’opera Maria Jole Serreli ha partecipato come artista segnalata.  

ANIMAS è soprattutto il personale omaggio di Jole Serreli a Maria Lai e a Gianni Colombo, è la sintesi di studio attraverso l'utilizzo della materia: vecchi tessuti e fili di cotone legano «S'anima mia», l’anima del presente per non dimenticare quegli affetti, i suoi cari, che Jole bambina vuole rendere eterni. È nata così questa mostra autobiografica ricca di ricordi, fatta di materia e poesia, «il mio pathos», per ricordare un passato d'infanzia che ha formato la sua natura artistica.
La scelta di Carloforte per questa nuova personale non è casuale: la poetica e la bellezza del Luogo sono diventate musa ispiratrice per questa nuova produzione, le cui opere ricordano molto le reti utilizzate dai pescatori di Carloforte.

Si ringrazia la Pro Loco di Carloforte nella persona del Presidente, il Dott. Giambattista Repetto.
La mostra è promossa da Art Meeting.
Fotografia e catalogo a cura di Fabio Costantino Macis.
INAUGURAZIONE:
Mercoledì 13 agosto, dalle 19:00 alle 24:30, presso l’Aula Consigliare della Pro Loco (primo piano), Corso Tagliafico n°1.
La mostra sarà visitabile anche la mattina, su appuntamento.
ORARI E GIORNI DELLA MOSTRA:
Dal 13 al 17 agosto 2014.
Aperta tutti i giorni dalle 18:00 alle 20:00 e dalle 21:00 alle 24:00
Apertura reception dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:00
Per informazioni e appuntamenti: 348 4795744

Riapertura Ponte di Oloè. La gratitudine del Comune di Oliena


x

Dichiarazioni assessore all'ambiente Comune di Oliena Valentino Carta per riapertura ponte di Oloè


“Dobbiamo ringraziare quanti si sono impegnati al massimo per permettere la riapertura del Ponte di Oloè, quanti da subito, dalle ore immediatamente successive alla disastrosa alluvione dl 18 novembre hanno preferito l’azione alla polemica e hanno impegnato ogni loro momento per accelerare il ritorno alla normalità: penso ai tecnici delle varie amministrazioni e dell’Anas, all’impresa Sacramanti, agli operai che hanno lavorato giorno e notte. Al Commissario Ciucci, a tutta la macchina organizzativa ed amministrativa che ha superato innumerevoli ostacoli. Ai cittadini, agli imprenditori, agli operatori dell’agroalimentare e del turismo che hanno avuto pazienza ed hanno aspettato  sapendo che ci voleva il tempo necessario. E dobbiamo rivolgere un pensiero di immensa gratitudine  a Luca Tanzi  che quel 18 novembre ha sacrificato sé stesso per aiutare quanti erano in difficoltà. Come Comune di Oliena faremo quanto richiesto  sia in termini di autorizzazioni che di Protezione Civile per accelerare ogni altro intervento,  come quello per la ricostruzione del ponte di Norgheri per la quale, qualche giorno fa, l’ANAS a ottenuto dalla Regione l’autorizzazione ad eseguire i lavori. “


PER MAGGIORI INFORMAZIONI
assessore Valentino Carta  3470840759

VIALE MARCONI, RIVOLUZIONE DEL TRAFFICO: INTERVENTI PER LA NUOVA VIABILITA’

 - Rivoluzione del traffico tra Cagliari e Area vasta: viale Marconi sarà presto a senso unico.  Con la delibera approvata oggi dalla Giunta regionale, la principale arteria stradale di collegamento tra Cagliari e i comuni di Quartu Sant’Elena, Quartucciu, Monserrato, Selargius, si prepara a cambiare volto grazie alla copertura finanziaria da parte della Regione, Assessorato dei Lavori Pubblici, e del Comune di Cagliari.
LO STUDIO.   “Grazie a uno studio di fattibilità, condotto dall’Assessorato e dal Centro Interuniversitario di ricerche economiche e mobilità dell’Università di Cagliari (CIREM) – ha spiegato l’Assessore dei Lavori Pubblici, Paolo Maninchedda- sono stati individuati  i principali obiettivi di intervento: migliorare il traffico, specie nelle ore di punta, mettere in sicurezza una strada segnata da fenomeni di congestione e da un elevatissimo numero di incidenti, ridurre l’inquinamento atmosferico e potenziare il servizio di trasporto pubblico”.  
L’INTERVENTO. Lo studio di fattibilità ha individuato tre interventi: a breve, medio e lungo periodo. “Nell’immediato si interverrà con la modifica del flusso veicolare, ovvero con l’introduzione seppure parziale, del senso unico di Viale Marconi in direzione Cagliari – ha spiegato l’Assessore Maninchedda- indirizzando il flusso in uscita da Cagliari sull’Asse Mediano di scorrimento e sulla strada che costeggia il Canale di Terramaini”.  
I COSTI.  Viale Marconi è una delle strade di maggiore rilievo strategico regionale. "E' uno snodo fondamentale per l’accesso al capoluogo da parte dei residenti dell’Area vasta – ha proseguito l’assessore Maninchedda- per questo assicureremo la copertura finanziaria degli interventi facendo ricorso alle risorse stanziate dalla Legge Regionale 7 del 21.01.2014, destinate ai finanziamenti delle opere di interesse regionale, le quali ammontano a 1.750.000 euro per gli interventi del primo periodo, ai quali si dovrà aggiungere il cofinanziamento del comune di Cagliari di 100.000 euro.  Il costo totale per l’intervento “Viabilità di interconnessione asse mediano di scorrimento Area vasta di Cagliari” sarà di 25 milioni di euro". 
Gli altri due interventi, di medio e lungo periodo riguardano il risezionamento di viale Marconi con aree di sosta, marciapiedi e piste ciclabili e l’adeguamento dello svincolo di Is Pontis Paris. Ancora, nel lungo periodo, si verrà migliorata la funzionalità degli svincoli presenti sull’Asse Mediano e della viabilità di accesso alla rete.

REGIONE: GIUNTA, LE DELIBERE APPROVATE


x
 - Tra le delibere approvate dalla Giunta nella seduta odierna vi è la revisione e la riformulazione del budget di previsione e del piano degli obiettivi di SardegnaIT per l’anno in corso. Nell'illustrare il provvedimento l'assessore degli Affari generali Gianmario Demuro ha rimarcato che a partire dal prossimo anno si rivedrà interamente l'attività della società in house della Regione. L'assessore degli Enti locali, Cristiano Erriu, ha proposto tre delibere tutte approvate: la sospensione della nomina del Commissario straordinario del Comune di Putifigari a seguito dell'ordinanza del Consiglio di Stato che ha superato l'efficacia di una precedente sentenza del Tar e ha fissato la discussione nel merito l'11 dicembre 2014. Di conseguenza saranno per il momento reinsediati il sindaco e il Consiglio eletti a maggio scorso; l'autorizzazione all'alienazione di due tratti di terreno sdemanializzati nel Comune di Valledoria; il riparto dei contributi per l'anno 2013 per le associazioni di Enti locali per un totale di 160mila euro con l'impegno di modificare in seguito la norma.
L'apertura della valutazione di impatto ambientale relativa al progetto di un impianto eolico dell'impresa Gilberto Lostia è stata proposta dall'assessore dell'Ambiente Donatella Spano e approvata dalla Giunta. Si tratta di un singolo aerogeneratore tripala da 200 kilowatt dell'altezza di 65 metri nel Comune di Ruinas località Monte Ironi. L’assessore dell’Agricoltura, Elisabetta Falchi, ha chiesto l’aggiornamento del comprensorio del Consorzio di bonifica della Sardegna centrale mentre il titolare del Lavoro, Virginia Mura, ha sottoposto all’attenzione della Giunta gli interventi per incentivare l’apprendistato qualificante. Entrambe le delibere sono state approvate.
L’assessore dei Beni culturali, Claudia Firino, ha proposto alla Giunta che ha dato il via libera la delibera che riporta in capo all’assessorato le azioni di comunicazione riferite ai due progetti “Sistema museale della Regione Sardegna” e “Patrimonio Sardegna Virtual Archeology”. Riguardo alla Sanità l’assessore Luigi Arru ha proposto e la Giunta ha approvato l’adeguamento delle strutture contabili delle Asl alle nuove disposizioni previste dalle leggi nazionali e la riapertura dell’elenco già costituito degli idonei, da aggiornare con cadenza trimestrale, cui attingere i direttori generali delle Aziende sanitarie.  

LAVORI PUBBLICI: 40 MILIONI CONTRO RISCHIO IDROGEOLOGICO E PER RIPRISTINO OPERE DANNEGGIATE.


 La Regione ha deliberato la spesa di 40 milioni di euro per interventi urgenti per il ripristino di infrastrutture e opere pubbliche danneggiate dalle recenti alluvioni in Sardegna e per la mitigazione del ischio idrogeologico.
La delibera, che fa riferimento alla Legge regionale 7/2014, è stata approvata dalla Giunta Regionale su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Paolo Maninchedda.
La ripartizione dei fondi.
L’esecutivo ha approvato la proposta dell’assessore competente di destinare: 
- 11 milioni e 750 mila euro ai Comuni, a favore degli interventi per le opere pubbliche e le piccole infrastrutture danneggiate;
- 25 milioni e 250 mila euro, per gli interventi urgenti per mitigare il rischio idrogeologico, con cui verranno messi in sicurezza 11 ponti, siti in prossimità di centri abitati;
- 2 milioni di euro per il comune di Olbia;
- 5 miloni per Olbia;
- 3,998 milioni per Bitti.
- 400 mila euro alla Comunità Montana Sarcidano Barbagia di Seulo per gli interventi di consolidamento sulla strada Seulo-Villanovatulo; 
- 600 mila euro alla Provincia di Nuoro per interventi sulla strada provinciale Gadoni-Seulo; 
- 200 mila euro al comune di Sennori;
- 650 mila euro al comune di Sorso per il ripristino di opere danneggiate dall’alluvione del 18 giugno scorso; 
- 400 mila euro al comune di Alghero per la messa in sicurezza del lungomare Dante e dei Bastioni; 
-350 mila euro al comune di Lula;
- 400 mila euro al comune di Palmas Arborea per il ripristino di opere pubbliche danneggiate dall’alluvione del novembre 2013.

Procedure per la ricognizione delle opere danneggiate.
Alla delibera, inoltre, è allegato l’avviso pubblico con il quale vengono fissati i termini per la presentazione da parte degli enti locali di proposte per il ripristino di infrastrutture e di opere pubbliche danneggiate. Le proposte andranno indirizzate all’assessorato dei Lavori pubblici entro quindici giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso sul sito internet della Regione.

Meteo