giovedì 28 aprile 2016

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CAPITANERIA DI PORTO LA MADDALENA

 ORDINANZA N. 63/2016 Collegamenti marittimi sulla linea Santa Teresa Gallura – Bonifacio (Corsica) Periodo: 01.05.2016 – 30.09.2016 Il sottoscritto Capo del Circondario Marittimo di La Maddalena, VISTI gli atti d’ufficio e, in particolare, la propria ordinanza n. 47/16, relativa alla disciplina degli accosti per le unità navali esercenti il servizio di collegamento marittimo di linea “Santa Teresa Gallura-Bonifacio (Corsica) per il periodo compreso tra il 01.04.2016 ed il 30.04.2016; CONSIDERATO che la competente Direzione Generale dei Trasporti della Regione Autonoma della Sardegna in materia di cabotaggio marittimo, con nota prot. n. 1221 in data 09.02.2016, ha comunicato di aver escluso, nell’ambito della recente procedura ad evidenza pubblica di affidamento del servizio di continuità territoriale di passeggeri, veicoli e merci con le isole minori della Sardegna, il collegamento marittimo con la Corsica (Santa Teresa di Gallura/Bonifacio) quale servizio sovvenzionato; VISTO il Regolamento del Porto di Santa Teresa Gallura, approvato con propria Ordinanza n. 46/08; VISTE le proprie Ordinanze n. 36/07 e n. 60/16 relative alla disciplina delle tariffe dei diritti di security portuale per il Porto di Santa Teresa Gallura; VISTA la nota prot. n. 075/15 Arm./SR in data 25.11.2015 e successiva nota integrativa prot. n. 083/15 Arm./SR in data 15.12.2015, con le quali la Società Armatrice “MOBY S.p.A.”, ha richiesto l’autorizzazione all’accosto nel periodo compreso tra il 24.03.2016 e il 30.09.2016 sulla linea Santa Teresa Gallura/Bonifacio (Corsica); VISTA la nota in data 22.03.2016, con la quale la Società Armatrice “BN Sar. Nav. Srl”, ha richiesto l’autorizzazione all’accosto ed all’effettuazione del servizio di linea in parola per il periodo compreso tra il 01.04.2016 ed il 30.09.2016; VISTA la nota prot. n. 034/16 Arm./GS in data 24.03.2016, assunta al prot. n. 4732 del 31.03.2016, con la quale la Soc. “MOBY S.p.A.” ha richiesto l’autorizzazione all’impiego di un secondo vettore navale sulla medesima linea Santa Teresa Gallura/Bonifacio (Corsica), nel periodo compreso tra il 01.05.2016 ed il 30.09.2016; VISTA la propria nota prot. n. 4793 in data 31.03.2016, relativa alla convocazione di un tavolo tecnico con le due Compagnie di Navigazione di cui sopra e la Soc. Silene Multiservizi s.u.r.l.; VISTI gli esiti dell’incontro di cui sopra ed il relativo verbale trasmesso con nota prot. n. 5336 in data 07.04.2016; VISTI gli atti d’ufficio e, in particolare, la propria nota prot. n. 6424 in data 26.04.2016; VISTA la nota prot. n. 055/16 Arm./GS in data 26.04.2016, assunta al prot. n. 6427 del 27.04.2016, con la quale la Soc. “MOBY S.p.A.” ha comunicato di voler sospendere la propria richiesta di impiego di un secondo vettore navale; RITENUTO di dover procedere alla definizione degli accosti per l’effettuazione del servizio di linea per passeggeri, veicoli e merci sulla tratta Santa Teresa Gallura/Bonifacio (Corsica) in considerazione delle istanze d’accosto sopra richiamate; ACQUISITO per le vie brevi il parere del Titolare della Delegazione di Spiaggia di Santa Teresa Gallura; VISTI gli artt. 17, 30, 62, 65 e 81 del Codice della Navigazione e art. 59 del relativo Regolamento di Esecuzione (Parte Marittima), RENDE NOTO che con la presente Ordinanza è approvato il piano operativo degli accosti per i collegamenti marittimi sulla linea Santa Teresa Gallura-Bonifacio (Corsica) e viceversa per il periodo compreso tra il 01.05.2016 ed il 30.09.2016. ORDINA Articolo 1 (Orari Arrivi/Partenze) Il piano operativo degli accosti per i collegamenti marittimi di linea sulla tratta Santa Teresa Gallura-Bonifacio (Corsica) è da intendersi disciplinato con le modalità di cui all’allegato 1. Articolo 2 (Sospensione delle corse) Eventuali motivate sospensioni delle corse dovranno essere tempestivamente segnalate da parte del Comando di bordo alla Sala Operativa di questa Autorità Marittima tramite “chiamata radio” o comunicazione telefonica e successivamente documentate mediante la presentazione dell’Estratto del Giornale Nautico-Parte II^. Quanto sopra non esime il Comandante dell’Unità, qualora ne ricorrano i casi, dalla Dichiarazione di Evento Straordinario ex art. 182 del Codice della Navigazione. Articolo 3 (Orari e Ritardi) In considerazione delle caratteristiche infrastrutturali del Porto di Santa Teresa di Gallura, i Mototraghetti devono osservare rigorosamente, ai fini della sicurezza della navigazione e portuale, gli orari di partenza previsti. Sono tollerati ritardi alla partenza non superiori a 5 (cinque) minuti. Eventuali motivati ritardi in partenza devono essere immediatamente comunicati alla Sala Operativa di questa Autorità Marittima, tramite chiamata radio o comunicazione telefonica, al fine di ottenere l’autorizzazione per l’effettuazione della partenza stessa. Alla locale Autorità Marittima dovrà essere presentato l’estratto del Giornale Nautico - Parte II^ secondo le vigenti normativi. Articolo 4 (Ascolto Radio) Tutti i Mototraghetti hanno l’obbligo di effettuare, durante la navigazione, ascolto radio continuo sul canale 16 VHF. Tale ascolto dovrà essere assicurato anche nei 20 (venti) minuti che precedono la partenza. Articolo 5 (Disposizioni ed Ormeggi) Nei periodi in cui entrambi i Mototraghetti delle Compagnie di Navigazione “BN Sar. Nav. srl” e “Moby S.p.A.” devono operare nel Porto di Santa Teresa di Gallura, l’unità in arrivo, prima di entrare nel canale d’ingresso, deve contattare via radio l’unità in partenza ed impegnare il canale solo quando quest’ultimo sarà liberato dall’unità in uscita. Al termine del servizio, i posti ormeggio disponibili presso la banchina commerciale delle unità che espletano il servizio in parola, salvo diverse disposizioni della locale Autorità Marittima in relazione ad esigenze e/o cause di forza maggiore, saranno assegnati ai due Mototraghetti in linea. Articolo 6 (Norme sanzionatorie) I contravventori alle disposizioni di cui alla presente Ordinanza saranno perseguiti, salvo che il fatto non configuri diverso e/o più grave reato anche ambientale, ai sensi degli articoli 1174 e 1231 del Codice della Navigazione. Articolo 7 (Varie) La presente Ordinanza entra in vigore a partire dal 01.05.2016 ed abroga e sostituisce la sopra richiamata Ordinanza n. 47/16 ed ogni altra eventuale disposizione in contrasto con la presente. Articolo 8 (Disposizioni finali) È fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente Ordinanza, la cui pubblicità verrà assicurata mediante affissione all’albo di questa Capitaneria ex art. 59 del Regolamento di Esecuzione al Codice della Navigazione, comunicazione agli organi di informazione, invio ai soggetti interessati e pubblicazione sul sito internet - www.guardiacostiera.gov.it/la-maddalena. La Maddalena, 28.04.2016 Firmato in originale IL COMANDANTE C.F. (CP) Leonardo DERI

PACI APRE FORUM PA: REGIONE PIÙ SEMPLICE E TRASPARENTE PER MIGLIORARE LA VITA DEI CITTADINI SARDI

 “Lavoriamo a una pubblica amministrazione più semplice e più vicina al cittadino. Digitalizzazione, trasparenza e anticorruzione, semplificazione delle procedure per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese: oggi  parliamo di tutto questo, di come la Regione cambia per essere sempre più efficiente e per intensificare il dialogo con i sardi. La Giunta Pigliaru  sostiene fortemente questi processi di riforma, convinta che una pubblica amministrazione più efficiente e trasparente faciliti la vita di tutti i cittadini”. L’ha detto il vicepresidente della Regione, Raffaele Paci, aprendo alla Fiera di Cagliari la due giorni del Forum PA. “Stiamo lavorando sin dal primo giorno in questa direzione, per promuovere una cittadinanza digitale, garantire servizi rapidi, sostenere l’occupazione e la competitività delle imprese promuovendo così la cultura della partecipazione che passa ormai inevitabilmente da quella banda ultralarga che è ormai una realtà e segna una svolta vera per la Sardegna”.
I PUNTI DEBOLI DA COMBATTERE. “Poca trasparenza, molta corruzione, difficoltà a fare impresa: l’Italia non è messa bene, è evidente che dobbiamo cambiare, non possiamo continuare in questo modo - ha aggiunto il vicepresidente Paci -. Queste due giornate saranno fondamentali, perché la Sardegna ha già una serie di strumenti per realizzare questo cambiamento: abbiamo stretto patti, siglato accordi, in particolare con Transparency International per cercare di monitorare il più possibile bandi e appalti, garantendone trasparenza e correttezza. Solo così i cittadini possono avvicinarsi alla Pubblica amministrazione con più fiducia".
SARDEGNA DIGITALE, GRANDE RISORSA. Molto avanti è la Sardegna in tema di Agenda digitale, avendo intuito da subito come la digitalizzazione sia uno strumento fondamentale sia per la connessione con l’esterno - il che per un’Isola è vitale - che per assicurare la connessione e l’integrazione fra le zone più interne con le città, garantendo pari opportunità a tutti i cittadini e contribuendo così a bloccare lo spopolamento. “La Sardegna è una delle Regioni che ha fatto più passi avanti in questo campo, tanto da essere vista come un vero e proprio punto di riferimento – ha sottolineato Paci –. È la regione con più numero di start up, il contamination lab è un esempio a livello nazionale. Stiamo restituendo a Cagliari la Manifattura, la apriamo a imprese creative, ai giovani che qui incrociano le loro intuizioni, le loro idee e progettano le loro imprese. Ancora, stiamo lavorando per avere una vetrina di prodotti sardi su Amazon, la grande piattaforma internazionale che permetterà di raggiungere ogni parte del mondo anche al piccolissimo produttore della zona più isolata. Ma tutto questo lo possiamo fare se siamo credibili come pubblica amministrazione, se attraiamo investitori internazionali, rispettiamo i tempi, garantiamo trasparenza e rapidità. Le risorse ci sono, abbiamo centinaia di milioni di euro che possono e devono servire per rivitalizzare le nostre imprese. Ma non bastano i soldi: i bandi devono essere semplici, a sportello, basta con burocrazie e procedure che durano anni e non si concludono mai. Trasparenza, innovazione, partecipazione: come Giunta ci crediamo, vediamo che su questa strada ci sta seguendo la struttura Regione ma anche i Comuni, e questo è necessario per costruire opportunità di lavoro dunque ricchezza e sviluppo economico. Se non c’è lavoro non c’è futuro – ha concluso il Vicepresidente –, perché se non c’è lavoro i giovani vanno via. La pubblica amministrazione può fare molto per creare e favorire opportunità di occupazione e sviluppo: lo vedremo in questi giorni, spiegheremo ai sardi che nella Regione hanno un alleato affidabile”.

Olbia: al Giovanni Paolo II si attiva il Punto di distribuzione unico dei farmaci

 L’Azienda sanitaria attiva il Punto di distribuzione unico dei farmaci di Olbia: per completare il trasferimento la Farmacia territoriale resterà chiusa nelle giornate del 2 e 3 maggio.

Dal 4 maggio 2016 nella Hall del padiglione A dell’Ospedale Giovanni Paolo II di Olbia, nei locali vicini al Centro Unico di Prenotazione (Cup), sarà attivato il nuovo Punto di distribuzione unico dei farmaci, in cui verrà garantita la distribuzione dei farmaci della Farmacia Ospedaliera (che assicura l’erogazione di farmaci per i pazienti in dimissione da ricovero e da visita ambulatoriale), e della Farmacia Territoriale (punto di distribuzione diretta perl’erogazione di farmaci e dispositivi medici ai pazienti presenti nel territorio della Asl).

Per consentire il trasferimento del punto di distribuzione della Farmacia Territoriale dalla struttura sanitaria del San Giovanni di Dio all’ospedale, il servizio verrà chiuso al pubblico nelle giornate di lunedì 02 e martedì 03 maggio 2016. La sua regolare attività riprenderà nella giornata di mercoledì 04 maggio nei nuovi locali, dove è già operativa la Farmacia Ospedaliera.

Per contattare il Servizio della Farmacia Territoriale è sufficiente comporre lo 0789/552199 – 143.

+SLITTA AD ALTRA DATA LA CONFERENZA STAMPA DELL'ASSESSORE ERRIU+++

 - La conferenza stampa di presentazione dell'avviso pubblico "Case a un euro", inizialmente in programma domani alle 9 all'Assessorato degli Enti locali, slitta a data da destinarsi.


DOMANI CONFERENZA STAMPA SU AVVISO PUBBLICO ‘CASE A UN EURO’

 - Domani alle 9, all’Assessorato degli Enti locali (viale Trieste 186, quinto piano – Cagliari) si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’avviso pubblico ‘Case a un euro’, alla presenza dell’assessore Cristiano Erriu, del sindaco di Ollolai Efisio Arbau e dei primi proprietari che hanno aderito all’iniziativa. L’avviso pubblico del Comune di Ollolai, che ha per obiettivo l’assegnazione degli immobili inutilizzati o sottoutilizzati per finalità turistico-ricettive o abitative, è un esempio di riutilizzo dell’esistente nei centri storici dei paesi della Sardegna.

Giornalisti e operatori tv potranno parcheggiare le loro auto all’interno del recinto custodito dell’Assessorato (ingresso via San Paolo).

ENTI LOCALI, SALDATO AI COMUNI FONDO UNICO 2015 PER OLTRE 83 MILIONI

 L’Assessorato degli Enti locali ha saldato l’ultima tranche del Fondo Unico 2015 riservato a tutti i Comuni della Sardegna. La Direzione generale degli Enti locali e finanze questa mattina ha provveduto al pagamento di complessivi 83 milioni 522mila euro.

PROTEZIONE CIVILE, DOMANI IN FIERA LA PROGETTAZIONE PER RIDUZIONE RISCHI. SABATO IL SISTEMA DI ALLERTAMENTO

 Proseguono gli appuntamenti della Protezione civile regionale in occasione della 68^ Fiera internazionale della Sardegna.
VENERDÌ. Domani, alle 16,30 nella tenda multifunzione della Protezione civile nel piazzale di fronte al padiglione I, è in calendario “Consapevolezza e responsabilità. Progettazione per la riduzione del rischio nei disastri”, un seminario organizzato in collaborazione con la Facoltà di Architettura di Alghero. Durante l’incontro, a cura dell’urbanista dell’Università di Sassari Paola Rizzi, saranno presentati ed esaminati vari casi di studio e progetti realizzati per la mitigazione del rischio e per stimolare la resilienza della popolazione, cioè la capacità di superare un evento calamitoso e ritornare alla normalità. I progetti rimarranno in esposizione nella tenda multifunzione fino al 2 maggio.
SABATO. Dopodomani, alle 10,30 nella tenda multifunzione della Protezione civile nel piazzale di fronte al padiglione I, viene presentato "Il sistema di allertamento della Regione Sardegna". L’iniziativa è curata dal Centro funzionale decentrato di protezione civile, settore idro e settore meteo in collaborazione con l'Arpas). Verranno descritti i documenti emessi dal Centro Funzionale Decentrato nel quotidiano e in caso di allerta (bollettini di criticità regionali, avvisi di condizioni meteorologiche avverse e avvisi di allerta per rischio idrogeologico e/o idraulico). Inoltre si parlerà dei modelli previsionali, della rete e degli strumenti di acquisizione dei dati presenti sul territorio regionale. 
Lo stand della Protezione civile fornisce informazioni ai cittadini e si trova all’interno del padiglione I. Nel piazzale esterno sono in mostra i mezzi di eccellenza acquistati a fine 2015 per le finalità di protezione civile.

newsletter


  

Primo maggio al MAN. Entrata gratuita

01.05.2016
Nella giornata del 1° maggio, festa del lavoro e prima domenica del mese, l'ingresso al museo sarà gratuito. Si potranno visitare le mostre: "Salvatore Fancello. Disegni", "Roman Signer. Films and installations" e "Ettore Favini. Arrivederci". Nel pomeriggio si terranno conversazioni e visite guidate a cura del dipartimento didattico. Consulta i comunicati stampa.
Primo maggio al MAN. Entrata gratuita

MAN_Museo d'Arte Provincia di Nuoro

Via Sebastiano Satta 27 - 08100 Nuoro
tel +39.0784.252110
Orari: 10:00 - 13:00 / 15:00 - 20:00 (Lunedì chiuso)
info@museoman.it

mercoledì 27 aprile 2016

CONSIGLIO COMUNALE IL 30 APRILE

Il vicesindaco di La Maddalena Fabio Lai ha convocato il consiglio comunale per le 9:00 di sabato 30 aprile. Sono ben 23 i punti all’ordine del giorno.
  • Consegna premio per la realizzazione del logo di 250 anni della fondazione della Città di La Maddalena;
  • Articolo 28, comma secondo del regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale: interrogazioni, comunicazioni, interpellanze ed osservazioni;
  • Istituzione contributo di sbarco e approvazione del regolamento per la sua applicazione;
  • Imposta Unica Comunale (Iuc)-componente Tari – approvazione piano finanziario tariffario 2016;
  • Addizionale comunale all’Irpef – approvazione aliquote anno finanziario 2016
  • IUC – componente IMU – misura aliquote per l’anno finanziario 2016;
  • IUC – componente TASI, misura aliquote anno finanziario 2016
  • Approvazione DUP -documento unico di programmazione 2016-2018
  • Approvazione Bilancio 2016-2018 e relativi allegati di programmazione finanziaria;
  • Variazione al Bilancio 2016-2018 e relativi allegati;
  • Riconoscimento di debito fuori bilancio sentenza numero 163/2015 Contu Vincenzo/comune di la Maddalena;
  • Riconoscimento di debito fuori bilancio sentenza numero 510/2015 tribunale di Tempio Pausania: Cossu Maria ved. Repetto/Comune di La Maddalena;
  • Riconoscimento di debito fuori bilancio – Luigina Anna Delogu-sentenza;
  • Riconoscimento di debito fuori bilancio sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna numero 165/2016 CICLAT/Comune di La Maddalena;
  • Causa Cc Cantieri Costruzioni Cemento S.p.A.- Comune di La Maddalena, riconoscimento di debito fuori bilancio geometra Domenico Pecorella;
  • Regolamento generale sul commercio e sulle attività produttive;
  • Opera Pia, discussioni in merito al cambio di destinazione d’uso –determinazioni;
  • Aggiornamenti completamento catasto incendi anno 2015 comune di la Maddalena;
  • Adeguamento PUC al PPR e al PAI, atto di indirizzo;
  • Redazione PUL, atto di indirizzo;
  • Parco Nazionale Arcipelago La Maddalena, problematiche e relazioni col Parco;
  • Discussione in merito all’arrivo perimetrazione Parco Nazionale Arcipelago La Maddalena (su richiesta gruppo consiliare Vento che Cambia);
  • Discussione proposta collegamento con tunnel La Maddalena-Palau (su richiesta gruppo consiliare Vento che Cambia)

– 1 al Trofeo Carpaneda #AcqueLibere CVC e Acque Libere Bene, ci siamo, ormai resta davvero poco tempo! Da domani e per quattro giorni avrà inizio un grande evento sportivo e una bellissima esperienza che noi di Acque Libere stiamo condividendo con tantissime persone. Soci, amici, parenti, sostenitori, non manca nessuno. Ma prima che tutto abbia inizio, alla vigilia di questa manifestazione velica unica in Sardegna, vogliamo ringraziare il Centro Velico Caprera. Il Presidente del CVC Paolo Martano e tutti coloro che fanno parte dello staff – Silvia Ferri, Andrea Gilardi, Federico Bartoli, Alberto Radaelli, Federica Corona, Mario Stella, Stefano Crosta – collaborano con Acque Libere da ormai tre anni e offrono la loro professionalità per le nostre iniziative, con tanta passione, grinta e una buona dose di allegria. Non parliamo solo del lavoro di queste persone, ma anche della disponibilità all’utilizzo di mezzi e strumentazioni necessarie per organizzare un campo di regata. Dai gommoni alle boe, dalle cime alle ancore, tutto è stato condiviso fin dal primo momento per rendere possibile regate e manifestazioni. Perciò, a nome di Acque Libere… grazie Paolo e grazie a tutto il team CVC!

– 1 al Trofeo Carpaneda #AcqueLibere

CVC e Acque Libere
Bene, ci siamo, ormai resta davvero poco tempo!
Da domani e per quattro giorni avrà inizio un grande evento sportivo e una bellissima esperienza che noi di Acque Libere stiamo condividendo con tantissime persone.
Soci, amici, parenti, sostenitori, non manca nessuno. Ma prima che tutto abbia inizio, alla vigilia di questa manifestazione velica unica in Sardegna, vogliamo ringraziare il Centro Velico Caprera.
Il Presidente del CVC Paolo Martano e tutti coloro che fanno parte dello staff – Silvia Ferri, Andrea Gilardi, Federico Bartoli, Alberto Radaelli, Federica Corona, Mario Stella, Stefano Crosta – collaborano con Acque Libere da ormai tre anni e offrono la loro professionalità per le nostre iniziative, con tanta passione, grinta e una buona dose di allegria.
Non parliamo solo del lavoro di queste persone, ma anche della disponibilità all’utilizzo di mezzi e strumentazioni necessarie per organizzare un campo di regata.
Dai gommoni alle boe, dalle cime alle ancore, tutto è stato condiviso fin dal primo momento per rendere possibile regate e manifestazioni.
Perciò, a nome di Acque Libere… grazie Paolo e grazie a tutto il team CVC!

Meteo