domenica 22 aprile 2018

GINECOLOGIA TEMPIO


 - A causa di una situazione di necessità e urgenza, la Ats-Assl di Olbia è costretta suo malgrado a sospendere temporaneamente l’attività di ricovero presso il reparto di Ostetricia e Ginecologia di Tempio Pausania, in quanto non vi sono le condizioni per garantire gli standard di sicurezza irrinunciabili, come ad esempio la guardia attiva di tutti gli operatori, previsti dall’accordo Stato-Regioni 37/2010 e recepito dal Decreto sugli standard ospedalieri (Decreto 70/2015) e integrato con il successivo Decreto del novembre 2015 (specifico sul mantenimento dei punti nascita con meno di 500 nati in aree disagiate ed insulari). 

Da questa mattina, infatti, dei sette medici (compreso il primario) in servizio nel reparto di Ostetricia e Ginecologia del “Paolo Dettori”, quattro medici risultano assenti da servizio (due dei quali assenti da 6/8 settimane, uno assente da oggi per un mese, e un quarto medico assente da oggi per motivi personali).

La Ats-Assl di Olbia da giorni sta lavorando alla risoluzione di una criticità che si protrae ormai da tempo: negli scorsi giorni, attingendo dalla graduatoria della Aou di Cagliari, ha proceduto ad inviare i telegrammi per l’assunzione di alcuni professionisti a tempo determinato . Procedura ancora in corso.

Contestualmente, in ambito Ats, sin da oggi, grazie al personale proveniente dall’ospedale di Olbia, ma anche dalla Assl di Nuoro e Sassari, viene garantito a Tempio Pausania un “Presidio di emergenza”, volto a garantire la presa in carico dei parti non differibili o delle urgenze che necessitano di un intervento immediato in stretta collaborazione con il servizio di 118.  

In questo scenario la Assl di Olbia, di concerto con la direzione dell’Ats, ha informato della situazione l’assessore regionale alla Sanità oltre che il sindaco della città nonchè il presidente della Conferenza dei sindaci.

venerdì 20 aprile 2018

NE CARABINIERI SARDEGNA Comando Provinciale di Sassari Comunicato Stampa SASSARI: CAMPIONARIO DI STUPEFACENTI E BANCONOTE FALSE DUE PERSONE IN ARRESTO

Nella giornata di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Sassari hanno tratto in arresto due Sassaresi, A.M., classe ’82 e P.G., classe ’85, ritenuti responsabili dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione di banconote falsificate e detenzione abusiva di cartucce. Nel tardo pomeriggio i Carabinieri del Nucleo Operativo hanno eseguito una minuziosa perquisizione nell’appartamento di A.M., che ha consentito ai militari di rinvenire e sequestrare un vero e proprio campionario di sostanze stupefacenti di diverso tipo: 30 grammi di marijuana, 12 grammi di cocaina, 6 pasticche di suboxone (un farmaco a base di oppioidi), 85 grammi circa di sostanza utilizzata per il taglio di altre sostanze stupefacenti, oltre a tre bilancini elettronici di precisione e 150 euro ritenuti provento dell’attività di spaccio. Nel corso del controllo venivano anche individuate 15 banconote da euro 20 falsificate, riportanti tutte lo stesso numero di matricola. Infine, oltre allo stupefacente ed alle banconote false, si rinvenivano anche due cartucce per pistola, calibro 6,35, detenute abusivamente. Per i due Sassaresi scattavano le manette, dopo di che, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, venivano tradotti presso la loro abitazione in regime di arresti domiciliari in attesa dell’udienza in rito direttissimo. Nella mattinata odierna, per i due arrestati veniva disposta la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Sassari.

martedì 17 aprile 2018

NAUTICO IN CROCIERA





Hanno preso il via i 30 allievi della scuola del nautico d La Maddalena per la solita crociera- studio che li porterà in giro per nove giorni in Cordsica Poerto Vecchio e Bastia per 160 miglia in toscana Capraia Porto Ferraio e Isola del Giglio per altrettante miglia da percorre  per poi rientrare poi a La Maddalena dopo circa 300 miglia . Ad accompagnare gli alunnio delle terze , quarte e quinte classi c’erano i genitori, amici il sindaco Montella e l’assessore Maria Pia Zonca che hanno consegnato agli studenti il guidone dell’isola, ma anche un messaggio da consegnare al sindaco dell’isola del Giglio. Li supporteranno oltre il responsabile  del progetto Giulio Plastina, la preside Moggi oltre i docenti della scuola e istruttori  o esperti  esterni con 4 imbarcazioni a vela dotate  di cabine interne, bagni ,strumentazioni di navigazione , dotazioni e sicurezza  e quanto necessario per la navigazione ,in regola le vigenti normative  internazionali . L’obiettivo è quello di effettuare gli stage a vela che nasce dall’esigenza di ridare slancio al ruolo degli istituti per  il trasporto e la logistica,  quali scuole dio formazione esclusive nel settore marittimo. Per decenni questi istituti hanno formato generazioni di allievi che hanno solcato i mari  del mondo diventando, comandanti di navi  mercantili,  skipper, piloti di aereo mobili  e ufficiali di marina . SI tratta di un’ esperienza unica dal punto di vista didattico e umana  già collaudata negli ultimi anni scolastici. <gli alunni nel corso della navigazione  avranno la possibilità di apprendere l’arte del navigare a vela , saranno coinvolti direttamente nella gestione e conduzione delle imbarcazioni ;Peone

EMERGENCY




Si è conclusa brillantemente a La Maddalena la V^ edizione delle 1OOcene di Emergency! Il gruppo ringrazia di cuore Il ristorante Miralonga, la compagnia delcomar, la gelateria La Finestrella ma soprattutto le persone presenti.
In 180 hanno partecipato con entusiasmo all’evento che, in tutta Italia, tra marzo e aprile, è diventato un appuntamento fisso, per raccogliere fondi a sostegno del programma Italia. Ormai sono decine di migliaia le persone che in tante regioni fanno riferimento agli ambulatori fissi e mobili, distribuiti nello stivale, perché impossibilitate a ricorrere alle cure del servizio sanitario nazionale. Inizialmente il programma Italia era nato per aiutare i migranti, costretti a lavorare in condizioni precarie, nelle piantagioni di arance e di pomodori soprattutto, privi di qualunque forma di supporto sanitario e psicologico. Nel tempo, purtroppo, ci si è resi conto che una buona parte della popolazione italiana, per mancanza di lavoro, aveva perso il diritto di ricorrere alla sanità pubblica. Così, oltre all’Afghanistan, Iraq, Sierra Leone, Sudan e Repubblica Centrafricana, sorsero poliambulatori  a Marghera, Palermo, Polistena, Napoli, Castel Volturno e Sassari, oltre agli ambulatori mobili (polibus e politruk), che lavorano a Rosarno, Bologna, Milano. Le sedi principali di Emergency si trovano a Milano, Roma e Venezia, ma in tutta Italia lavorano circa 175 gruppi di volontari, il cui compito, oltre alla raccolta fondi, è quello di diffondere una cultura di pace, attraverso il rispetto dei diritti umani e questo compito è demandato soprattutto ai gruppi scuola che lavorano nelle classi di ogni ordine e grado.
<<La Maddalena – ha detto Alina Maiore responsabile locale -ha sempre collaborato a tutte le iniziative di Emergency, con sensibilità e spontaneità. Quest’anno, oltre a rappresentanti della scuola, della sanità, della pubblica amministrazione, sempre presenti, tanti giovani hanno riempito le tavolate del Miralonga.>>Peone

lunedì 16 aprile 2018

LA PRIMA FASE DELLA GARA ILVAMADDALENA -CUS SASSARI 1.1

ANCHE IERI UN PUNTO CHE POTEVA DIVENTARE TRE SE LA FORTUNA AVESSE AIUTATO GLI ISOLANI CHE PUR PAREGGIANDO HANNO DIMOSTRATO DI VOLERE L'INTERA POSTA . LA TRAVERSA MA ANCHE LA BRAVURA DEL PORTIERE NON HANNO PERMESSO IL GOL DI VANTAGGIO . SFORTUNA ANCHE , NON TANTO PER L'ESPULSIONE , QUANTO L'INFORTUNIO DI LUCIANO CHE CON GRANDE  SENSO DI RESPONSABILITA' E DI DEDIZIONE ALLA SQUADRA PUR INFORTUNATO AL NASO , FORSE FRATTURA, IL RAGAZZO HA VOLUTO RESTARE FINO ALL'ULTIMO  PER AIUTARE LA SQUADRA   CON GRANDE SPIRITO DI SACRIFICIO .<< DEVO PER FORZA RIENTRAE  - DEVO CONTINUARE A GIOCARE  HA DETTO QUANDO ANCORA  INFORTUNATO SI E' PRESTATO ALLE CURE DEL MASSAGGIATORE PELAGIANO CHE HA VUTO UN GRAN DA FARE  PER TRANQUILLIZZARLO ..













































Meteo