giovedì 28 maggio 2020

La Asd Sportisola La Maddalena


La Asd Sportisola La Maddalena, società sportiva dilettantistica, regolarmente iscritta Coni ed affiliata ASI, con il pa ORGANIUZAtrocinio del comune di La Maddalena (SS) e dell'ASI Sardegna organizza la 7°  edizione della Night For Run, che per l’anno 2020, causa emergenza Corona Virus, sarà svolta in modalità virtuale. << La manifestazione- afferma la presidente Marta D’Amico -nata nel 2014 per promuovere il podismo nel territorio di La Maddalena , per questa edizione “speciale”  permetterà ai tanti partecipanti delle scorse edizioni di non rinunciare alla corsa notturna dell’estate, di ricevere la medaglia ed il pacco gara e di vincere i premi per i partecipanti della corsa competitiva e non competitivo >>. L’evento, dedicato alla memoria dei maddalenini Bernardino Sanna e Massimo Armanni, inoltre, supporterà come sempre, un ente benefico, che, per quest’ anno sarà la Onlus Dynamo Camp, per permettere a bambini e ragazzi con disabilità di trascorrere le vacanze nel camp italiano in Toscana gestito dall’associazione internazionale Dynamo Camp. La manifestazione inizierà ufficialmente il 31 maggio 2020 alle 8.00 AM e proseguirà fino al giorno 9 agosto 2020 alle ore 12.00 per le gare competitive e non competitive.
<< Gli iscritti- prosegue D’Amico - potranno prendervi parte individualmente iscrivendosi sul sito di sportisola o sulle pagine social dell'associazione ( facebook o istagram )>>
Ogni partecipante potrà decidere se percorrere 6 -9 -18 km o se camminarne 3-6-9 km
Chiunque sia iscritto all’evento potrà prendervi parte, stampando il proprio pettorale e scattando una foto o inviando il percorso attraverso le app sportive . Una volta inserito il risultato finale verranno spediti la medaglia e gadgets sportivi. << Gli iscritti potranno scegliere tra i diversi percorsi virtuali proposti, correndo o camminando e, di volta in volta potranno godere delle bellezze naturalistiche e storiche dell'arcipelago maddalenino. Infatti gli iscritti, tramite newsletter, potranno visualizzare video, immagini, e i percorsi scelti dai fitness trainer virtpostcards dell’arcipelago di La Maddalena   e duali.>>
il 9 agosto alle 22.00 sarà pubblicata la classifica finale di corsa e camminata. Per poter partecipare all'estrazione dei buoni acquisto, sarà necessario, per la sola attività di corsa, l’utilizzo di applicazioni running quali strava-garmin-sunto-runtastic  o l’invio, attraverso la zona privata del partecipante, dello screen dell’attività rilevato tramite app di fitness. Per la virtual walk, dove verranno premiati i più giovani e gli over"il risultato, potrà essere inserito anche tramite auto dichiarazione (annotazioni), nella zona privata del partecipante. peone

venerdì 1 maggio 2020

IL CIMITERO HA RIAPERTO


Da ieri, giovedì 30 aprile, ha riaperto per tutti i giorni   il cimitero civico, chiuso per il coronavirus,   con gli orari ,per adesso, limitati dalle ore 8:30 alle  12:30. L’ordinanza che spiega come uno si deve comportare ,conferma che il  1 maggio come del resto anche il 2 giugno il cimitero sarà chiuso. Chi deve visitare i loro congiunti saranno per ora, contate 20 persone che pero , è scritto nell’ordinanza , dovranno essere munite di mascherine, ma anche di  guanti e rispettare al massimo la distanza di almeno di un metro e non devono creare assembramenti e tanto meno fermarsi per salutare altre persone. Il tutto sarà controllato dal personale che seguirà i movimenti delle persone. 


maria grazia pedroni va in pensione


Maria Grazia Pedroni segretaria del sindaco Montella da oggi ha lasciato la sua postazione dopo 34 anni di continuo lavoro con diversi sindaci che si sono susseguiti nel tempo . Il suo curricula è davvero in teressante perché annovera i personaggi –sindaci da quando nel 1981 era stata assunta. Ha iniziato quando sindaco era Gavino Canopoli  per il servizio finanziario –  quando era responsabile del servizio rag. Giovanni Maria Masala continuando a lavorare fino al 1990 . E’stato il sindaco Pietro Dettori che ha ha deciso il suo trasferimento presso la sua Segreteria  continuativamente per 30 lavorato oltre che con lo stesso Dettori anni. Ha  , con i Sindaci Roberto Brocca, Giuseppe Deligia, i commissari Giovanni Meloni e Antonello Mulas, poi con il Sindaco Pasqualino Serra, il commissario Pietro Farci, i Sindaci Mario Birardi, Rosanna Giudice, il Commissario Ignazio Portelli, ed infine Angelo Comiti (per due legislature) e l'attuale Sindaco Luca Carlo Montella. Naturalmente oltre che con loro ha lavorato con tutti gli Assessori e Consiglieri comunali delle rispettive amministrazioni collaborando anche con i segretari comunali . << E' stata un'esperienza coinvolgente-ha detto- straordinaria e ricca di emozioni in cui ho potuto osservare quanto impegno, lavoro e dedizione possa esserci dietro ciascuna scelta, ciascuna decisione e quali enormi sacrifici per chi si dedica con disinteressato amore per il paese. >> - In pensione dal 1 maggio 2020 -



giovedì 30 aprile 2020

INDUSTRIA TURISTICA LA PIU' COLPITA


Annalisa Manca , imprenditrice nel comparto turistico lancia un grido d’allarme per  l’ ‘industria turistica sarda in un momento davvero particolare per tutti , ma in special modo delle migliaia aziende turistiche che operano in Sardegna e che creano quel volano economico pari al 7% del PIL regionale.

<<  L’industria turistica- prosegue Manca- insieme a tutta filiera che le gravita attorno per la fornitura di prodotti e servizi (bar, ristoranti, artigiani, guide turistiche ecc), crea un bacino di lavoratori molto importante. >>  A giudizio della imprenditrice proprio il turismo è stato il settore più colpito dall’attuale emergenza sanitaria, ma sul turismo nessuna informazione che faccia presupporre un epilogo positivo per le aziende. << Ad oggi nessun aiuto e azione concreti sono stati previsti dai vari DPCM governativi, se non quello di indebitarsi ulteriormente con le banche, (solo se in possesso di determinati requisiti). La riapertura prevista per giugno, nemmeno sicura, porterà inesorabilmente alla morte di centinaia di piccole aziende che, già stremate dal fisco e dalla crisi, non riusciranno a rialzare le serrande.>> Ritiene che tutto questo sia oltremodo vergognoso e gravissimo.<< Abbiamo bisogno di provvedimenti immediati che tutelino il nostro settore, si potrebbe partire con il sostegno finanziario a fondo perduto e la cancellazione dei tributi per tutto il 2020 per tutte le aziende e sostegno per chi assume con sgravi fiscali. Sviluppare e progettare un piano di rientro alla normalità incentivando il turismo regionale e nazionale con bonus e sconti per chi sceglie la nostra terra come meta turistica, voucher per visite ai musei, spiagge e parchi archeologici, sospensione o dimezzamento del prezzo dei parcheggi a pagamento. >> Le categorie non vogliono essere lasciati da parte e non vogliono

essere lasciati da parte e non vogliono condannare migliaia di famiglie all’assistenzialismo come unica opportunità di sopravvivenza.peone

 


mercoledì 29 aprile 2020

IL SALUTO DI MARIA GRAZIA PEDRONI ALA STAMPA


Carissimi amici della  “Informazione” ,

dopo quasi 39 anni di servizio in questo palazzo, di cui 30 trascorsi nella Segreteria del Sindaco,  non posso lasciare senza porgervi in amicizia, un caro saluto e ringraziarvi per l’attenzione, la cura, la disponibilità e la preziosa collaborazione che in tutti questi anni, costantemente,  ho potuto riscontrare in voi e non solo nei miei confronti ma soprattutto rispetto al servizio che mi ha visto sempre impegnata.
Il 30 aprile sarà il mio ultimo giorno di lavoro e dal 1° Maggio sarò in pensione.
Vi lascio non senza esprimervi tutta la mia stima profonda per l’onestà  intellettuale che vi contraddistingue, nella divulgazione delle notizie, rispettando la ricerca della verità e la vostra autonomia di pensiero, difendendo il vostro operato  laddove l’informazione potesse risultare utile ma scomoda  o in contrasto con i destinatari. Posso affermare che tutto è sempre rientrato nel confronto dialettico tra le parti, nel massimo rispetto reciproco; e di questo sono stata tante volte testimone .
Grazie per il servizio svolto con passione ed equilibrio ed in alcuni casi, per la simpatica ironia. Continuerò a leggere con attenzione la Vostra informazione, gli approfondimenti  e ad apprezzarne i contenuti. Con l’onore di aver collaborato con voi, il mio più affettuoso abbraccio.
Maria Grazia Pedroni


LA EVITATA CHIUSURA DEL REPARTO MEDICINA


E’ stato un lunedi’ nero che poteva cambiare la vita di tutta la comunità se non si fosse intervenuti in tempo,  la situazione poteva concludersi con la chiusura del reparto di medicina. La causa di tutto è stata la mancanza di un medico del reparto di medicina che ha fatto scattare l’allarme della sua chiusura  da parte dell’Asl. La reazione è stata immediata sia dei 7 degenti che avrebbero dovuti essere trasferiti in altri ospedali che dagli infermieri e le os che hanno subito organizzato un sit in  di protesta silenzioso ( vedi foto ) per contrastare questa decisione. Le stesse infermiere hanno subito avvisato il Sindaco Montella che nel giro di poche ore ha risolto la situazione con l’appoggio di altre componenti come l’Associazione presidio Paolo Merlo.
 Nel reparto di medicina ci sono  due medici che si alternano per il servizio, poi una coordinatrice , 13 infermiere e due operatori socio sanitari che però sono sottorganico. ^Una volta che un medico manca non si può operare ed allora invece che sostituirlo , come avvenuto, avevano deciso la chiusura, poi conclusasi positivamente . Duro l’intervento della segreteria territoriale della CIGL sanità Gessica Cardia, insieme a Luisella Maccioni che nel loro intervento hanno scritto chiaramente << che le responsabilità non sono piu di uno oscuro funzionario regionale (sic) , ma sono responsabilità chiare ed evidenti ed hanno un nome e cognome l’assessore alla sanità . Un assessore che non ha saputo gestire l’emergenza covid negli ospedali non può essere un rappresentativo di una sanità che nelle inerzia della regione ha saputo dare risposte con la professionalità dei lavoratori.
  Come cittadino attento e partecipe, Bruno Useli ex comandante dei vigili urbani ,  è veramente indignato del grave atto   che stava per essere consumato alla collettività. << Il diritto alla salute-commenta - è stato messo a repentaglio da tutti i politici  che nel tempo hanno tolto i sevizi essenziali . Questo ultimo atto è stato un tradimento a tutta   la collettività da parte dei politici che hanno il potere decisionale e che in campagna elettorale si erano rivolti ai cittadini elettori affermando che l’ospedale non sarebbe stato chiuso ,anzi  potenziato . L’atto di forza di lunedi è stato fatto in un situazione di emergenza sopra  tutto perché i cittadini in questo momento non potevano riunirsi per manifestare tutta la loro rabbia. Mentre Gigi Cataldi fa notare la tempestivita’dell’Amministrazione, ma soprattutto dei medici e degli infermieri che con professionalita’si sono mobilitati insieme ai degenti in attesa di risposte. Si sono fatti vedere, afferma Cataldi, quelli che hanno venduto fumo sino a ora; in un momento cosi’ delicato non e’ giusto approffittarsene di questa situazione.Aldo Pireddu afferma che quanto accaduto lunedi’ e’ l’ennesimo tentativo di declassare tutto l’ospedale a casa della salute.Dopo il declassamento del Pronto Soccorso si e’ scelto di chiudere un reparto anziche’ sopperire alla carenza di una unita’ medica.Trasferire pazienti anziani e deboli e’insensato. Pireddu si pone una domanda: chi ha ideato questo progetto? Se non e’ stata la politica Regionale, dove vanno cercate le responsabilita’se ci sono ?

sabato 11 aprile 2020

Dipinto di Andrea e Giancarlo.





RUGGIERO SCONFIGGE MARABBECCA.


Un nostro amico carrettiere Siciliano ci ha chiesto un dipinto del coronavirus per il suo carretto.Noi gli abbiamo inviato questo:
Marabbecca è un mostro infernale della tradizione popolare Siciliana: il nome viene da l’arabo, forse Harh Bek, mostro nascosto (un po' come la nostra Mamma del Sole) e si sconfigge stando tutti uniti.
Questo è un omaggio a tutti coloro che si stanno impegnando per salvare le nostre vite, al personale sanitario, alle Forze dell’ordine, ai volontari, a chi ci consente di comprare il pane, a tutti. Ricambiamoli stando a casa, così risparmiate anche. Se vi è piaciuto il dipinto potete prenotarne qualche altro, per la prossima asta di beneficenza, base d’asta 200 €uri.
È anche un’opportunità per fare a tutti voi gli auguri di Buona Pasqua. Andrea e Giancarlo




venerdì 10 aprile 2020

Appello della Assl di Olbia: condivisone scrupolosa dei percorsi della gravidanza




OLBIA, 10 APRILE 2020 - In questo periodo di intenso lavoro per le
strutture ospedaliere impegnate nella gestione del Coronavirus, la Ats
Assl Olbia invita tutte le gravide del territorio di La Maddalena e
Tempio Pausania, a condividere scrupolosamente con lo staff sanitario il
percorso della gravidanza.

In particolare nelle ultime settimane, il confronto con gli operatori
sanitari diventa fondamentale per una gestione ottimale del parto.
A tal proposito si fa presente che, vista la chiusura di molte attività
ricettive legate al Coronavirus, la Assl di Olbia invita le donne, in
accordo con gli specialisti, a condividere un pronto e precoce ricovero
nel reparto di Ostetricia del "Giovanni Paolo II" così da evitare
eventuali criticità che potrebbero verificarsi a fine gravidanza.

Si ricorda alla popolazione che l'attività dell' ospedale viene
garantita in assoluta sicurezza e che l'eventuale gestione di casi di
Coronavirus segue percorsi distinti da quelli dedicati alla routine.

Per trasmettere una maggiore sicurezza alle gravide, e stare ancor più
vicino a loro, la Ats Assl Olbia ha attivato un nuovo servizio:
"l'ostetrica risponde", al numero 327 0452838, il cui compito è quello
di dare risposte ai quesiti più vari che le donne in attesa vorranno
porre. Il servizio sarà disponibile tutti i giorni, dalle ore 09.00 alle
11.00 e dalle 16.00 alle 18.00.
Restano comunque attivi il numero della sala parto 0789552977 per
problematiche inerenti il parto ed il numero del medico di guardia 0789
552823 per qualunque urgenza.



--
Azienda per la Tutela della Salute
Area Socio Sanitaria Locale di Olbia
Ufficio Stampa
dott.ssa Antonella Manca
Via Bazzoni-Sircana, 2-2A, 07026, Olbia
Tel. 0789.552379
Mobile 334.6898796
Fax 0789.552363
e.mail: ufficiostampa.ol@atssardegna.it.it
Twitter: @ATS_Sardegna
Area degli allegati

martedì 7 aprile 2020

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO


L’emergenza sanitaria Covid-19 con la conseguente emergenza economica crea allarmi e preoccupazioni a chi è due volte “isolato”. Dove tutta l’economia è dipendente dall’attività turistica, in un momento in cui non si riesce a capire cosa dovrà succedere durante l’imminente stagione estiva, con totale assenza di prenotazioni per qualsiasi tipo di attività, sono immaginabili allarmi e preoccupazioni. Risulta evidente, che in tale contesto, che la disperazione si legge sulla faccia di ognuno, ciò ha imposto una profonda riflessione che ha risultato possibili soluzioni e progetti da inoltrare ad ogni ente preposto, sperando in un favorevole accoglimento.
Le “PARTITE IVA DI LA MADDALENA”, costituitesi in modo spontaneo in un gruppo attraverso la c.d. “Rete”, hanno individuato, per singoli punti, alcune iniziative che possono contribuire a rendere meno drammatico l’anno 2020, anno nel quale, purtroppo, le risorse, umane e materiali, saranno utilizzate, primariamente, per fronteggiare l’emergenza sanitaria ed economica a causa del Covid-19. In questo momento tanto difficile è indispensabile che la Regione Sardegna, il Comune di La Maddalena e l’Ente Parco facciano a pieno la loro parte e svolgano il ruolo primario che sempre a loro compete. Ciò e quanto ci evidenziano i portavoce del movimento “PARTITE IVA ISOLA DI LA MADDALENA”, Manila Salvati, Claudio Manca e Nicola Gallinaro, gruppo costituitosi in modo spontaneo, fanno appello al Presidente Solinas, Al Sindaco Montella e al Presidente del Parco Fonnesu, affinché valutino le iniziative, da loro considerate essenziali, per la “sopravvivenza” delle attività isolane.
 Le richieste più importanti: - TARIFFA UNICA ( a fronte di quella attuale che di fatto impedisce un accesso democratico e più cospicuo nel nostro territorio) sulla tratta La Maddalena-Palau (e viceversa). Ciò creerebbe una più intensa frequentazione della nostra isola, a giovarsene sarebbero soprattutto le attività commerciali e artigianali. Senza lesioni degli interessi alla società armatrice che assicura il collegamento con la costa sarda;
>>> - Esenzione di tutte le tariffe e/o pagamenti e/o contributi da parte degli operatori turistici nautici residenti sull’isola;
>>> - Esenzione anche per i non residenti per chi presenti un voucher/scontrini, anche cumulativi, rilasciati per l’acquisto di beni o servizi degli esercizi di La Maddalena per un importo non inferiore a € 200,00;
>>> - Esenzione per l’anno 2020 dal pagamento della TOSAP;
>> - Abolizione sino al 31/10/2020 dell’imposta di sbarco comunale oppure riduzione ( massimo 0,50 centesimi a passeggero);
>>> - Assunzione, con contratto a tempo determinato per la durata minima di tre mesi, di tutti i lavoratori residenti che non siano stati confermati dalle partite iva locali rispetto all’anno 2019. ( richieste indirizzate al Comune e al Parco ).
>>> 
>>> Risulteranno altrettanto importati anche le iniziative, che non interesseranno gli Enti in indirizzo, che saranno direttamente promosse dal gruppo come costituito.
>>> Sarà importante, inoltre, alleggerire la burocrazia sulle istanze per lavoro che tali PARTITE IVA DI LA MADDALENA andranno a proporre, sopratutto si chiede, ai Dirigenti e ai funzionari degli Enti a cui ci stiamo riferendo, un approccio più favorevole e aperto in accoglimento delle pratiche che saranno proposte.
>>> 
>>> La situazione è ormai al collasso, la speranza è che questo trend negativo si inverta restituendo alle partite iva i loro diritti, maggiori attenzioni e tutele equità, tutto per evitare che il sogno imprenditoriale di ognuno si trasformi, definitivamente, in un incubo.

giovedì 2 aprile 2020

Buongiorno a tutta la COMUNITÀ MADDALENINA..


Volevo ringraziarvi per il grande gesto di solidarietà che avete dimostrato ieri,chi con messaggi e chi con chiamate.stamattina ho avuto un incontro con Don Davide e insieme abbiamo parlato del grande bisogno che hanno tante famiglie disagiate..VI DICO CHE LA CHIESA GIÀ AIUTA 140 NUCLEI FAMILIARI(PENSATE UN PO'!!!).Abbiamo deciso quanto segue:
Intanto i generi di prima necessità di cui necessitano le famiglie più bisognose sono:PASTA,PELATI,OLIO,LATTE,BISCOTTI,ZUCCHERO,FARINA,LEGUMI,CAFFÈ,PAN CARRÉ,TONNO E ACQUA.
Ci sono tre opzioni per poter far fronte a questa EMERGENZA..
1)lasciare dei buoni spesa nei vari supermercati a favore dei bisognosi(la cifra potete deciderla voi)
2)Spesa in sospeso,ovvero,fare una spesa dei generi alimentari sopra indicati e lasciarla ai proprietari dei supermercati,poi passera' Don Davide e consegnera' direttamente  ai più disagiati.
3)Chiunque può fare una spesa sempre dei beni sopra indicati e portarla direttamente in Chiesa e consegnarla a Don Davide(suonare alla porta di fronte al tabacchino).
I SUPERMERCATI CHE HANNO ADERITO A QUESTA INIZIATIVA SONO:
CONAD
NONNA ISA
MD
PAM
SUPERMERCATI COMITI
PEPPINO LOVERCI(LA BOUTIQUE DEL BUONGUSTAIO)
#UNITISIVINCE #IPICCOLIGESTIFANNOLADIFFERENZA
CONDIVIDETE IL PIÙ POSSIBILE.GRAZIE.

DISINFEZIONE STRADE

Gli ultimi due interventi si effettueranno venerdi 3 e sabato 4 e come al solito bisogna rispettare le regole un ‘ora prima ed una dopo non si può uscire e chiudere le finestre e non portare animali in strada . Iniziano dalle ore 6 fino alle 12 dalla P. Verdi, Petrarca, m. Leggero, Volturno, Calatafimi, Toselli, Palestro, Monterotondo, Zampiano, Scalinate tra L. D a Vinci e M. Polo, D. Minzoni, Vicolo tra C. Colombo e M. Polo, M. Gioia, Torricelli, Bonifacio, Asquer, Chiusedda Alta e Bassa, Cesaraccio e vie limitrofe, U. La. Malfa, A. Moro, Cala Chiesa. Mentre dalle 7 alle 13 iniziano dalle vie M. Leggero, Corti, L. Da vinci, R. Sanzio, Quasimodo, Volta, M. Polo, G. Zicavo, C. Colombo, P. Tommaso, F. Filzi, S. Stefano, A. Millelire, Cairoli, Manzoni, G. Galilei, U. Foscolo, Leopardi, Carducci, A. Spanu, Ariosto, Roma, Ungaretti, Cappellini ,, Balilla, Balbo,.Sabato 4 le strade di Moneta, Indipendenza . Via Zanioli e limitrofe, Indipendenza, F. Ornano, Olbia, Aggius, Palau,Tempio, P. Neni, S. T. Gallura, Turati, P.P. Susini, Usai, De Rosa , Palmas, R. Larco, Branca, Solinas, A. Gana, M. Boccone, G. M. Volontè,, G. Maria, Mercato Moneta, Bernini, Nicolo Tommaseo, P. Faravelli, Vespucci, B. Cellini, Cagliari, Giotto, Buonarotti, N. Sauro, S. Pellico, A. Mirabello , G. Mary . PEONE

Disinfezione



Questa mattina dalle 6 fino alle 12 riprende la disinfezione delle strade dell’isola come da comunicazione da parte del comune di La Maddalena dettate, per tenerle pulite e per non contaminare le zone . Ci sono sempre  dettate le regole da rispettare come quella principale di non uscire durante le operazioni un’ora prima ed una dopo per non calpestare lo strato di liquido emesso dagli operatori e di non portare con se animali  domestici e cani. Alle 6 iniziano da Via Piave, Nicolò Fabrizi, Pietro Micca, Giordano Bruno, Alibertini, Ferruccio, Sulis, C. Galliano, Monte Bello, Castelfidardo, Piazza Zebù, Magenta, Cavour, B. Manno, Goito, P. Repubblica, Solferino, T. Zonza, P. Isabella, L. Spanu, Italia vic. A, N. Bixio, Corsica, L. Matteotti, Mazzini, Azuni, La Marmora, Marsala, Oberdan, P.Di Napoli, P. Amsicora, Dante,  e piazzetta Maggiore Toselli. In vece dalle 13 alle 17 iniziano da P.S. M. Maddalena, Italia, Amendola, Ilva, V. Emanuele, XX Settembre, P. Pier Capponi, P. XXIII Febbraio, ed infine Piazza Garibaldi . Mentre  per giovedi 2 aprile sempre dalle 6 fino alle 12 iniziano da Via Villa Glori, R. Margherita v.B, M. Fanti, A. Albini, Garibaldi V.B, Mazzini, Nizza, R. Giuliani, G. M Angioy e Trav. Doria e Don Bosco, Tola M. Fanti e traverse. Invece dalle ore 7 fino alle 13  proseguono da Via R. Margherita, Garibaldi, A. Doria, D. Bosco, Artiglieria, C. Battisti, Dandolo, P. Umberto I, Palco della Musica, Zona Poste, A. Magnaghi, Amendola da P. Umberto I, G. Bruno, Amendola da  G. Bruno, P. XXIII Febbraio, ed infine Villaggio Piras.<Peone         

martedì 31 marzo 2020

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CAPITANERIA DI PORTO LA MADDALENA

) ORDINANZA N. 017/20 Il sottoscritto Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di La Maddalena, VISTA la propria Ordinanza n. 96/2019 in data 11.10.2019 relativa alla disciplina accosti nei porti di La Maddalena e Palau delle unità che effettuano i collegamenti marittimi sulla medesima linea, per il periodo compreso tra il 16.10.2019 e il 31.03.2020, secondo il piano orari definito dalla nota prot. n 9515 del 10.10.2019 della RAS; VISTA CONSIDERATO l’Ordinanza n. 6 in data 13.03.2020 della Regione Autonoma della Sardegna e successiva proroga, relativa alla riduzione dei collegamenti marittimi diurni e notturni tra La Maddalena e Palau e v.v. rispettivamente del 20% e del 50% rispetto al quadro orario invernale, a seguito dell’adozione delle “Misure straordinarie urgenti in materia di trasporto pubblico locale per il contrasto e la prevenzione della diffusione epidemiologica da COVID-2019 nel territorio regionale della Sardegna”; necessario, al fine di evitare soluzioni di continuità nelle disposizioni poste a tutela dei profili attinenti la sicurezza della navigazione, emanare provvedimento di proroga sine die della propria ordinanza n° 96/2019 in data 11.10.2019 in premessa citata, nelle more che pervengano dall’amministrazione regionale interessata eventuali diverse e/o ulteriori indicazioni in ordine ai termini di svolgimento servizio del trasporto marittimo di cui trattasi; RITENUTO quindi necessario prorogare la validità delle norme che disciplinano, per quanto di competenza dell’Autorità marittima, la navigazione delle unità impiegate nel collegamento marittimo tra i porti di La Maddalena e Palau e v.v.; VISTI gli artt. 17, 62, 65 e 81 del Codice della Navigazione e art. 59 del relativo Regolamento di Esecuzione (Parte Marittima); ORDINA Articolo unico A partire dal 01.04.2020 e sino termine esigenze, l’ Ordinanza n. 96/2019, è da intendersi prorogata. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente Ordinanza, la cui pubblicità verrà assicurata mediante affissione all’albo di questa Capitaneria ex art. 59 del Regolamento di Esecuzione al Codice della Navigazione, comunicazione agli organi di informazione, invio ai soggetti interessati e pubblicazione sul sito internet www.guardiacostiera.it/lamaddalena/ordinanze. La Maddalena, 31.03.2020 IL CAPO DEL CIRCONDARIO MARITTIMO C.F. (CP) Gabriele BONAGUIDI (Firmato digitalmente ai sensi del D.Lgs. 82/2005 e ss.mm.ii.)

Città di La Maddalena Provincia di Olbia - Tempio


              

Consiglio Comunale
in videoconferenza
seduta straordinaria e urgente
2 aprile 2020 ore 10.00   (in prima  convocazione)
3 aprile 2020 ore 11.00 (in seconda convocazione)
  Ordine del Giorno
     ARTICOLO 28, COMMA 2° DEL REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE:  INTERROGAZIONI, COMUNICAZIONI, INTERPELLANZE ED OSSERVAZIONI;
     CORONA VIRUS: DISCUSSIONE SULLE MISURE DA ADOTTARE ANCHE A VALERE SUL BILANCIO COMUNALE, PER AFFONTARE L'EMERGENZA;
     CORONA VIRUS: ANALISI, VALUTAZIONI E PROPOSTE RELATIVE L'EMERGENZA SOCIO ECONOMICA CHE COINVOLGE LE FAMIGLIE, LE IMPRESE, I LAVORATORI, LE ATTIVITA' COMMERCIALI E TUTTE LE ALTRE CATEGORIE;




domenica 29 marzo 2020

CORONAVIRUS, AGGIORNAMENTO DATI (29 MARZO)


Posta in arrv
Cagliari, 29 marzo 2020 – Sono 638 i casi di positività al virus Covid-19 accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. È quanto rilevato dall'Unità di crisi regionale nell'ultimo aggiornamento. In totale nell’Isola sono stati eseguiti 4.598 test. I pazienti ricoverati in ospedale sono in tutto 128, di cui 23 in terapia intensiva, mentre 454 sono le persone in isolamento domiciliare. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 15 pazienti guariti, più altri 14 guariti clinicamente. Salgono a ventisette i decessi.
Sul territorio, dei 638 casi positivi complessivamente accertati, 102 sono stati registrati nella Città Metropolitana di Cagliari (+5 rispetto al dato precedente), 55 nel Sud Sardegna, 9 a Oristano, 57 (+1) a Nuoro, 415 (+8) a Sassari.

sabato 28 marzo 2020

CORONAVIRUS, CORPO FORESTALE DELLA REGIONE: IERI QUASI 600 CONTROLLI, 9 SANZIONI. DAL 14 MARZO OLTRE 11.300 CONTROLLI





Cagliari, 28 marzo 2020 – Prosegue l’azione di controllo da parte del Corpo forestale e di vigilanza ambientale della Regione Sardegna per vigilare sul rispetto delle regole stabilite per l’emergenza epidemiologica da Covid-2019.
Nella giornata di ieri sono stati effettuati 596 controlli (dal 14 marzo sono oltre 11.300): 147 nell’area di Cagliari, 52 Iglesias, 39 Oristano, 179 Sassari, 86 Tempio, 56 Nuoro, 37 Lanusei. Sono state sanzionate 9 persone (8 a Cagliari, 1 a Sassari), segnalate alla Magistratura. 
Inoltre, sono stati controllati i passeggeri di tre traghetti sbarcati nello scalo di Porto Torres. 
L’inosservanza delle Ordinanze del Presidente della Regione comporta le conseguenze previste dall’articolo 650 del Codice penale, con arresto fino a 3 mesi e sanzione.


--
Ufficio Stampa Regione Sardegna

CORONAVIRUS, AGGIORNAMENTO DATI (28 MARZO)




Cagliari, 28 marzo 2020 – Sono 624 i casi di positività al virus Covid-19 accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. È quanto rilevato dall'Unità di crisi regionale nell'ultimo aggiornamento. In totale nell’Isola sono stati eseguiti 4.225 test. I pazienti ricoverati in ospedale sono in tutto 117, di cui 22 in terapia intensiva, mentre 452 sono le persone in isolamento domiciliare. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 15 pazienti guariti, più altri 14 guariti clinicamente. Salgono a ventisei i decessi.
Sul territorio, dei 624 casi positivi complessivamente accertati, 97 sono stati registrati nella Città Metropolitana di Cagliari (+14 rispetto al dato precedente), 55 (+5) nel Sud Sardegna, 9 a Oristano, 56 (+4) a Nuoro, 407 (+71) a Sassari.


VILLAGGIO EX PIRAS RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Villaggio ex-Piras.
  Oggi potrebbe essere il regno dei Pirlas forestieri. Da quando si sono visti i Carabinieri e i Barracelli effettuare co0ntrolli, i Pirlas si sono rintanati, e hanno fatto sparire le auto che mostravano la provenienza. Non ho nulla contro costoro, in genere sono persone gradevoli e educate, avrei ‘solo preferito che si fossero dichiarati per stare in quarantena i 14 giorni previsti. E dire che bastava un vigile urbano al traghetto di Palau, ma eravamo all’inizio e tutti distratti, anche increduli. Oggi, presa coscienza, siamo attenti, grazie anche al Sindaco Montella che controlla benissimo la situazione, e al grecale che ci sta ricambiando l’aria. Grazie a tutti coloro che sono impegnati a nostro favore in questa guerra. Giancarlo Fastame

QUESTURA DI SASSARI Ufficio Gabinett





Sassari – Attività della Polizia di Stato
           

Nel pomeriggio di ieri, personale della Squadra Mobile ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, nei confronti di M.N.A..
L’uomo era stato indagato a seguito della denuncia sporta dalla sua giovanissima ex-convivente, che fin dal 2013 e anche dopo la loro separazione, aveva subito ogni tipo di vessazione, fisica e psicologica.
Recentemente, la situazione era degenerata sfociando anche in atti di violenza fisica e sessuale, spesso in presenza del loro figlioletto, per cui la ragazza, perseguitata e stanca delle umiliazioni e delle violenze, si è rivolta al personale della Squadra Mobile che, tempestivamente e in attuazione della normativa prevista dal Codice Rosso, ha informato l’Autorità Giudiziaria.
E’ stato così emesso il provvedimento restrittivo che ha consentito di assicurare alla Giustizia il giovane violento così da restituire serenità alla ragazza e al suo bimbo.
Gli operatori, con tutte le cautele adottate per fronteggiare l’emergenza epidemologica da COVID-19, alla fine hanno eseguito l’arresto dell’uomo, collocandolo ai domiciliari.




CORONAVIRUS, CORPO FORESTALE DELLA REGIONE: IERI QUASI 600 CONTROLLI, 9 SANZION

I. DAL 14 MARZO OLTRE 11.300 CONTROLLI

Posta in arrivo
x
Prosegue l’azione di controllo da parte del Corpo forestale e di vigilanza ambientale della Regione Sardegna per vigilare sul rispetto delle regole stabilite per l’emergenza epidemiologica da Covid-2019.
Nella giornata di ieri sono stati effettuati 596 controlli (dal 14 marzo sono oltre 11.300): 147 nell’area di Cagliari, 52 Iglesias, 39 Oristano, 179 Sassari, 86 Tempio, 56 Nuoro, 37 Lanusei. Sono state sanzionate 9 persone (8 a Cagliari, 1 a Sassari), segnalate alla Magistratura. Inoltre, sono stati controllati i passeggeri di tre traghetti sbarcati nello scalo di Porto Torres. 
L’inosservanza delle Ordinanze del Presidente della Regione comporta le conseguenze previste dall’articolo 650 del Codice penale, con arresto fino a 3 mesi e sanzione.

LEGIONE CARABINIERI SARDEGNA Comando Provinciale di Sassari










OLBIA:         COMMETTE UN FURTO E FUGGE ALL’ALT. ARRESTATO DAI CARABINIERI DOPO UNA BREVE FUGA.


I Carabinieri della Stazione di Olbia Centro e della Sezione Radiomobile del Reparto Territoriale di Olbia, nell’ambito dei pianificati servizi di controllo del territorio ultimamente potenziati per far fronte all’emergenza della pandemia da Covid-19, la notte scorsa hanno arrestato - in flagranza di reato - un ventiseienne disoccupato che si era appena reso responsabile di furto aggravato ai danni di un esercizio commerciale.
I Carabinieri avevano notato il giovane, già conosciuto per diversi precedenti di polizia, che, con il volto travisato da una mascherina medica (questa volta evidentemente non utilizzata solo per il rispetto delle misure di contenimento del virus), procedeva a forte velocità dalla zona di Pittulongu in direzione di Golfo Aranci. Insospettiti da tale condotta, i militari hanno ingaggiato un difficoltoso e prolungato inseguimento ad alta velocità che dalla zona industriale di Olbia si è esteso fin quasi al centro cittadino, positivamente concluso grazie all’intelligente e risolutivo coordinamento della Centrale Operativa che ha fatto convergere – anche con l’uso del GPS di cui sono dotate le autoradio – altre due pattuglie della Sezione Radiomobile sbarrando la strada al fuggitivo.
L’uomo ha tentato in più circostanze di tamponare le auto dell’Arma per sottrarsi alla cattura, schivando le pattuglie che si erano anche predisposte con un posto di blocco. Ciononostante, non avendo più via di scampo, il ragazzo è stato costretto ad abbandonare l’autovettura in strada e si è dato alla fuga a piedi, cercando scampo verso i campi limitrofi (pieni di rovi) dove è stato finalmente raggiunto e bloccato da un militare.
Nell’auto sono stati trovati diversi attrezzi utilizzati per lo scasso, oltre a un coltello a serramanico, un pugnale tipo mannaia lungo 46 cm. e la somma in contanti di 2.500 €, in monete e banconote, provento del furto poco prima avvenuto in una tabaccheria di Pittulongu.
La refurtiva è stata riconsegnata al proprietario, che, nel frattempo allertato dal sistema antifurto, si era recato presso l’esercizio commerciale e, notata l’effrazione, aveva chiamato il 112. Gli altri oggetti sono stati debitamente sequestrati.
Al momento l’arrestato è ristretto presso il proprio domicilio, a disposizione dell’Autorità giudiziaria della Procura della Repubblica di Tempio Pausania in attesa dell’udienza di convalida. Ovviamente sarà sanzionato anche per l’inosservanza delle misure restrittive imposte per arginare la diffusione del coronavirus, che il D.L. n. 9/2020 ha modificato prevedendo la sanzione pecuniaria da 533,33 a 4.000 € se la violazione è commessa a bordo di un veicolo.






martedì 24 marzo 2020

sportisola


LA vendita delle uova di cioccolato per l’AIL, nei giorni 27-28-29 marzo in Piazza Comando da parte di Sportisola è stata annullata, ma prosegue splo su web e ci dispiace –afferma la responsabile di sportisola Marta D’Amico – ma non si sospendono però , le attività delle sezioni AIL di tutta Italia, in particolare della provincia di Sassari, dove le volontarie ed i volontari, ogni giorno, soprattutto in questo periodo, sostengono i pazienti oncologici e le loro famiglie nella struttura di Casa AIL e nell’assistenza domiciliare. In luogo della vendita in piazza, è confermata la campagna di prenotazioni e prevendite tramite web, social media e whatsApp. Prenotazioni via whatsapp al 3477284654 o mail sportisolamaddalena@gmail.com  (C

uffici postali aperti


mattina Uffici Postali aperti tutti i giorni con turno di: Olbia centro – Olbia 1 – Viale ldo Moro125. Uffici postali aperti lunedì, mercoledì e venerdì con turno di mattina: Berchidda Calangianus- Loiri-La Maddalena- Porto Rotondo- San Pantaleo di Olbia- Santa Teresa Gallura. Uffici
postali aperti Martedì, Giovedì e Sabato con turno di mattina: Palau-Arzachena - Olbia 3 – Via Luigi Cherubini I23- Oschiri- Tempio. Uffici postali aperti Giovedì, Venerdì e Sabato con turno di mattina: Aglientu- Golfo Aranci- Luogosanto- Telti- Trinita’ D’Aagultu. Uffici postali aperti Lunedì, Martedì e Mercoledì con turno di mattina: Aggius- Luras- Monti- Sant’Antonio di Gallura. Uffici postali con altri giorni di apertura al mattino: Bassacutena,Bortigiadas , Lunedì, Martedì, Giovedì e Sabato. Uffici Postali chiusi: Porto Cervo- Cannigione- Moneta- Nuchis- Olbia  2 – Via
Agrigento 80- San Pasquale.



CAMPAGNA MUSEI


La nuova campagna social dei musei Garibaldini di Caprera, imperniata sulla grande attualità della figura di Garibaldi, in questo momento così critico e difficile per il nostro Paese e per tutti noi,  fa sapere che sebbene siamo chiusi, la loro attività culturale non si ferma.  Hanno in mente di tenere compagnia col sempre più Eroe dei nostri Mondi, come dimostra il suo impegno per cause attualissime, come i diritti delle donne, la protezione degli animali, il volontariato, l’agricoltura organica, la cura del territorio, l’unione dell’Europa. Inoltre i musei Garibaldini di Caprera hanno cambiato definizione, grafica, logo e sito web che è già online: http://www.garibaldicaprera.beniculturali.it
Chiedono di seguirli, di cliccare mi piace, per chi non l'avesse già fatto, sulla pagina sino ad oggi chiamata compendio Garibaldino che sta per cambiare nome in Musei Garibaldini di Caprera. Uniscono infatti i contenuti dei due siti museali in un’unica pagina, così la nostra offerta culturale  sarà di più facile accesso e consultazione; abbiamo aggiunto anche l'account https://www.instagram.com/garibaldicaprera/  per raggiungere proprio tutti.
L'account twitter @CompGaribaldino si è trasformato in https://twitter.com/MuseiCaprera
·      << ​Rimanete a casa, ma venite virtualmente a trovarci tutte le volte che volete!
L​a cultura non si ferma>>. peone

Comunicato delle Segreterie



 I sindacati Regionali Slp-Cisl Slc-Cgil Uilpost Failp Cisal Confsalcom Ugl Com – Brandano Zedda Perra Abis Garau Medde. fanno un appello “a tutti quei pensionati che, non avendo una carta per prelevare dagli sportelli automatici, si recheranno negli uffici postali: “andate a ritirare la pensione rispettando rigorosamente il calendario che verrà predisposto; non ammassatevi davanti gli uffici dalle 5 del mattino; effettuate solo le operazioni strettamente necessarie oltre al ritiro della pensione”.  A tutti quelli che hanno una carta i sindacati consigliano “di effettuare i prelievi e i pagamenti esclusivamente dagli sportelli automatici o dall’App se necessario, visto che si deve uscire solo per poche necessità e farmacie e negozi hanno la possibilità del pagamento con la carta”. Rivolgono poi un invito a tutta la popolazione che in questi giorni resta a casa, chiedendo “di evitare di fare acquisti online se non strettamente necessari, capiamo che può esserci un’offerta imperdibile, ma l’oggetto che ordini deve essere consegnato da qualcuno, che non può rimanere a casa! Sarebbe utile che, chi vende online, permettesse una consegna posticipata rispetto all’acquisto, in modo che si limiti la circolazione di consegne non indispensabili”. Le segreterie regionali Slp-Cisl Slc-Cgil Uilpost Failp Cisal Confsalcom Ugl Com chiedono inoltre ai Sindaci, di dare “un segnale forte ai loro cittadini per far rispettare le regole e le restrizioni imposte dal governo, con continui annunci nei loro siti web e canali social”. Un pensiero infine a Poste Italiane, affinché “permetta ai lavoratori, che con molta coscienza e spirito di abnegazione in questi giorni stanno garantendo il servizio, di poter lavorare con tutti gli strumenti previsti nei protocolli e nei decreti governativi, perché senza non si possono garantire! Prima la salute e poi il conto economico”.




ARM ATORI


Il presidente dell’associazione unione armatori traffico e passeggeri Lorenzo Morello  interviene ed invia una lettera alla regione , alla capitaneria ed al comune , sottolineando  la preoccupazione del momento che stiamo attraversando e chiede alle istituzioni di agire con immediatezza per salvare il salvabile. Il motivo è dato dal fatto che il nostro paese sta in questi giorni affrontando una situazione di forte criticità a causa della diffusione del coronavirus. QuestoCiò impone agli  Imprenditori, al Governo, alle regioni, a tutte le autorità e agli esponenti della società civile di lavorare
insieme, mettendo a fattor comune gli sforzi e agendo in maniera coordinata per consentire al nostro Paese di superare questa fase in maniera rapida ed efficace.
Molti sono gli armatori di La Maddalena e non << afferma Morello -che dopo questa fase iniziale di
grave emergenza, si troveranno alle prese con un problema piu’ grande “il mantenimento in vita”.>>Comincerà un'altra battaglia, forse anche più dura del Virus in cui ci sarà un assoluto bisogno del sostegno delle istituzioni per evitare che siano mietute vittime di altro tipo, mandando cosi’ a gambe all'aria l'economia Sarda, purtroppo
già precaria".<<E’ importante- prosegue-per procedere a una rapida normalizzazione, consentendo di riavviare tutte le attività ora bloccate e mettere in condizione gli armatori e le imprese di settore di lavorare in modo proficuo e sicuro a beneficio “esclusivo” di questo territorio, evitando anche di diffondere sui mezzi di informazione una immagine e/o una percezione errata, soprattutto nei confronti dei partner internazionali, che rischia di danneggiare durevolmente il nostro arcipelago.>> Oltre alle misure urgenti che il Governo e la regione stanno adottando, o si apprestano ad adottare, questo è il momento per costruire secondo l’associazione ,un piano di rilancio degli investimenti che contempli misure forti e straordinarie per riportare il lavoro e la nostra economia su un percorso di crescita stabile e duratura di necessario sostegno alle imprese armatoriali e al reddito dei lavoratori, perché la crisi che il coronavirus portera’ al mondo del turismo e del
commercio avra’ ricadute devastanti soprattutto su quest ultimi. peone

sabato 21 marzo 2020

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO Comunicato delle Segreterie


RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
 I sindacati Regionali Slp-Cisl Slc-Cgil Uilpost Failp Cisal Confsalcom Ugl Com – Brandano Zedda Perra Abis Garau Medde. fanno un appello “a tutti quei pensionati che, non avendo una carta per prelevare dagli sportelli automatici, si recheranno negli uffici postali: “andate a ritirare la pensione rispettando rigorosamente il calendario che verrà predisposto; non ammassatevi davanti gli uffici dalle 5 del mattino; effettuate solo le operazioni strettamente necessarie oltre al ritiro della pensione”.  A tutti quelli che hanno una carta i sindacati consigliano “di effettuare i prelievi e i pagamenti esclusivamente dagli sportelli automatici o dall’App se necessario, visto che si deve uscire solo per poche necessità e farmacie e negozi hanno la possibilità del pagamento con la carta”. Rivolgono poi un invito a tutta la popolazione che in questi giorni resta a casa, chiedendo “di evitare di fare acquisti online se non strettamente necessari, capiamo che può esserci un’offerta imperdibile, ma l’oggetto che ordini deve essere consegnato da qualcuno, che non può rimanere a casa! Sarebbe utile che, chi vende online, permettesse una consegna posticipata rispetto all’acquisto, in modo che si limiti la circolazione di consegne non indispensabili”. Le segreterie regionali Slp-Cisl Slc-Cgil Uilpost Failp Cisal Confsalcom Ugl Com chiedono inoltre ai Sindaci, di dare “un segnale forte ai loro cittadini per far rispettare le regole e le restrizioni imposte dal governo, con continui annunci nei loro siti web e canali social”. Un pensiero infine a Poste Italiane, affinché “permetta ai lavoratori, che con molta coscienza e spirito di abnegazione in questi giorni stanno garantendo il servizio, di poter lavorare con tutti gli strumenti previsti nei protocolli e nei decreti governativi, perché senza non si possono garantire! Prima la salute e poi il conto economico”.

venerdì 20 marzo 2020

LEGIONE CARABINIERI SARDEGNA Comando Provinciale di Sassari


ri




Il 17 marzo scorso i Carabinieri della Stazione di Porto Rotondo e del Nucleo Operativo Ecologico di Sassari, con il supporto del 10° Nucleo Elicotteri di Olbia – Venafiorita, nell’ambito di una pianificata attività di monitoraggio ambientale nel territorio di competenza concertata dal Reparto Territoriale di Olbia in collaborazione con i reparti operanti, sono intervenuti in un’area destinata catastalmente al pascolo indebitamente utilizzata come discarica abusiva di rifiuti pericolosi e non.
Nell’area, che si estende per oltre due ettari e confina con la splendida spiaggia “Ira” di Porto Rotondo, è stato infatti rinvenuto un’ingente quantità di materiale inerte proveniente dall’edilizia, scarti ferrosi ed elettrodomestici, batterie di auto ed altri rifiuti industriali per i quali sono prescritte specifiche modalità di smaltimento.
I responsabili, la cui individuazione è tuttora in corso, dovranno rispondere di reati di vario genere, tra cui getto pericoloso di cose, realizzazione di una discarica di rifiuti speciali pericolosi e non e, soprattutto, alterazione e deturpazione di bellezze naturali.
La Procura della Repubblica di Tempio Pausania, che coordina l’indagine e che da tempo è sensibile alle problematiche derivanti dalle violazioni ambientali e urbanistiche, ha dunque emesso un provvedimento di sequestro preventivo d’urgenza, al fine di evitare l’aggravarsi del reato o il protrarsi delle sue conseguenze.
Il Reparto Territoriale di Olbia ha avviato una collaborazione sinergica con le componenti speciali dell’Arma, in particolare con il Nucleo Operativo Ecologico di Sassari, avvalendosi peraltro del prezioso supporto della componente aerea del Nucleo Elicotteri di Olbia per effettuare il monitoraggio della fascia costiera e di tutto il territorio di competenza, così da rispondere con immediatezza ed efficacia alla commissione dei reati ambientali. L’Arma dei Carabinieri infatti, che con l’entrata in vigore del decreto legislativo 177 del 2016 recante “Disposizioni in materia di razionalizzazione delle funzioni di polizia e assorbimento del Corpo forestale dello Stato” ha ulteriormente esteso le precedenti competenze nei settori forestale, ambientale e agroalimentare, è dotata di reparti dedicati all’espletamento di compiti particolari e di elevata specializzazione in materia di tutela dell’ambiente, del territorio e delle acque, nonché nel campo della sicurezza e dei controlli nel settore agroalimentare (riuniti tutti sotto il Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari), che può condurre a sostegno o con il supporto dell’organizzazione territoriale.
L’interlocuzione avviata con la Procura di Tempio è rivolta nel senso.



 

Emergenza COVID-19: donazione in denaro in favore ASSL di Sassari



 Alla luce di quanto sta accadendo in Sardegna e, in particolare, negli ospedali di Sassari e Alghero,
dove i positivi al COVID-19 si contano per la maggior parte negli operatori sanitari, soprattutto per la
mancanza/insufficienza di DPI, il direttivo della AFeVA Sardegna ha valutato positivamente l'opportunità di
eseguire una donazione in favore della ASSL Sassari, versando la somma pari a euro 1.000,00 (mille/00) sul
conto corrente distinto dall'IBAN: IT 88 B 01015 17203 000070727420 all'uopo attivato dalla ATS Sardegna
per far fronte all’emergenza in corso e a favore delle strutture sanitarie dell’Isola più impegnate nell’emergenza
sanitaria  COVID-19.

 L'auspicio è che le somme vengano destinate all'acquisto di tamponi (da eseguire nei confronti degli
operatori esposti i quali potrebbero essere positivi e untori inconsapevoli dei colleghi, degli assistiti e dei
familiari conviventi), di DPI adeguati e di apparecchiature per le terapie intensive e farmaci.

 Inoltre, speriamo che questa crisi possa farci comprendere quanto sia fragile il nostro sistema sanitario,
aprendo una grande riflessione su quelle che saranno le scelte politiche presenti e future in materia di sanità,
per il nostro Paese e per la nostra Regione. Auspicandoci che si prenda in seria considerazione la salute dei
cittadini come bene primario da preservare.



 F. to AFeVA Sardegna, il presidente
Vincenzo Scotto



Salvatore Garau
Via Azuni, 39
07041 Alghero (SS)
cell.  347 5234072

LA MARINA MILITARE HA PARTECIPATO ALL'INIZIATIVA "RADIO PER L'ITALIA" SUONANDO LE SIRENE DI 70 UNITA’ NAVALI



Venerdì 20 marzo, alle ore 11.00, si è tenuto un flash mob sonoro per esprimere la vicinanza di oltre 5000 marinai a tutta la comunità
Venerdì 20 marzo le sirene di 70 unità navali della Marina Militare, ormeggiate in 7 diverse basi navali, da nord al sud,  ha suonato all’unisono per unirsi all'iniziativa "Radio per l'Italia" promossa da tutte le emittenti radiofoniche nazionali e locali che, a partire dalle ore 11.00, hanno trasmesso  in contemporanea l'Inno di Mameli e tre canzoni del patrimonio musicale nazionale, per esprimere la propria vicinanza a tutti gli italiani in questo momento di emergenza sanitaria globale.
Proprio a chi opera direttamente sul campo sin dalla prima ora è stata dedicata questa iniziativa. La gratitudine e l’ammirazione vanno a tutto il personale medico e sanitario, che con encomiabile spirito di sacrificio è coinvolto in prima linea al servizio della collettività nelle aree del Paese più duramente colpite.
Un gesto solidale, quello di oltre 5000 marinai, per sostenere e incoraggiare la comunità ad essere ancora più forte e coesa, così come lo è l’equipaggio di ogni nave che, anche in una circostanza delicata come quella attuale, continua a garantire l’assolvimento dei compiti istituzionali al servizio del Paese per assicurare la sicurezza degli spazi marittimi e la libertà dei traffici commerciali, oggi ancora più sensibili.
La professionalità, lo spirito di sacrificio e l’impegno che in ogni circostanza contraddistinguono le donne e gli uomini con le stellette continuano ad essere uno strumento a disposizione del “Sistema Paese”, e il flash mob sonoro è il nostro modo per sentirci vicini, per sensibilizzare tutti al rispetto delle regole e stare a casa e per ribadire che “andrà tutto bene”: sulle onde sonore delle nostre sirene e con gli occhi e con il cuore rivolti al nostro Tricolore, ora come non mai, deside

TEST CORONA-VIRUS RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO



Desidero sottoporvi l’ipotesi che la Regione prenoti un congruo numero del test rapido della Diasorin, che sarà in uso in Italia a fine mese.
 Questo test è stato già stato utilizzato dallo Spallanzani di Roma e dal S. Matteo di Pavia.
Attualmente è in fase di approvazione, sia in Europa che negli USA, e questi hanno finanziato la ricerca nell’unità Diasorin in California.  
È un test più rapido (entro un’ora) e probabilmente più economico del tampone, ed ha il grande vantaggio di accorciare l’eventuale trattamento antivirale.
So che altre Regioni lo hanno prenotato.
La Diasorin è una multinazionale Italiana biomedicale, leader mondiale nella diagnostica, fondata a Saluggia dall’attuale Amministratore Delegato, che da sempre è un grande amico e frequentatore di La Maddalena e della Sardegna.
È ovvio che la competenza è della Regione, quindi la decisione è a quel livello di politica.
 Noi a livello di Comune possiamo fare ben poco, già stiamo facendo tanto, grazie alle sagge decisioni del nostro Sindaco Luca Montella.
Pertanto chiedo a voi tutti se conoscete qualche politico, di qualunque partito, di invitarlo a fare pressione in Regione per valutare questa ipotesi.
Da parte mia potete anche dirgli che resto disponibile a fornirgli altre informazioni tecniche. Grazie a tutti.
Gian Carlo Fasta

Meteo