venerdì 27 novembre 2020

Il Panther Hologic

 

 – Da lunedì entrerà in funzione nel Laboratorio Analisi dell’ospedale di Olbia, il Panther  Hologic, un sistema di processazione dei tamponi molecolari che consentirà alla Assl gallurese di raggiungere l’autonomia, andando a ridurre il carico di lavoro che ora grava totalmente sulle strutture di Sassari.

Il macchinario di ultima generazione è stato installato nelle scorse settimane e il personale ha concluso oggi il corso di formazione che consentirà, da lunedì 30 novembre 2020 di iniziare a processare i tamponi.

In questa fase iniziale verranno lavorati nel Laboratorio analisi i tamponi eseguiti nel pit stop allestito al “Giovanni Paolo II”, e destinato allo screening del personale Assl e dei pazienti in attesa del ricovero (tra i 30 e i 50 tamponi al giorno).

La Direzione Assl, di concerto con il Direttore del Laboratorio analisi, hanno allestito un’area all’interno del servizio interamente dedicate ai macchinari per la ricerca del virus Sars-Covid 2. Nell’area in cui è stato allestito il Panther, trovano posto anche gli strumenti per la ricerca molecolare del virus, donati all’Assl in seguito a raccolta fondi, e che consentono di effettuare gli accertamenti in “urgenza” provenienti dal Pronto soccorso e, in caso di sintomatologia sospetta, dai reparti (esito in circa 30 minuti).

 

Per poter garantire la piena funzionalità del Laboratorio Analisi, comprensivo delle attività di routine che riguardano l’ospedale e i prelievi esterni, oltre a tutta l’attività legata allo screening per il Coronavirus, la Direzione di Ats-Ares ha autorizzato la Assl di Olbia al reclutamento di tecnici da destinare ai Laboratori analisi degli ospedali galluresi e al Centro Trasfusionale.

 

 

martedì 24 novembre 2020

Parco-Manutenzione della sentieristica e installazione cartellonistica

 

. È stata pubblicata, da parte del Parco Nazionale,  la gara per effettuare gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria della rete sentieristica, della cartellonistica informativa e direzionale, delle aree pic-nic e giochi presenti sull’isola di Caprera, oltre che dei sistemi i protezione dunale sull’isola di Spargi e della cartellonistica informativa sulle isole di Budelli e Santa Maria, al fine di garantire il buono stato di tali beni, rendendoli fruibili in tutta sicurezza e nel giusto decoro dai visitatori. La gara è in pubblicazione sulla piattaforma Sardegna CAT con scadenza per la presentazione delle manifestazioni di interesse fissata alle ore 13.00 del 26.11.2020.

CONSIGLIO COMUNALE GIOVI 26

 

il Consiglio Comunale di La Maddalena è convocato, in sessione straordinaria ed in videoconferenza, in prima convocazione alle ore 09.30 del giorno giovedì 26 novembre 2020 e in seconda convocazione per le ore 10.30 del giorno venerdì 27 novembre 2020 – per discutere gli argomenti di cui all’allegato ordine del giorno. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO Giovanna Scotto ORDINE DEL GIORNO 1) INTERROGAZIONI, COMUNICAZIONI, INTERPELLANZE E OSSERVAZIONI ART. 28,COMMA 2, REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO CONSIGLIO COMUNALE. Uff. Proponente SEGRETARIO GENERALE 2) PRESENTAZIONE LINEE PROGRAMMATICHE 2020-2025. Uff. Proponente Ufficio Ragioneria Assessorato BILANCIO, PROGRAMMAZIONE E INNOVAZIONE TECNOLOGICA, SERVIZI CIMITERIALI, IDRICA, PROTEZIONE CIVILE, COMMERCIO ED ATTIVITÃ PRODUTTIVE 3) RATIFICA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.77 DEL 30/09/2020 – VARIAZIONE URGENTE N. 12 AL DUP E AL BILANCIO DI PREVISIONE 2020/2022. Uff. Proponente Ufficio Ragioneria 4) RATIFICA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.81 DEL 07/10/2020 – VARIAZIONE URGENTE 13 AL DUP E AL BILANCIO DI PREVISIONE 2020/2022. Uff. Proponente Ufficio Igiene Urbana 5) APPROVAZIONE PIANO ECONOMICO FINANZIARIO (PEF) TARI 2020 AI SENSI DELLA DELIBERAZIONE ARERA N. 443/2019/RIF Uff. Proponente Ufficio Tributi Nr. 88 6) IMPOSTA MUNICIPALE UNICA DI CUI ALLA L. N. 160 DEL 27/12/2019 – MISURA ALIQUOTE PER L’ANNO FINANZIARIO 2021. Uff. Proponente Ufficio Tributi 7) ADDIZIONALE COMUNALE ALL’IRPEF – APPROVAZIONE ALIQUOTE ANNO FINANZIARIO 2021 Ordine del Giorno COMUNE DI LA MADDALENA Seduta Consiglio Comunale Nr. 12 Del 26/11/2020 Stampato il 20/11/2020 Pagina 2 di 2 Uff. Proponente Ufficio Ragioneria Nr. 103 8) APPROVAZIONE DEL BILANCIO CONSOLIDATO DEL GRUPPO AMMINISTRAZIONE PUBBLICA ESERCIZIO 2019. Uff. Proponente Ufficio Ragioneria 9) VARIAZIONE FINALE AL DUP E AL BILANCIO DI PREVISIONE 2020/2022 Uff. Proponente SEGRETARIO GENERALE 10) APPROVAZIONE INDIRIZZI NOMINA, DESIGNAZIONE E REVOCA DEI RAPPRESENTANTI COMUNALI; Uff. Proponente SEGRETARIO GENERALE 11) NOMINA RAPPRESENTANTI DEL COMUNE DI LA MADDALENA PRESSO UNIONE DEI COMUNI GALLURA;

mercoledì 18 novembre 2020

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

 

SITUAZIONE COVID-19 A LA MADDALENA. Informa il sindaco Fabio Lai che è nato-Azioni Anti-Covid il “Centrale di Ascolto Covid-19”. Sono stati attivati 2 numeri di telefono:

 

Il 338 6125214 è il numero che, qualora si risulti positivi al Covid-19 o in isolamento preventivo, si può chiamare per richiedere il kit per i rifiuti speciali, “così facendo, grazie al vostro aiuto, possiamo tutelare anche la salute dei nostri operatori ecologici”. “Il 348 6003954 è il numero per avere supporto e richiedere informazioni in merito “alla complessa situazione che stiamo attraversando. Inoltre”, informa sempre il sindaco Lai, “se siete risultati positivi e quindi in isolamento o siete in isolamento precauzionale, potrete chiamare per richiedere la consegna della spesa direttamente a casa”. Il sindaco ricorda infine che è attivo – già da tempo – il numero della Croce Verde, “preziosissima alleata, dove potrete richiedere il ritiro delle impegnative, dei farmaci e anche il disbrigo di piccole commissioni”. Il numero è: 371 3757158.

martedì 17 novembre 2020

COMMEMORAZIONE CADUTI NASSYRIA

 




Pe ricordare l’eccidio dei morti a Nassirya , a causa della pandemia che non permette manifestazioni di ogni tipo, il gruppo “Maddalen a – Sardegna “ che ha eretto il primo monumento in Italia (dopo una sola settimana dalla tragedia, con il benestare dell’amministrazione Giudice nel novembre 2003), da diciassette anni ha voluto ricordare i nostri caduti con un omaggio floreale.

venerdì 13 novembre 2020

NUOVO AGGIORNAMENTO COVID-RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO


NUOVO AGGIORNAMENTO COVID-19

Buonasera a tutti, purtroppo -come probabilmente avrete appreso dalla stampa- devo comunicarvi il decesso di una cittadina, il Covid-19 ha aggravato una patologia cronica.

Sapevamo che sarebbe potuto succedere, ma non si è mai veramente preparati.

Ai famigliari le più sentite condoglianze di tutto il Palazzo Comunale.

Oggi ho scritto all’Assessore Regionale alla Sanità per informarlo sullo stato emergenziale nel quale versa il nostro presidio ospedaliero. Ho chiesto che l’unità USCA venga potenziata, assegnando altri medici e infermieri, in modo tale da garantire adeguate cure domiciliari a chi ne ha bisogno.

Il nostro Pronto Soccorso soffre già di una grave carenza di personale, per tali ragioni, soprattutto in questa fase, è necessario che i pazienti positivi vengano presi in carico e trasportati -con propri mezzi e personale- direttamente dalle strutture attrezzate.

Solo così il Paolo Merlo potrà continuare ad affrontare situazioni di emergenza e urgenza clinica e assistenziale attuando tutti i provvedimenti salva vita.

ll nostro personale medico e infermieristico sta dimostrando capacità e disponibilità che vanno ben oltre il dettato deontologico ma, questo sacrificio, non deve arrivare sino al punto di mettere a rischio la propria integrità psicofisica.

È una giornata triste, agiamo in modo che gli sforzi che stiamo sostenendo non siano vani, ricordiamoci di osservare tutte le regole. Sempre!

 

 19

mercoledì 4 novembre 2020

COMUNICATO STAMPA


OLBIA, 04 novembre 2020 – In merito agli articoli pubblicati in questi giorni dagli organi di informazione contenente le dichiarazioni del delegato della Cgil medici, Giorgio Chiarelli, e del consigliere regionale del Pd, Giuseppe Meloni, la Direzione della Assl di Olbia precisa quanto segue:

La Sanità Gallurese, come quella Sarda, deva far fronte ad una pandemia che comporta necessariamente la riorganizzazione delle risorse in tutte le sue strutture sanitarie. Non e’ in corso nessun taglio o riduzione di posti letto o attività, ma sicuramente per gestire al meglio la situazione è fondamentale una costante riorganizzazione dei servizi, che viaggia di pari passo con la diffusione del virus.

Al Paolo Dettori di Tempio Pausania sono in servizio sei anestesisti, dallo scorso lunedì 05 novembre due di questi sono assenti per malattia, con questa dotazione organica, non è possibile garantire l’attività chirurgica programmata, ma solo le urgenze-emergenze indifferibili.

Al “Giovanni Paolo II” di Olbia sono in servizio H24 un anestesista e un rianimatore per far fronte a tutta l’attività che grava sull’ospedale olbiese che è centro di riferimento per tutta l’Area omogenea.
Questo comporta, quindi, una necessaria riorganizzazione delle attività chirurgiche, con il rinvio delle attività programmate deferibili, e l’assistenza delle urgenze-emergenze indifferibili.

Si ricorda che gli ospedali della Assl Olbia non sono Covid+, pertanto, in caso di paziente positivo che dovesse arrivare nelle strutture Galluresi, il personale della Assl è in grado di garantire la stabilizzazione anche con l’intubazione del paziente in difficoltà respiratoria, in attesa di trasferimento nelle strutture di riferimento. Nel frattempo, il paziente viene messo in isolamento nelle tende esterne all’ospedale o, in caso di maggior attesa, all’interno dell’area grigia del “Giovanni Paolo II” di Olbia, ma sempre in attesa del trasferimento, con la presenza dell’anestesista, in una struttura di riferimento per la gestione dei casi positivi al Covid.

Le dichiarazioni odierne del consigliere regionale del Pd, Meloni, sono gravissime e non fanno altro che creare allarmismo tra la popolazione, popolazione che tra l’altra da mesi sta mostrando un grande senso di responsabilità non affollando i Pronto Soccorso di codici Bianchi e Verdi.
La costante riorganizzazione delle attività all’interno delle strutture ospedaliere serve proprio per garantire l’assistenza sanitaria a tutti i pazienti, con una priorità per quelli con funzioni vitali gravemente alterate o comunque instabili. In questi casi, tutti gli operatori sono al servizio della persona con tutta la tecnologia a loro disposizione, con una riduzione del resto delle attività non indispensabili.

--
Antonella Manca
Area degli allegati

COMUNICATO STAMPA

 


 

OLBIA, 04 novembre 2020 – La crescita esponenziale della curva epidemiologica e il conseguente incremento della richiesta di assistenza da parte della popolazione  Gallurese ha posto la necessità di attivare una Tavola Rotonda fra Medicina del Territorio, 118, Pronto Soccorso, attori principali nella gestione di questa Emergenza Sanitaria.

In attesa della messa appunto di un protocollo sanitario condiviso fra le parti, peraltro già in essere in fase sperimentale, si invita tutta la popolazione ad un utilizzo razionale dei Servizi di Emergenza Urgenza, al fine di garantirne la massima efficienza operativa.

 

Tutti i cittadini che dovessero manifestare una sintomatologia respiratoria, o sospetta per patologia da SARS COVID 19, dovranno fare riferimento al proprio Medico di Medicina Generale che, valutato il caso clinico, deciderà quale percorso sanitario intraprendere in accordo con il 118 e il  Pronto Soccorso.

 

Si ricorda che la Ats Assl Olbia ha messo a disposizione della popolazione dei numeri di telefono dedicati attraverso i quali richiedere informazioni sulla ricezione via mail dell’esito del tampone, ma anche informazioni generali su quarantene, esecuzione dei tamponi, assistenza domiciliare.

 

0789 552 678 – 0789 552185

 

Il servizio è operativo dal lunedì al venerdì, dalle ore 08.30 alle ore 13.30 e dalle ore 14.30 alle 16.30.

 

Per avere informazioni, inoltre, la popolazione può inviare una mail all’indirizzo

 

covid19.olbia@atssardegna.it

 

per richiedere l’invio del referto o di certificazioni inviare una mail all’indirizzo

 

referticovid19.olbia@atssardegna.it

 

L’esito dei tamponi per il Nuovo Coronavirus è ora consultabile e scaricabile anche dal proprio Fascicolo Sanitario Elettronico.

 

Informazioni sul Fascicolo Sanitario Elettronico:

fse.sardegnasalute.it

domenica 1 novembre 2020

IL PINO SECOLARE



 



• Aveva quasi cento anni il pino che è stato sradicato dalla sua posizione perché ormai le sue radici non lo tenevano piu’nella sua posizione. Ad arrivare a questa decisione è stata la presentazione di una relazione dell’agronomo che già da tempo teneva sotto controllo l’albero per il quale vi erano seri dubbi sulla sua staticità. Le sue radici, infatti, andando a cercare l’acqua hanno procurato ondulamenti e rigonfiamenti alla strada che porta al parcheggio a lato della poste, con la conseguenza di un reale pericolo per la coppa dell’olio delle auto che si parcheggiavano in quel sito. Ieri, quindi, la squadra lavori del comune, che sta rimettendo a posto molte zone che erano abbandonate, dopo la decisione dell’agronomo lo hanno tolto per evitare che col vento, che batte forte in quel sito, ed altre considerazioni di pericolo di abbattimento dello stesso albero che già si era inclinato, lo hanno sradicato e poi preparato il tutto per rimettere a nuovo l’entrata nel parcheggio senza che nessuna delle auto potessero essere soggette a incidenti. Ora i lavoratori del comune rifaranno la pavimentazione e due aiuole pronte a ricevere gli alberi che l’agronomo deciderà di inserire. C’è da dire che la causa anche della sua eliminazione è dovuta all’acqua di mare che è ad un metro dal suolo, causa che provocato dopo quasi cento anni il suo logoramento. Per quanto riguarda l’amministrazione precedente, non ha data nessuna autorizzazione per l’eliminazione dell’albero secolare, anche perchè era stato demandato all’agronomo il compito di controllare tutte le piante esistenti nell’isola , vedi le palme che sono state attaccate dal punteruolo rosso che sono state eliminate.

venerdì 23 ottobre 2020

GUARDIA COSTIERA CAMBIO DI COMANDO PRESSO LA DIREZIONE MARITTIMA DI OLBIA

 

 

 

In data odierna, 23 ottobre 2020, presso la Direzione Marittima di Olbia, alla presenza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Giovanni PETTORINO, si è svolta la cerimonia di cambio di Comando della Direzione Marittima di Olbia, tra il Capitano di Vascello Maurizio TROGU (cedente) ed il Capitano di Vascello Giovanni CANU (accettante). L’evento ha avuto luogo nel piazzale della Capitaneria e, nel rispetto delle norme sul distanziamento sociale, in forma statica, senza ospiti.

Alla presenza di una ristretta rappresentanza di Ufficiali, Sottufficiali, Graduati e truppa, il Comandante TROGU, accomiatandosi dagli uomini e donne della Guardia Costiera di Olbia, che hanno condiviso e supportato la sua attività, ha richiamato nel suo discorso, più che i passi significativi e brillanti del proprio Comando, le forti emozioni condivise insieme alla sua squadra: “il ricordo più bello … il momento dell’abbraccio con la moglie di uno dei naufraghi … stremati ma vivi e aggrappati a un salvagente, dopo due notti e tre giorni di ricerche in mezzo al Tirreno sulla rotta Porto Ercole /La Maddalena”; ha poi citato “l’eccezionale dispositivo operativo messo in campo per i due sciagurati e ravvicinati sinistri marittimi occorsi all’interno dell’area portuale”  a due navi  “una incendiatasi durante la manovra d’ingresso e l’altra incagliatasi nell’area di evoluzione. Due eventi, risolti entrambi in maniera assolutamente brillante e senza far registrare alcun danno alla collettività, alle infrastrutture portuali e all’ambiente marino, che hanno messo a dura prova e per svariati giorni tutto il personale di terra e quello imbarcato ma che hanno anche dimostrato tutta l’altissima valenza professionale” degli uomini e donne della Guardia Costiera; ha proseguito menzionando “la perizia operativa e nautica messa in campo per prima recuperare la M/N Lira, abbandonata alla deriva nel Tirreno, evitando, così, che si abbattesse sulle coste dell’Arcipelago delle Maddalena un sicuro disastro ambientale, ma poi anche tutta la cura profusa nell’assistere l’equipaggio rimasto bloccato a bordo, registrando gesti di straordinario sostegno…” e, da ultimo, “con ancor più rinnovato spirito di fratellanza e partecipazione” la pronta assistenza ai 125 disperati dell’Alan Kurdi.

Nell’affidare al nuovo Comandante CANU gli uomini e le donne della Guardia Costiera di Olbia, il Comandante TROGU ha tenuto a sottolinearne “non solo impegno e dedizione ma anche grandissima umanità e solidarietà, al di là di ogni sforzo e sacrificio in condizioni sicuramente non abituali qui nel Nord Sardegna”.

Nel prendere la parola, il Capitano di Vascello Giovanni CANU (nato a Siena), giunto a Olbia dopo aver ricoperto, in precedenza, l’incarico di Comandante della Capitaneria di porto di Brindisi, ha voluto ringraziare e salutare il Collega cedente “per la conoscenza che in questi giorni ha saputo trasferirgli”: si è trattato “di vita vissuta, di esperienze, di contatti umani e valori condivisi”, con “i migliori auspici per il lavoro lo attende nel nuovo prestigioso incarico”. Nel contempo, ha espresso il “privilegio di guidare i colleghi e i professionisti” della Guardia Costiera che operano in terra di Sardegna, confidando nel suo “nuovo equipaggio, che in questi giorni ha avuto modo di cominciare a conoscere ed apprezzare”.

A conclusione l’intervento del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Ammiraglio Ispettore Capo(CP) Giovanni PETTORINO, che ha richiamato il quotidiano impegno delle Capitanerie di porto al servizio della Nazione e l’augurio di buon lavoro a tutto il personale.

 

 

PER EMERGENZE IN MARE, NON PERDETE TEMPO: CONTATTATE IL NUMERO 1530, ATTIVO SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE 24 ORE SU 24. LA GUARDIA COSTIERA È CON VOI!

LE FOTO DELLA GARA TRA ILVAMADDALENAE IDOLO TERMINATA 1-1-




























































 

Meteo