mercoledì 31 ottobre 2012

Tante le novità per la 3^ edizione della Ronde Rally d’Ogliastra

La gara in programma l’1 e il 2 dicembre 2012
Si corre negli asfalti dell’Ogliastra nuragica
Iscrizioni aperte da sabato  3 novembre 2012

Il rally d’Ogliastra riconferma la sua passione per i motori e continua la sua celebratissima storia, che ha visto gareggiare alcuni dei migliori piloti della specialità e le vetture più competitive sugli asfalti della provincia. Lo scorso anno al primo gradino del podio i campioni  Addis- Silecchia (Citroen C4 WRC) seguiti da Depau-Cadore su Peugeot 206 Wrc al secondo posto e Diomedi-Bosa su Skoda Fabia Wrc al terzo. Il Rally dal 2010, anno della sua nascita fino a oggi sta consolidando la propria fama eccellendo, oltre che nei valori tecnici, nella sicurezza.

IL PROGRAMMA: CONFERME E NOVITÀ
Il 3° Rally d’Ogliastra sarà disputato i prossimi 1 e 2 dicembre 2012: partenza dalle campagne di Ilbono arrivo della gara previsto nell’immediata periferia di Arzana. Si tratta della conferma più importante, dovuta al successo di pubblico delle passate edizioni e alla sensibilità delle Amministrazioni Comunali ogliastrine nel rispetto della tradizione della corsa di cui il rally porta il leggendario nome.

Come lo scorso anno, tutta l’organizzazione firmata Porto Cervo Racing e Mediterranean Team farà capo a Ilbono: Direzione Gara, Segreteria, Sala Stampa e Centro Classifiche apriranno presso la sede delle scuole di Via Elini.
Sabato 24 novembre la presentazione ufficiale della gara in una location ancora top secret. Previsto l’annuncio di un ospite d’eccezione per la Ronde 2012. Domenica 25 novembre consegna dei road book e lunedì 26 chiusura iscrizioni.

IL PERCORSO: NELLO SPIRITO DELL’ALTERNANZA TRA LE VARIE LOCALITÀ OGLIASTRINE. Il Parco Assistenza dell’edizione 2012 sarà allestito nella Via Monsignor Virgilio di Tortolì. Nelle giornate pre gara di sabato 1 come da prassi consolidata, la passerella porterà i piloti sulle strade del centro di Lanusei per poi procedere fino a Villagrande Strisaili dove le stelle del volante faranno una passeggiata sugli asfalti protagonisti delle edizioni passate e future del rally. I piloti bisseranno il successo di pubblico delle scorse edizioni acclamati tra la folla, aspetteranno i loro beniamini a Ilbono per un saluto prima della gara.
Le Prove Speciali di domenica correranno negli scorci spettacolari della campagna ilbonese. Gli organizzatori hanno optato per una rotazione dei centri attraversati, tenendo conto delle richieste di passaggio di molte Amministrazioni Comunali. Quest’anno, protagonista la zona del nuraghe di Scerì. La prova di chilometri di 14,80 da ripetere 4 per un totale di 59,20.
Dalle 16,22 di domenica pomeriggio, i concorrenti concluderanno la gara sulla pedana di Via Roma davanti al palazzo comunale e alle 17,30 i vincitori riceveranno i trofei, nel palco del Teatro Tonio Dei di Lanusei.

Igiene Pubblica: chiusura degli ambulatori dal 2 al 5 novembre

Gli ambulatori si trasferiranno al piano terra del San Giovanni di Dio


– Vanno avanti i trasferimenti all’interno della Asl di Olbia: in seguito al trasferimento degli uffici del Servizi di Igiene Pubblica, nei prossimi giorni verranno spostati anche gli Ambulatori che sino a oggi hanno garantito la loro attività al piano terra della struttura di viale Aldo Moro, angolo via Peruzzi. Per consentire il trasloco, gli ambulatori, da venerdì a lunedì, resteranno chiusi al pubblico.

Con la conclusione del processo di trasferimento degli uffici del Servizio di Igiene Pubblica, che ha lasciato i locali di viale Aldo Moro, angolo via Peruzzi, per trasferirsi al II piano del San Giovanni di Dio, dal prossimo venerdì la Asl di Olbia avvierà le fasi di trasloco anche degli ambulatori.
 
Da venerdì 2 a lunedì 5 novembre gli ambulatori del Servizio di Igiene Pubblica (come ad esempio gli ambulatori di vaccinazione) resteranno chiusi al pubblico, per poi garantire la loro regolare attività da martedì 6 novembre nei nuovi locali, al piano terra della struttura San Giovanni di Dio, con ingresso da via Borromini, nei locali un tempo occupati dalla Tao (terapia anticoagulante orale).

In questi giorni è possibile si registrino dei rallentamenti nell’erogazione delle prestazioni, per questo motivo l’Azienda Sanitaria di Olbia si scusa anticipatamente con la popolazione, ma assicura che tutto il personale dell’Azienda sarà a disposizione degli utenti per evitare eventuali disservizi.


Burrascoso consiglio comunale , ma alla fine è stato produttivo



Non è bastata la nomina a presidente dell’assemblea del consigliere anziano Andrea Bargone a smorzare la tensione che si percepiva ieri nell’aula del consiglio comunale. Un’assemblea che si è distinta dall’annuncio pubblico dato dal sindaco  Angelo Comiti di voler occupare nei giorni tra il 5 e 6 novembre il sito dell’ex Arsenale.  A chiamare alla protesta l’intera collettività un sindaco sull’orlo di una crisi di nervi a cui era stato promesso da parte del capo della protezione civile Franco Gabrielli, durante le ultime conferenze di servizi a Roma, che entro il 31 di ottobre sarebbero partiti i lavori di bonifica dello specchio acqueo antistante il sito di Moneta.  Comiti ha ricordato che sia la copertura economica pari a 15 milioni, che il progetto, sono pronti e non si capisce come mai non decolli l’intervento promesso che è necessario affinché si metta mano ad un patrimonio pubblico che sta cadendo in pezzi senza aver mai offerto un posto di lavoro. Da qui la necessità di convocare dentro la struttura gestita dalla Mita Resorts una riunione dell’assemblea cittadina in modo permanente aperta alla popolazione al fine di evidenziare il malcontento di tutta la comunità. Proposta accolta in modo freddo e distaccato dalle opposizioni che, se pur con diverse sfumature, hanno detto al sindaco che ormai si è perso troppo tempo e che una simile azione di protesta non avrebbe alcun effetto concreto utile per risolvere il problema. Nel pomeriggio inoltrato , dopo un incontro fra tutti i capi gruppo si è addivenuti ad un accordo per il quale sono stati tutti  d'accordo nel protestare   come ha detto il sindaco .Luca Montella, però , ha dichiarato che ormai il sindaco <<è diventato vittima e non più protagonista dei suoi annunci di ottobre e che i consiglieri di opposizione da tre anni propongono soluzioni che restano lettera morta e hanno più volte stimolato la maggioranza a prendere provvedimenti seri nei confronti di tutti i soggetti che continuano a promettere senza mantenere gli impegni.>> Ma la maggioranza non ha mai coinvolto il consiglio nelle decisioni da prendere, ed è <<addirittura arrivata a negare l’esistenza della cricca- ha affermato Pierfranco Zanchetta -che tuttavia ha chiesto al sindaco di sospendere tale decisione ,al fine di ricercare l’unanimità di tutto il consiglio comunale>>. Comiti non si è scomposto, e ha preannunciato che andrà avanti anche senza l’apporto dei consiglieri di opposizione, che anche in passato gli hanno negato l’appoggio su simili iniziative. Resta da vedere se la popolazione sposerà la causa del sindaco visto il malcontento e la sfiducia che serpeggia nell’Isola dove ormai il numero dei disoccupati e fuori controllo e dove continuano a chiudere le attività commerciali, mentre gli anni passano e all’orizzonte non ci sono prospettive. L’amministrazione comunale, da molti ritenuta responsabile, sembra ormai rassegnata e<< cerca nella protesta un chance di riscatto>>.Peone

Iniziano i balletti dei partiti per le primarie


In vista delle primarie del centrosinistra anche a La Maddalena  iniziano ad emergere i sostenitori dei diversi candidati. Ecco la fotografia, per il momento, degli schieramenti: Fra i diversi supporter di Matteo Renzi  nell’isola, la rappresentante dei giovani democratici Marianna Grassi e Marco Murgia  che  hanno già costituito un comitato che  vede  molti  giovani ,ma anche consiglieri comunali ed ex  oltre imprenditori . Infatti il comitato "La Maddalena per Matteo Renzi “ è composto per adesso dal coordinatore Marco Murgia , dal vice  Gabriele Rabuini e dal cassiere  Aurelio Torta , mentre gli altri  componenti  sono Giancarlo Dessena ,  Domenico Lecci , l’imprenditore Marco Cuccu , ed i politici Stefano Filigheddu e Gaetano Pedroni , con la presenza  di molti  giovani .<< Aderiamo all’iniziativa – ha detto Murgia -  per sposare la lotta che sta  conducendo  Renzi ,in funzione  di un radicale cambiamento e rinnovamento  della classe politica  che ha  come obiettivo  di raccogliere consensi  di quelli delusi  dal sistema bipolare . E’ un movimento che sta crescendo e che  si spera  possa aumentare data la presenza  di molti  giovani  dai quali ci si attende  una risposta adeguata >> .Ricordiamo  che in casa Pd è sicuramente  schierato con Bersani il dirigente  nazionale Gianluca Lioni, 31 anni,  considerato uno dei giovani emergenti  a Roma della nuova leva su cui potrebbe puntare il segretario nazionale.  Con Bersani anche il padre nobile del circolo locale, l’ex senatore  ed ex sindaco Mario Birardi. Negli ambienti vicino all’amministrazione le posizioni sono diversificate, il neo vicesindaco  Fabio Canu, ex segretario dei Ds, simpatizza per Bersani, mentre uno dei più stretti collaboratori del sindaco, Luca Ronchi, ha dichiarato su facebook il proprio voto per Renzi . Per il momento invece non si è pronunciata la giovane segretaria cittadina, Veronica Corso che dovrà mobilitare la macchina del partito per organizzare  volontari e seggi  alle primarie del  25 novembre. . Per la terza sfidante del Pd,  la consigliere regionale veneta Laura Puppato, si è espressa  Marina Spinetti ed è stato avvistato a cercare le firme per la candidatura l’ex presidente del consiglio comunale Antonello Tedde.  Mentre a fare campagna per il governatore pugliese Nichi  Vendola  c’è ovviamente il circolo locale di Sel guidato da Michele Esposito.  Non pervenuti, per ora, sostenitori di Bruno Tabbacci. Peone

martedì 30 ottobre 2012

Conclusa la visita del vescovo Sanguinetti




<<Nel concludere la mia visita alle due parrocchie di questa città, desidero esprimere la più viva gratitudine ai sacerdoti e ai loro collaboratori, ai rappresentanti delle Istituzioni civili e militari e a tutti i fedeli che ho incontrati e con i quali mi sono intrattenuto in cordiale e fecondo dialogo. Mi sono sentito accolto e circondato da attiva e partecipata attenzione>>. Sono queste le parole che il vescovo mons  Sanguinetti ha detto prima della sua  partenza  per Tempio , dopo essersi  soffermato sui numerosi incontri avuti.
 Il Vescovo ha tenuto a sottolineare che  di ogni incontro conserverà  viva memoria, e nello stesso tempo  si riserverà di fame materia di ulteriore approfondimento per tradurne i contenuti e gli stimoli nell'attività pastorale delle due parrocchie. <<Non posso tuttavia, non ricordare in modo particolare alcuni eventi significativi, quali l'incontro con tutti gli studenti delle scuole superiori della città e della scuola della Marina Militare, con i rappresentanti delle organizzazioni sindacali e imprenditoriali dell'isola, con il consiglio comunale e il comando della Marina Militare e, da ultimo, l' evento- festa con le molteplici e variegate forme di aggregazione giovanile che fanno sport, musica, danza, spettacolo, volontariato e l'assemblea conclusiva partecipata e appassionata di un centinaio di coppie di sposi (sia uniti con il sacramento, sia solo civilmente o anche semplicemente conviventi). I giovani, i loro interessi, il loro impegno nei vari campi in cui dimostrano eccezionale bravura e versatilità, il loro entusiasmo e la voglia di essere protagonisti, rappresentano il patrimonio più prezioso di questa città, da promuovere e valorizzare in tutta la loro potenzialità>> Non sono stati estranei all'attenzione del Vescovo i problemi di natura economica e sociale che segnano la vita dell'isola. Rispetto ad essi il Vescovo anche in passato ha sempre dimostrato grande interesse e attenzione. Avendo ascoltato e approfondito il complesso quadro che gli è stato presentato dai vari protagonisti della vita isolana, mons. Sanguinetti ha voluto sottolineare alcuni passaggi: <<Sentire dal sindaco della disponibilità di circa 50 milioni di euro già finanziati per diversi filoni d'intervento e non ancora utilizzati per non chiari intralci burocratici, lascia interdetti ed indignati. In un tempo di così forte crisi economica, di scarsità di fondi pubblici anche per i settori vitali del Paese, delle tante promesse fatte ai maddalenini e non mantenute, dopo la forzata e improvvisa partenza degli americani, è politicamente, socialmente e moralmente intollerabile che la macchina burocratica delle istituzioni statali e regionali rallenti o blocchi interventi destinati a dare una boccata di ossigeno e di speranza a una comunità e a un territorio che da troppo tempo attendono risposte concrete ai loro diritti. >>Ben comprensibile la dura lettera dei disoccupati della città, con la quale declinavano l'invito del Vescovo a un incontro con loro. Stanchi delle tante parole ricevute dai rappresentanti delle istituzioni, si dicono decisi ad azioni eclatanti di protesta. <<E' un grido che non può non essere ascoltato e compreso, prima che possano essere messe in campo azioni che possano minare la tranquillità sociale-
La Maddalena, - ha concluso il Vescovo - ha straordinarie energie di intelligenza e di creatività, insieme ad alcune risorse naturali e storiche che ne possono assicurare un futuro più sereno: le bellezze naturali che tutti ammirano e invidiano, che, però, hanno bisogno di un progetto unitario e condiviso di tutela e di promozione turistica ed economica, in un convergente impegno tra le varie istituzioni interessate. Vi è un patrimonio storico-culturale ed artistico, solo parzialmente sfruttato. Vi è il potenziale sviluppo del ruolo della Scuola della Marina Militare: dopo gli ultimi tagli nel numero degli allievi e del personale, vi è la confermata volontà di un possibile futuro sviluppo, ma questa volta, in concorso con le amministrazioni pubbliche e gli enti territoriali preposti all'istruzione alla formazione ..>> Insieme alla responsabilità e alle competenze delle Istituzioni,
serve, tuttavia, una sorta di "rivoluzione culturale" che parte dal basso e che riguarda tutti i cittadini dell'Isola e i diversi operatori economt:ie sociali in essa presenti. Un nuova cultura basata sull'assunzione personale e sociale delle proprie responsabilità. Superando vecchi e anacronistici steccati ideologici e pregiudizi tra persone e gruppi, occorre centrare l'attenzione e l'impegno su progetti di sviluppo e di partecipazione condivisi. "Solo insieme e uniti - hanno detto in molti - si può superare l'attuale mjimento di crisi'Peone

L'UTE riapre

L’Università della Terza Età della Maddalena riprende la sua attività. approfittando delle belle giornate di questo scorcio di stagione, sono state attuate alcune iniziative che hanno consentito ai soci di godere di alcune giornate all’aperto. Dapprima, il 30 settembre, aderendo ad una iniziativa organizzata della Geasar, denominata Terra Marique, si è svolta una gita a Molara, preceduta da un seminario  sulla Sardegna medievale tenuto dall’archeologo dott.  Agostino Amucano.
Il 13 ottobre, sempre con una splendida giornata di sole, un gruppo di soci si è recato a Capo d’Orso per una vista alla batteria dalla quale è stato possibile ammirare lo splendido panorama dell’intero arcipelago; la giornata si è poi conclusa in un agriturismo dove i gitanti hanno potuto apprezzare piatti della tradizione culinaria sarda. Infine, il giorno il 20 ottobre una quarantina di soci ha visitato a Caprera il memoriale di Giuseppe Garibaldi, inaugurato durante l’estate nella batteria di Arbutticci. Accompagnati dalla cortesia e dalla competenza degli addetti alla bella struttura, i soci hanno ripercorso i passi più importanti della vita dell’Eroe e rinfrescato i loro ricordi scolastici. L’Università apre, dal 15 ottobre, le iscrizioni per l’anno accademico 2012-2013. L’iscrizione ha un costo che è praticamente simbolico: 50 euro, lo stesso di dieci anni fa, quando l’associazione iniziava il suo cammino.
Peone

Bonanno confermato anche se contestato

Neppure l’intervento dei  due senatori del PD Roberto  Della Seta e  Roberto Ferrante  che hanno sparato a zero su Giuseppe Bonanno  e << sul suo mandato  che non è stato   confortato da risultati apprezzabili nel miglioramento  degli standar  di tutela del territorio >> hanno impedito  che  l’ex presidente ora certo presidente  dopo l’annuncio ufficiale  da parte del ministro  del’ambiente Corrado Clini , rientrasse al suo posto . Una battaglia vinta non per simpatia nei confronti dello stesso presidente , ma perché come ha detto Fedele Sanciu <<è un uomo del territorio che opererà per far si che il Parco diventi una grande opportunità per la tutela dell’ambiente, ma anche per lo sviluppo economico, individuando le sinergie giuste a livello istituzionale (Comuni, Provincia, Regione, Ministero), >>.Dal canto suo il presidente è ovviamente contento della riconferma <<segno di un riconoscimento per gli obiettivi già raggiunti nel corso del mio primo mandato – sono le prime parole di Bonanno: –Sono stati anni difficili ma affrontati con grande entusiasmo, lo stesso che metterò per i prossimi cinque anni. Nel corso del mio cammino ho incontrato tanti oppositori ma anche tanti, e spesso inaspettati, “amici”: persone che hanno riconosciuto la buona volontà, la voglia di fare e coi i quali mi sono confrontato con un solo obiettivo, essere umilmente al servizio di questo territorio, contribuendo alla sua salvaguardia e  favorendo per quanto possibile il suo sviluppo.>>
Molto c’è da fare già nei prossimi mesi – spiega il Presidente: – partiremo subito col Piano per il Parco, lo strumento principe che con ferrea determinazione dovrà essere varato al più presto perché questo territorio passi dall’eccezionalità alla normalità, di cui c’è assoluto bisogno. Occorreranno inoltre collaborazione e risolutezza: proseguirò nel mio impegno per valorizzare le risorse di questo territorio cercando nell’ambito dell’innovazione, delle energie alternative, della valorizzazione e la riscoperta dell’agricoltura, argomenti che fino a qualche anno fa facevano ridere alcuni dei miei interlocutori locali e che invece, nel corso degli ultimi anni, sono entrati prepotentemente nell’agenda delle “cose da fare” di molti, tra gli altri anche imprenditori, segno che le mie erano tutt’altro che idee bizzarre. Sapremo ascoltare le istituzioni e le persone – insiste Bonanno, – ovvero tutti coloro che vivono e animano il territorio e che saranno nostri interlocutori privilegiati.
Chi ,invece , non si sbilancia  è Pier Franco Zanchetta  che  si limita a dire << no comment , ma invio tanti auguri al rieletto presidente , anche perché ne ha   veramente bisogno. Attendo il consiglio del 31 ottobre per conoscere   come la penserà la maggioranza che aveva  proposto un’ altro candidato  . Con la querelle delle nomine . però ,si perdono di vista i problemi che sono legati ad una migliore e reale gestione  dell ‘area protetta ed una corretta gestione dell’ente  .>>
Massimiliano Guccini, che oltre ad essere un consigliere comunale ricopre anche il ruolo di segretario provinciale della UIL, commenta: <<Accolgo con piacere la riconferma del  maddalenino Giuseppe Bonnanno alla giuda del Parco. Oltre ad essere una persona preparata e competente ho sempre apprezzato in lui la sensibilità per le problematiche occupazionali. Oltre ad aver accolto gli ex dipendenti Base Usa ha fatto si che la pianta organica dell’Ente passasse da poche unità a circa novanta lavoratori nei mesi estivi. Questo è anche quello che i maddalenini si aspettano dall’Ente e Bonanno lo ha capito. Spero che in futuro trovi il sistema di tutelare l’ambiente rimodulando alcuni vincoli sull’Isola madre e soprattutto incrementando l’occupazione.>>Mentre

, - ha detto  Claudio Tollis non posso che esprimere la nostra soddisfazione per la rinnovata fiducia di cui ha goduto da parte di tutti i soggetti Istituzionali coinvolti, Regione e Ministero, pur, essendo nota la sua distanza dall’attuale parte politica Regionale.Precisazione questa che aiuta a comprendere come sia stato solo” il merito” la sua carta vincente. Meritocrazia che per una volta non rimane una vuota parola ma trova applicazione nella realtà. Ci aspettiamo da questa sua continuità amministrativa che gli importanti traguardi già indicati nella sua precedente azione da presidente  vengano raggiunti. Sono certo che saprà concretizzare il valore aggiunto che è il sistema Parco,all’interno di un territorio che tragga vantaggio in termini sociali ed economici dalla fruizione delle sue bellezze naturali. Sono anche convinto che saprà farsi portatore di un clima costruttivo con l’intero Consiglio Comunale, rappresentanza massima della collettività che costituisce il fondamento della stessa essenza del Parco.Peone

GUARDIA DI FINANZA: RADDOPPIATE NEL 2012 LE CHIAMATE AL “117” –

POTENZIATO IL SITO INTERNET.


Il Numero di Pubblica Utilità “117” è il canale attraverso il quale gli Italiani possono entrare in contatto con la Guardia di Finanza.

Un numero gratuito, operante 24 ore su 24, realizzato con lo scopo di instaurare un rapporto diretto tra i cittadini e la Guardia di Finanza. Chiunque, con una semplice telefonata, può chiamare le "Sale Operative" dei Comandi Provinciali di tutto il territorio nazionale, per fare una segnalazione, ottenere notizie e informazioni o chiedere l’intervento dei Finanzieri. Quando, invece, è necessario presentare un esposto, il segnalante viene invitato a presentarsi presso il Reparto più vicino.

A livello nazionale, nei primi 9 mesi di quest’anno le chiamate sono raddoppiate ed hanno riguardato, in prevalenza, casi di violazioni alla normativa fiscale, irregolarità nella gestione dei distributori di carburanti e gli stupefacenti.

L’aumento delle segnalazioni, sintomatico della crescente partecipazione alla lotta all’illegalità economico – finanziaria, ha determinato anche il potenziamento del “117” con iniziative rivolte al web.

Al fine di sviluppare e nel contempo facilitare questo canale di comunicazione, è stato anche ulteriormente migliorato il sito Internet del Corpo aggiornando la Sezione del sito Internet istituzionale www.gdf.gov.it dedicata al Servizio “117” dove sono stati pubblicati modelli per le segnalazioni che chiunque può agevolmente compilare, stampare e presentare ai Reparti del Corpo.
I nuovi format, ora disponibili in versione editabile, contengono campi specifici che guidano l’utente nell’inserimento dei dati e delle informazioni, rendendo più immediata, agevole e semplice la compilazione.

Nella Provincia statale di Sassari, che comprende anche la Provincia di Olbia-Tempio, il numero delle chiamate nei primi 9 mesi del 2012 ha avuto un incremento del 75% rispetto allo stesso periodo del 2011.




Oltre il 60% delle chiamate giunte al “117” del Comando Provinciale di Sassari è però ancora costituito da telefonate anonime del cui contenuto non è possibile fare alcun utilizzo alla luce del carattere meramente delatorio delle medesime.

Anche nel Nord Sardegna, quindi, la cittadinanza è invitata a contattare il Numero di Pubblica Utilità “117” oppure a presentarsi personalmente presso le caserme del Corpo ed esporre i fatti che si ritiene siano lesivi della giustizia fiscale.

Così ognuno potrà dare il proprio contributo personale ad un’equa ripartizione del carico fiscale ed alla lotta contro i sempre più citati furbetti.
A causa , purtroppo ,della linea ADSL che da diversi  giorni non è sufficientemente adeguata  alle esigenze lavorative  di chi vi scrive , ho dovuto sospendere l’inoltro  delle notizie  che  giornalmente puntualmente immetto nel blog. In questo momento mi ha dato la possibilità di inoltrare  le notizie che  voi ancora non avete letto .Con la speranza  che  tutto  si possa  risolvere nel piu breve  tempo possibile , mi scuso se ancora  dovesse  continuare l’inconveniente . Saluti Peone

Defibrillatore consegnato alle società

L’assessore allo sport Gian Vincenzo Belli  ha consegnato alle società sportive di calcio il defibrillatore,
che  era stato donato dalla Lega Nazionale Dilettanti al comune di La Maddalena, nell’ambito della campagna di prevenzione e di contrasto agli arresti cardiaci nel mondo dello sport, a seguito dell’emozione suscitata dall’improvvisa scomparsa del giocatore “Morosini” nello stadio di Pescar ,la  cui presenza , avrebbe, probabilmente consentito la salvezza del giocatore.
Il dispositivo consente, infatti, la defibrillazione delle pareti muscolari del cuore in maniera sicura dal momento che è dotato di sensori per riconoscere l’arresto cardiaco dovuto ad aritmie, fibrillazione ventricolare e tachicardia ventricolare.
Le società calcistiche isolane ,erano presenti Ilvamaddalena – Atleticomaddalena – Caprera – C.S.I. Santo Stefano, nell’apprezzare il gesto si sono impegnate a tenere il dispositivo in perfetta efficienza , a conservarlo in posto idoneo a disposizione di tutte le società ed a comunicare all’ufficio sport del comune entro cinque giorni i nominativi del personale qualificato autorizzato all’uso.
L’Assessore si è impegnato a realizzare una teca in luogo sicuro ed accessibile a tutti dove conservare il defibrillatore .Peone  

Rifondazione OK per Bonanno

. In occasione della nomina a presidente del parco b Giuseppe Bonanno, il partito di rifondazione comunista, plaude alla sua rielezione anche perché è un Maddalena fino che ha come missione, alla guida del l'ente, la tutela e la salvaguardia del territorio, della quale ha fatto la sua bandiera. La sua rielezione è scritto nella nota è sintomo di continuità di una buona gestione che ha saputo valorizzare questo territorio, con il museo di storia naturale ed il delfinario, la predisposizione dei progetti di recupero paesaggistico ambientale e storico degli orti di Garibaldi a Caprera. La realizzazione dei laboratori didattici dedicati ai bambini, cantieri di ricreazione infantile, i progetti di educazione ambientale destinati ai bimbi diversamente abili e molte altre iniziative. Peone.

Commemorazione defunti e 4 novembre

In occasione della  commemorazione dei defunti, avranno luogo le seguenti manifestazioni:
08:00 cerimonia alza bandiera di presidio (festiva) e Jack presso l’ammiragliato.
09:00 cerimonia per la deposizione di corona all’Ancora Monumentale ai Caduti sul Mare in Piazza
Umberto I° da parte del comandante di Presidio C.V. Claudio Gabrini  e del Sindaco di La
Maddalena Sig. Angelo Comiti :
10:30  la cerimonia di deposizione della  corona al Sacrario Militare da parte del Comandante di Presidio C.V.
Claudio Gabrini  e del Sindaco di La Maddalena Sig. Angelo Comiti ; a cui seguirà la .
Santa Messa.
Al termine  della messa  seguirà la cerimonia di deposizione  della corona al Cippo Centrale da parte del Sindaco  e del comandante .
Dalle ore 08.30 alle ore 12.00 presso la Scuola Sottufficiali M.M., a similitudine degli anni precedenti, sarà
possibile accedere per le visite da parte della popolazione,.
Mentre per domenica 4 novembre in occasione dei festeggiamenti della Giornata delle Forze Armate, e la celebrazione della festa  dell’unità  nazionale  avrà luogo  alle ore
09:15 la cerimonia per la deposizione di corone alle lapidi dei Caduti in Piazza Garibaldi da parte del
Comandante di Presidio  e del Sindaco di La Maddalena .Peone

La nuova stagione di abbattimenti selettivi di ibridi di cinghialexmaiale sulle isole di Caprera e La Maddalena.

È stata programmata  dal parco la nuova stagione di abbattimenti selettivi di ibridi di cinghialexmaiale sulle isole di Caprera e La Maddalena. La riunione ha visto presenti i delegati del corpo forestale dello Stato, del CFVA (Corpo forestale e di vigilanza ambientale), della Capitaneria di Porto di La Maddalena e della ASL 2 di Olbia.
La nuova campagna, che inizierà nel mese di novembre per concludersi a marzo 2013, prevede un rafforzamento del metodo di cattura e successiva macellazione attraverso l’utilizzo delle gabbie, statisticamente rivelatosi il metodo più efficace per il raggiungimento dell’obiettivo finale dell’eradicazione della specie ibrida. L’acquisto di nuove gabbie e il potenziamento di questo metodo di cattura è stato approvato da tutti i soggetti istituzionali coinvolti. Aumenteranno anche la vigilanza e il controllo da parte delle competenti forze dell’ordine sui siti individuati per prevenire manomissioni, vandalizzazioni e danneggiamenti agli strumenti di cattura.

La strategia del parco prevede comunque di non rinunciare ad alcuno dei tre metodi di cattura che fino a questo momento hanno consentito di abbattere 300 esemplari degli ibridi di cinghialexmaiale presenti in particolare sull’isola di Caprera, che hanno ormai raggiunto l’isola madre di La Maddalena. Proseguiranno quindi fino al prossimo mese marzo anche le battute tramite il metodo della “carabina”, calendarizzate nelle giornate del martedì a Caprera e del venerdì a La Maddalena. Per quello che riguarda invece l’uso del metodo della “girata” l’intervento dovrebbe essere concentrato, almeno in una prima fase, in quattro giornate del mese di novembre: sabato 10, 17 e 24 e giovedì 29, fino allo scadere dei termini della deroga concessa dall’ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la tutela ambientale) per l’utilizzo di cani non abilitati con certificazione ENCI (Ente nazionale della cinofilia italiana).
Ancora una volta l’Ente Parco ricorda che il ricorso a metodi di abbattimenti selettivo all’interno di un’area protetta come il Parco Nazionale di La Maddalena – quale modalità d’intervento al fine dell’eradicazione, e non del semplice controllo, di una specie ibrida, introdotta dall’uomo e che è suscettibile di causare danni immensi al patrimonio di fauna e flora – costituisce uno strumento al quale l’Ente ricorre al fine esclusivo di salvaguardare questo habitat incredibilmente delicato, dove anche l’introduzione di specie “aliene” può costituire un elemento di distruzione per molte altre specie. peone

A. Maddalena - Funtanal 5-0







E’  stata una gara  abbastanza facile per i ragazzi di Mario  Tinteri che hanno superato  gli avversari galluresi  per 5 reti a zero che nulla hanno potuto fare  per evitare tanti goal . La gara  si è presentata  subito in discesa per i locali  che si sono portati  in vantaggio  grazie ai due  goal  di Barretta , seguiti poi dagli altri  uno dei  quali segnato da Lopreiato  di testa . Per gli ospiti  non c’è stato niente da fare  anche  se in qualche occasione potevano anche segnare . E’ stata un gara  di preparazione a quella  di  domenica prossima contro il Bassacutena  , equipe considerata forse la piu forte , che vedrà  la presenza  di molti  tifosi. Peone

A. Maddalena - 5-0

E’  stata una gara  abbastanza facile per i ragazzi di Mario  Tinteri che hanno superato  gli avversari galluresi  per 5 reti a zero che nulla hanno potuto fare  per evitare tanti goal . La gara  si è presentata  subito in discesa per i locali  che si sono portati  in vantaggio  grazie ai due  goal  di Barretta , seguiti poi dagli altri  uno dei  quali segnato da Lopreiato  di testa . Per gli ospiti  non c’è stato niente da fare  anche  se in qualche occasione potevano anche segnare . E’ stata un gara  di preparazione a quella  di  domenica prossima contro il Bassacutena  , equipe considerata forse la piu forte , che vedrà  la presenza  di molti  tifosi. Peone

sabato 27 ottobre 2012

La lettera integrale letta al vescovo da " Le famiglie nuove "




Eccellenza,
dirLe anche noi che la famiglia si trova come non mai in difficoltà non Le sembri ripetitivo e che queste difficoltà sono economiche, morali e sociali è enunciare una ovvietà. La realtà dei fatti, circa 1/3 delle famiglie in Italia è costretta chiedere beni primari, volenti o nolenti, ci ha aperto gli occhi e non dovremmo più credere alle bugie raccontate per tenere su il morale e creare presunta positività. Disillusi quindi per i suddetti aspetti, oggi, con Lei, la nostra riflessione può, forse, essere diversamente positiva se parliamo di difficoltà di immagine della famiglia.
Si, Eccellenza carissima, quell’immagine effimera dalla quale, per nostra manifesta colpa, troppo spesso non riusciamo a prescindere e che genera non accettazione, emarginazione, rifiuto, impoverimento materiale e spirituale in una società troppo spesso edonistica, in un sistema di profitto generalizzato e che, sebbene in eccezioni, purtroppo troviamo anche là dove proprio non vi dovrebbe essere. Confessiamolo perciò per umiltà e, con coerenza, convertiamoci per fede.
Siamo attratti più dalle apparenze che dalla sostanza, spesso seguiamo un’immagine falsa ed esteriore piuttosto che quella vera ed interiore; all’oggi, riteniamo oggettivamente che non sia più il caso di pontificare.
La famiglia cristiana, quella di tutti i giorni, è condivisione, rispetto fisico e morale, annichilimento dell’uno nell’altro, del singolo nei multipli fino a divenire una carne sola, un corpo solo, una testa sola, un’anima sola per amare e per amore. Nel professarci seguaci del Cristo dovremmo ben saper tradurlo in concreto; infatti è dalle opere che si vedrà la fede di ciascuno di noi.
Ecco allora il deleterio dell’esteriorità che nel nostro caso significa pochezza, vacuità di comportamenti e forme, capziosità, distinguo, bizantinismi e nella sostanza ritrovare poi soltanto un inutile nulla.
“Ama e fai . . .” è più che sufficiente; non vi è da aggiungere altro se non l’esortazione a non stancarsi mai; allenare continuamente la capacità di ricominciare ad amare ogni giorno, ogni ora, ogni minuto, ogni secondo.
Da dove si trae la fonte e la forza di questo insegnamento è ovvio: da quel Vangelo che andrebbe vissuto in modo radicale e che andrebbe testimoniato in tutte le azioni della nostra vita. Chiara Lubich ci ha solo ricordato questa verità manifesta e ci ha esortato a questo duro esercizio; si, duro esercizio, che ci vede spesso cadere e poi, per fede, rialzarci. Fede che il Santo Padre ha voluto vivificare in noi con questo anno speciale da poco iniziato e che sicuramente vedrà abbondanza di frutti: una buona misura, ben pigiata, scossa e traboccante. Che il nostro amore si concretizzi nelle opere ed ogni piccola opera grata a Dio, se congiunta a quella del fratello, per avere Gesù nel mezzo, può diventare universale. Abbiamo bisogno, lo riteniamo, di riscoprire le opere a partire da quelle spirituali; basta ostentazione di beni materiali, basta martellamenti di pubblicità, basta chiedere l’obolo per scopi spesso non condivisi, basta esempi deleteri di ruberie manifeste ed occulte, basta costruzione di cattedrali nel deserto che resteranno chiuse e vuote perché mancano gli spiriti per infondere loro la vita vera e vissuta.

Desideriamo ora presentarLe, in maniera più stringente e forse anche più spiritualmente dolorosa per quanto auspichiamo emerga in questo incontro, la necessaria cura verso le famiglie dei nostri fratelli divisi, separati, divorziati, sposi civilmente, uniti consensualmente o coppie di fatto perché sono “semplicemente” il nostro prossimo. Non ci turbino le situazioni che troveremo, non ci disarmi il nostro disagio, non ci spaventi constatare il dolore e che il nostro compatire sia sinceramente il “soffrire assieme”. Se ci fermassimo qui, non andremmo oltre un cliché negativo e di scarso amore; rallegriamoci perciò, ne abbiamo numerose prove, per i tanti casi felici dove ciò che era rotto ora è sanato, dove prima era il pianto ora è serenità e dove era rancore ora è accettazione reciproca. Ricerchiamo quindi tutti i possibili momenti di dialogo; non neghiamoci la speranza; concediamoci, in questa frenesia parossistica del vivere, il tempo per ascoltare oltre che sentire, per guardare oltre che vedere, accogliere oltre che giudicare, offrire nel dare e non per il falso dovere riflesso del perbenismo. Che ci tocchi quella pietra che scartata dai costruttori è diventata pietra d’angolo, che la durezza del nostro cuore non prevalga, ci inaridisca e ci renda sepolcri imbiancati.
Il nostro è solo un invito a riflettere assieme su realtà per le quali è tempo di tenere un diverso approccio, che la nostra non sia convenienza del momento; è tempo di una maggiore accettazione fraterna, nella sostanza e fuori da ogni esteriorità; è tempo di dare più che chiedere; è tempo di operai per la messe più che di questuanti.

Tutto negativo Eccellenza?
No, per nulla; il Gesù abbandonato in noi e nei fratelli è la notte del dolore a cui segue, noi lo crediamo ed indegnamente lo professiamo, l’alba sfolgorante della Pasqua.

Con fraterno affetto
le “Famiglie Nuove”


l nautico il corso per marittimi

Il dirigente scolastico Franco Marras porta a conoscenza del personale marittimo iscritto alla Gente di mare di I e II categoria che presso l’Istituto d istruzione secondaria superiore “G. Garibaldi”, corso tecnico Trasporti e Logistica (già Istituto Tecnico
Nautico) di La Maddalena, dal 15/11/2012 al 17/11/2012 si svolgerà  il XIX corso P.S.S.R. (Personal Safety and Social Responsibilities), diretto dal prof. Vincenzo Di Fraia.
Il corso  è aperto ai marittimi iscritti alla Gente di mare di 1 e 2 categoria che vogliono trovare occupazione sulle navi minori e maggiori, e per quanti pur avendo superato gli esami di un corso frequentato in precedenza non hanno navigato nell’ultimo quinquennio.
I marittimi interessati potranno presentare la domanda di iscrizione, entro e non oltre le ore 13 del 10/11/2012, presso la Segreteria dell’istituto.
Per informazioni telefonare al  0789 737712, (fax 0789
737800) dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 13,30.
Le iscrizioni si chiuderanno improrogabilmente alle ore 13.00 del 10/11/2011.Peone


venerdì 26 ottobre 2012

Grave incidente ad una signora


“Doveva accadere ed è accaduto “.Una signora mentre attraversava  Via Italia , via nel cuore del centro storico , di fronte alla chiesa, a pochi passi dal comune è caduta improvvisamente e perdendo l’equilibrio ha sbattuto il viso sul granito  ed è rimasta  stesa a terra . La causa dell’incidente  è la solita , lavori eseguiti senza che nessuno controlli , come denunciato da Liberissimo da molto tempo addietro due lastre ( vedi foto ) che hanno ceduto sotto il peso della donna provocando la caduta . Nulla ha potuto fare il marito che  le era vicino se non chiamare il 118 . Nelle vicinanze  vi era una volontaria  del 118 che  vista la gravita  è intervenuta in attesa dei suoi colleghi che l’hanno  controllata  e trasportata al Paolo Merlo . Si spera che  non abbia subito traumi , ma il fatto che  tutti  criticavano è che le lastre  che si muovevano erano già state  segnalate   da diverso tempo . Ora il comune oltre che  essere responsabile dovrà risarcire i danni , quando invece sarebbe stato piu opportuno intervenire in precedenza  , ma non solo in quel punto ma in quasi tutto il centro storivco e fuori  dal centro :Peone

Le domande per Scuola Civica di Musicascadono il 31 ottobre 2012.


L’Assessore alla cultura del comune di La Maddalena, Gian Vincenzo Belli , comunica che, per sopraggiunte disposizioni della Regione Sardegna, il termine ultimo per le iscrizione alla Scuola Civica di Musica sarà il 31 ottobre 2012. 
Al momento dell'iscrizione, che dovrà avvenire  con l’apposito modulo , scaricabile dal sito del comune stesso, l'allievo dovrà indicare lo strumento scelto e versare una quota di euro 25,00. La restante parte dovrà essere integrata in base alla certificazione ISEE.
La scuola civica di musica per favorire le iscrizioni e le possibilità  degli utenti che non avessero la possibilità di versare in un'unica soluzione potranno versare la quota dovuta con le seguenti modalità: la prima parte dovrà essere versata contestualmente all'inizio dell'attività didattica, quindi entro il 15 di novembre, la seconda parte entro il mese di febbraio 2013, la terza entro entro il 15 aprile 2013. La quota di iscrizione varierà a seconda della fascia di reddito. Le fasce di reddito sono cinque, come di seguito indicato. 
1ª FASCIA
ISEE da €uro zero a €uro 5.000,00
€uro 100,00
2ª FASCIA
ISEE da 5.001,00 a €uro 10.000,00
€uro 200,00
3ª FASCIA
ISEE da 10.001,00 a €uro 25.000,00
€uro 350,00
4ª FASCIA
ISEE da 25.001,00 a €uro 35.000,00
€uro 500,00
5ª FASCIA
ISEE oltre i 35.000,00 o in assenza di ISEE
€uro 700,00




L'orario delle lezioni sarà definito al termine delle iscrizioni definitive, ma si può già affermare a titolo indicativo che, se il numero degli iscritti rimane invariato dal numero delle pre-iscrizioni, per quasi tutti gli strumenti le lezioni si svolgeranno almeno quattro volte a settimana e ogni allievo potrà scegliere il giorno e l'orario della lezione che gli saranno più comodi. Per chi si iscrive nei corsi per principianti l'impegno richiesto è di due ore settimanali, un'ora di strumento, lezione individuale, e un'ora di teoria e solfeggio. Per i corsi avanzati si attiverà anche il corso di armonia. Pewone

Contributo finanziario dal Parco

La presentazione delle domande finalizzate ad ottenere un contributo finanziario dal Parco per l’organizzazione, nel periodo compreso tra il 1 gennaio e il 31 maggio 2013, di eventi e iniziative culturali compatibili con le finalità istitutive dell’area protetta: le istanze da parte degli interessati dovranno pervenire all’Ente entro le ore 12.00 del prossimo 30 novembre.
Il nuovo regolamento, modificato , e i relativi moduli per la presentazione delle istanze sono disponibili in formato cartaceo presso l’URP del Parco in Via Giulio Cesare 7 oppure on-line all’indirizzo: http://www.lamaddalenapark.it/ente-parco/regolamenti/regolamento-patrocinio-contributi-ausili-economici.
Le richieste, che potranno essere presentate da singole persone, enti pubblici e privati, cooperative, fondazioni e associazioni di volontariato, dovranno essere consegnate in busta chiusa presso l’ufficio protocollo dell’Ente nei termini e nelle modalità fissati dall’avviso pubblico;. Gli eventi dovranno inoltre essere indetti senza fini di lucro e dovranno essere orientate alla tutela ambientale, oppure alla divulgazione scientifica e culturale. Il contributo massimo messo a disposizione dal Parco è di 3.000 euro per le scuole pubbliche locali e di 2.500 euro per tutti gli altri soggetti, ma l’importo che sarà effettivamente erogato non potrà comunque superare il 40% delle spese complessive previste per l’organizzazione dell’iniziativa.
Se la pubblicazione della graduatoria dei soggetti risultati aggiudicatari del contributo avverrà entro 14 giorni dalla data di scadenza dei termini di presentazione delle domande, l’impegno del Parco nei confronti dei soggetti risultati aggiudicatari dei contributi sarà comunque subordinato all’approvazione delle somme iscritte a tale scopo nel Bilancio di previsione dell’ente gestore dell’area protetta per l’anno 2013.Peone

Corso per marittimi

Il dirigente scolastico Franco Marras porta a conoscenza del personale marittimo iscritto alla Gente di mare di I e II categoria che presso l’Istituto d istruzione secondaria superiore “G. Garibaldi”, corso tecnico Trasporti e Logistica (già Istituto Tecnico
Nautico) di La Maddalena, dal 15/11/2012 al 17/11/2012 si svolgerà  il XIX corso P.S.S.R. (Personal Safety and Social Responsibilities), diretto dal prof. Vincenzo Di Fraia.
Il corso  è aperto ai marittimi iscritti alla Gente di mare di 1 e 2 categoria che vogliono trovare occupazione sulle navi minori e maggiori, e per quanti pur avendo superato gli esami di un corso frequentato in precedenza non hanno navigato nell’ultimo quinquennio.
I marittimi interessati potranno presentare la domanda di iscrizione, entro e non oltre le ore 13 del 10/11/2012, presso la Segreteria dell’istituto.
Per informazioni telefonare al  0789 737712, (fax 0789
737800) dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 13,30.
Le iscrizioni si chiuderanno improrogabilmente alle ore 13.00 del 10/11/2011.Peone


31 ottobre consiglio comuinale

E’ stato convocato dal presidente facente  funzioni del  consiglio il vice sindaco Fabio Canu per il 31 ottobre
dalle ore 09.00 atte ore 13.00 e dalle ore 15.00 ale ore 20.00il consiglio comunale di  La Maddalena  con 15 punti all’ordine del giorno .Inizialmente  le 
comunicazioni del sindaco;poi subito  dopo l’elezione del presidente del consiglio per il quale è stato designato Andrea Bargone , a meno di cambiamenti. Seguiranno poi le interrogazioni per passare  forse al punto  piu importante . Cioè quello  per la variazione del  bilancio di previsione per I'esercizio finanziario 2 012, relazione previsionale  programmatica e Bilancio Pluriennale2 012| 2014 , Poi i debiti  fuori bilancio , le proposte  di deliberazione ed infine , sempre agli ultimi punti  quelli piu importanti
Waterfront - Discussione; Presidio sanitario-
Problematiche inerenti i trasporti- e dulcis in fundo
 Parco Nazionaled dell'Arcipelago di La Maddalena: nomina del Presidente già designato dal ministro. Peone

GUARDIA DI FINANZA: CONSUNTIVO DEL “PIANO DI CONTROLLO ECONOMICO DEL TERRITORIO”

 ATTUATO IL 25 OTTOBRE DAL COMANDO PROVINCIALE DELLA GUARDIA DI FINANZA DI SASSARI.


E’ stato ultimato il “Piano Coordinato di Controllo Economico del Territorio” che nella giornata di ieri la Guardia di Finanza ha eseguito nella Provincia statale di Sassari con l’impiego di oltre 60 militari.

In materia di emissione di SCONTRINI E RICEVUTE FISCALI sono stati eseguiti complessivamente 151 controlli che hanno portato alla constatazione di 35 violazioni per mancata o irregolare emissione di tali documenti fiscali.

Sia i soggetti controllati, che coloro a cui sono state contestate irregolarità di varia natura, risultano riconducibili alle molteplici categorie di esercenti che compongono il tessuto economico-commerciale del territorio sassarese.
La percentuale di irregolarità, pari ad oltre il 23%, è più alta della media annuale che, nel medesimo contesto territoriale, si è attestata intorno al 15%.

Nel settore del LAVORO SOMMERSO O IRREGOLARE sono state controllate 9 attività commerciali ove erano presenti 30 lavoratori dipendenti; 9 posizioni, verosimilmente irregolari, saranno oggetto di successivi approfondimenti.

In materia di CONTRASTO ALL’ABUSIVISMO ED ALLA VENDITA DI PRODOTTI CONTRAFFATTI, nella giornata odierna sono stati eseguiti diversi interventi che hanno portato al sequestro di 32 “pezzi” ed alla denuncia di 1 cittadino extracomunitario risultato non in regola con le normative sull’immigrazione.

Il Piano svolto ieri si inserisce tra le attività di tutela della legalità fiscale e di controllo economico territorio che le Fiamme Gialle svolgono quotidianamente.

I dati complessivamente acquisiti saranno oggetto di specifiche attività di analisi per il costante monitoraggio ed aggiornamento del tessuto “economico finanziario” del

Inizia l'avventura di Basket Insieme

Domenica 28 alle ore 18,00 nel palazzetto Via delle Vigne di Porto Torres inizia l'avventura di Basket Insieme nel campionato promozione maschile. Un ritorno alla categoria senior per una squadra il larga parte composta da giovani cresciuti in Basket Insieme con l'apporto di altri ragazzi provenienti da Arzachena,Santa Teresa, Palau . Un progetto Gallura che apre le porte a giovani del nostro territorio. Dimostrazione di una squadra che disputera' le sue gare interne dividendo i suoi appuntamenti tra la palestra di Via La Marmora e il palazzetto di Palau. Una squadra laboratorio che avra' bisogno di tempo per trovare i suoi equilibri ma l'impegno dei ragazzi e' encomiabile. Il coach e' Roberto Ugazzi con il suo vice Sebastiano Rubattu. Con il capitano Stefano Imperio , un roster giovane:Miri Davide,Morganti Daniele,De Bartolomeo Francesco,Loi Pietro,Tedde Andrea  ,Pilo Fabio, Pugachova Saimon, Ranedda Gianni,Corda Marco,Garau Stefano, Tedde Marco,Canu Andrea, Morganti Luigi, Armanni Giuseppe,Lai Cristian, Stevens Christopher, Palos Adan,Youssoupha Hathie.  Un saluto a tutti gli appassionati con la speranza che ci seguano con il loro tifo.

giovedì 25 ottobre 2012

IL vescovo incontra i lavoratori





Continua la visita pastorale a La Maddalena del Vescovo Monsignor Sebastiano Sanguinetti. Ieri l’incontro con il mondo del lavoro nel salone consiliare. Presenti molti sindacalisti, imprenditori e commercianti. Assente l’amministrazione comunale criticata per alcune scelte fatte sull’Ospedale.  Assenti anche i disoccupati di cui è stata data lettura di un comunicato dove si spiega che non parteciperanno più a nessun incontro ma solo ad azioni di lotta. Il Vescovo ha detto di comprendere la loro insoddisfazione ma li ha esortati affinché questa non divenga rassegnazione. Si è discusso della presenza militare a La Maddalena, di sanità e dell’immancabile problematica dei trasporti. Gli imprenditori hanno lamentato la troppa discrezionalità nello stabilire le regole, mentre per i commercianti è stato fatto notare che anche questo inverno saranno diversi quelli costretti a chiudere gli esercizi per mancanza di credito. Monsignor Sanguinetti ha voluto dare un messaggio di fiducia e ha esortato i presenti a unire le forze tutti assieme  in nome della solidarietà reciproca e della speranza comune. Si è detto convinto che La Maddalena ha tutte le potenzialità e le risorse naturali e culturali per uscire dalla crisi. Ma tutto ciò sarà possibile solo attraverso una rivoluzione culturale.Peone

Comiti interviene sulla nomina del presidente del parco

La nomina per la seconda  volta a presidente del parco  di Giuseppe Bonanno ,si sapeva , ha dato motivo ai suoi detrattori  di  dire la loro  in negativo , non tanto per la persona in se stessa . quanto  il metodo adottato dal ministro , dal presidente Cappellacci e a Fedele Sanciu che  sono stati  uniti  nel scegliere l’uomo che  a loro  giudizio era il piu adatto . Il sindaco Comiti non vuole essere polemico , però almeno una riflessione la vuole mettere in evidenza .
·       Il problema fondamentale è quello che per l'ennesima volta attraverso tutto una serie di questioni che hanno poco a che fare con l’ambiente ed interessi della collettività, si è proceduto alla nomina di una figura così importante senza avere la minima preoccupazione, minimo dovere di contattare il sindaco e la collettività . Questo il dato fondamentale dal quale si deve partire. Ho letto le dichiarazioni di Bonanno   , ma il tema è un altro ,ed è sempre quello che in un parco nazionale dove i confini territoriali del parco coincidano con quelli di un solo comune, bisogna riequilibrare le questioni in relazione agli organismi di rappresentanza, compreso il presidente.

È assolutamente inammissibile- a giudizio di Comiti  che lo ha  riferito anche  al presidente Capellacci  e che in una partita come questa il comune di la Maddalena non sia  stato assolutamente  coinvolto. Magari  ci poteva essere  una azione preventiva che poteva portare anche al  nome di Bonanno,. Però questa consultazione ci sarebbe dovuta essere, ma non c’è stata e  per quanto mi riguarda  è la seconda volta che succede. Lo aveva fatto Soru la prima volta  e lo ha fatto anche Cappellacci  questa volta. Credo che questo modo e sistema di fare non sia foriero di risultati buoni, condivisi perché indubbiamente un  fatto dal punto di vista politico esiste. Quando la maggioranza di un consiglio comunale che  è la rappresentanza della comunità esprime certi tipi di problematiche in funzione di una cosa così importante, credo che se ne debba tenere conto .>>

la collaborazione l'abbiamo sempre data non mi sono mai opposto anessun tipo di collaborazione che deve entrare nei fatti di. Il problema è quello di prima questa collettività con le sue rappresentanze non può essere subalterna a nessuno all'interno del proprio territorio comunale in una situazione come questa noi siamo subalterni, come questo caso al voler di emesso da ambiente e dal presidente della giunta regionale questa non sembra una cosa seria, utile e neanche rispettosa di quelli che sono i dettati costituzionali e delle leggi sovra ordinate .


Massimiliano Guccini, che oltre ad essere un consigliere comunale ricopre anche il ruolo di segretario provinciale della UIL, commenta: <<Accolgo con piacere la riconferma del  maddalenino Giuseppe Bonnanno alla giuda del Parco. Oltre ad essere una persona preparata e competente ho sempre apprezzato in lui la sensibilità per le problematiche occupazionali. Oltre ad aver accolto gli ex dipendenti Base Usa ha fatto si che la pianta organica dell’Ente passasse da poche unità a circa novanta lavoratori nei mesi estivi. Questo è anche quello che i maddalenini si aspettano dall’Ente e Bonanno lo ha capito. Spero che in futuro trovi il sistema di tutelare l’ambiente rimodulando alcuni vincoli sull’Isola madre e soprattutto incrementando l’occupazione.>>In riferimento alla notizia della conferma del Dott. Giuseppe Bonanno, - ha detto  Claudio <Tollis non posso che esprimere la nostra soddisfazione per la rinnovata fiducia di cui ha goduto da parte di tutti i soggetti Istituzionali coinvolti, Regione e Ministero, pur, essendo nota la sua distanza dall’attuale parte politica Regionale. Precisazione questa che aiuta a comprendere come sia stato solo” il merito” la sua carta vincente. Meritocrazia che per una volta non rimane una vuota parola ma trova applicazione nella realtà. Ci aspettiamo da questa sua continuità amministrativa che gli importanti traguardi già indicati nella sua precedente azione da presidente  vengano raggiunti. Sono certo che saprà concretizzare il valore aggiunto che è il sistema Parco,all’interno di un territorio che tragga vantaggio in termini sociali ed economici dalla fruizione delle sue bellezze naturali. Sono anche convinto che saprà farsi portatore di un clima costruttivo con l’intero Consiglio Comunale, rappresentanza massima della collettività che costituisce il fondamento della stessa essenza del Parco.peone

Meteo