mercoledì 30 novembre 2011

Onlus " Insieme per il domani " impegnata in due giornate

L’associazione Onlus Insieme Per Il Domani di La Maddalena, in occasione della Giornata Internazionale della Disabilità organizza due importanti eventi:

Venerdì 2 Dicembre 2011 – ORE 15.30

CONVEGNO SULLA SINDROME X-FRAGILE
Sala Convegni Hotel Le Nereidi

La sindrome dell'X fragile è una malattia genetica umana causata dalla mutazione del gene FMR1 sul cromosoma X, mutazione presente in un maschio su 4000 e in una femmina su 6000. A parte il ritardo mentale di grado variabile da severo a moderato, altre evidenti caratteristiche della sindrome sono riscontrabili anche nel fisico. Le caratteristiche comportamentali possono comprendere movimenti stereotipati (ad esempio, battere le mani) e sviluppo sociale atipico, in particolare timidezza e limitato contatto con gli occhi dell'interlocutore. Alcuni individui affetti dalla sindrome dell'X fragile rientrano inoltre nei criteri diagnostici dell'autismo. Anche se non esiste ancora una cura per la sindrome, c'è la speranza che una migliore comprensione delle sue cause possa portare a nuove terapie. Al momento, la sindrome può essere trattata attraverso una terapia del comportamento, un'educazione speciale, e quando necessario, con un trattamento delle anomalie fisiche.

Al convegno, coordinato dal Presidente di Insieme Per Il Domani, Lia Salvi, parteciperanno il Presidente dell'Associazione Sindrome X- Fragile, Donatella Bertelli, il Sig. Michele De Nuccio e il presidente dell'Associazione Sindrome  X-Fragile Sez. Sardegna, Pantaleo Masala.  Interverranno anche gli esperti Francesco Dessì, sul tema "Il possibile percorso educativo dei bambini e ragazzi X-Fragile”, con relativo contributo video con la testimonianza di alcuni genitori che raccontano la loro esperienza con figli X-Fragile; l'educatrice professionale Gabriella Manca e l'infermiera Rosanna Cordio che racconterà l'esperienza scolastica di Francesco. Concluderà la serie di interventi la Dott.ssa Natalia Falivene. Il convegno sarà  aperto a tutti.


Sabato 3 Dicembre 2011 – ORE 21.30

UNA SERATA SPECIALE
Aula Magna Primo Longobardo

  Spettacolo benefico di musica, danza e cabaret, presentato da
  Franco One con la partecipazione di artisti locali e del comico
  Giuseppe Masia.

  Allo spettacolo parteciperanno anche le Voci Nel Blues, L'associazione di  
  Ginnastica Ritmica Stella Del Mare, Tonino Scanu e i cantanti Irene
  Calvia, Giordano Ronchi, I Fabulas, Angela Izzo, Anna Cozzolino,
  Sergio Pinna, Alessandro Scanu, Angelica Platnerz, Carolina Spafford,
  Andrea Burruni, Alessandro Ugo e Sabina Biddau,
  
  Ingresso spettacolo € 10,00.
  Prevendita dei biglietti presso la sede dell'Associazione, in via 
  XX Settembre e presso LPG Motori a Cala Gavetta, La Maddalena.
  L’incasso sarà interamente devoluto all’Associazione Onlus Insieme Per Il Domani.


Ancora caos in banchina ..... mentre i lavoratori dell'Enermar attendono

Mentre  nell’isola  si  nota  sempre  piu l’assenza  delle 26 corse  che  la Enermar  ha  cessato  di  fare perché   dal 31 ottobre  l’armatore  Onorato ha  tolto  dalla tratta i traghetti e licenziato  i marittimi ,proseguono le difficoltà  per chi , appunto, deve trasferirsi  dalla parte opposta .A subire  i disagi maggiori sono i pendolari  e soprattutto  i ragazzi  che  devono andare  a scuola  non solo a Palau , ma anche  ad Arzachena  . Non ultimo il disagio e l’incidente avvenuto durante l’imbarco  sul traghettino  che  sostituisce il Caprera , sempre purtroppo ai lavori . Come  si sa  chi deve imbarcare lo può far e solo a marcia  indietro , perché l’ormeggio alla banchina delle poste non gli consente  di  potersi girare  di poppa e  quindi  gioco  forza le auto imbarcano a marcia  indietro  perchè  cosi  a Palau possono sbarcare regolarmente . Tutto questo impegna  tempo e naturalmente l’orario di partenza  slitta . Fra l’altro mentre  una studentessa stava  salendo ,scivolando sul portellone  per  l’umidità accumulata  ,è caduta battendo la testa per fortuna senza gravi conseguenze .  I malumori  , quindi  ci  sono , i ritardi arrivano  puntuali ed ancora nessuno interviene . A nulla sono valsi  gli interventi  del sindaco  , la mozione del consiglio comunale e quant’ altro  si  è cercato  di fare  per  evitare  questo  disservizio , perché  tutto è rimesto  come prima .  Solo disagi , disagi  e disagi . Mentre  a Cagliari  ci  sono 83 lavoratori  che attendono con ansia  di  conoscere il loro destino che  continuano a manifestare  di fronte al palazzo della regione. Ieri  si  sono incontrati con la presidente del consiglio Lombardo  che  li ha  ricevuti dicendo loro  che  convocherà ancora una volta i capi gruppo  per portare la vertenza  Enermar  in consiglio regionale << data la drammaticità in cui si trovano gli 83 lavoratori  che  meritano  tutte le attenzioni particolari per  fargli ritrovare  la serenità  che  gli è venuta  a  mancare da  quando  sono stai licenziati  >>Il  presidente  ha  elogiato il comportamento  dei  lavoratori e per il servizio dato alla cittadinanza ed per questo che ha ribadito << porterò in giunta il tutto perché è l’unico modo   per prendere  iniziative  che  diano risposte  immediate >> Sempre  ieri  i lavoratori in concomitanza  con l’incontro  con il presidente  si  sono incontrati  con altri lavoratori  della Cisl Federmar e Ugl con i quali  si sono intrattenuti parlando dei loro problemi . Ma sembra   da voci  di  corridoio  che per  il caso Saremar non ci siano novità positive in virtu , appunto  dei tagli che  in ogni assessorato  si sono verificati , figuriamoci il caso Enermar .Peone

La guardia costiera fra gli studenti per la campagna mare sicuro

 Presso il palazzetto dello sport di La Maddalena si è svolta ieri  la prima delle conferenze a favore degli studenti programmata dalla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di La Maddalena nell’ambito della “Campagna di sensibilizzazione Mare Sicuro 2012” promossa dal Superiore Comando generale del corpo delle Capitanerie di Porto.
      Con il coordinamento della direzione marittima di Olbia, durante l’intero periodo invernale personale di questa capitaneria di porto terrà nelle scuole primarie, secondarie e superiori di La Maddalena, Palau, Arzachena e Santa Teresa Gallura apposite conferenze per favorire tra i più giovani la conoscenza e la diffusione dei principi di educazione civica marittima, con particolare riferimento ai temi della sicurezza in mare e della tutela dell’ambiente marino e costiero.
     Ieri, quindi, i primi circa 250 studenti del Liceo Giuseppe Garibaldi di La Maddalena hanno ascoltato con interesse i consigli del personale della Guardia Costiera.
     Nei prossimi giorni, prima della sosta per le festività natalizie, le conferenze interesseranno l’Istituto Tecnico Nautico di La Maddalena e l’Istituto Professionale Alberghiero di Arzachena.
     Tale importante iniziativa, rinnova l’esperienza dello scorso anno che ha riscosso su tutto il territorio nazionale l’unanime apprezzamento di dirigenti scolastici, docenti ed alunni, con l’obiettivo di accrescere e consolidare, come detto, negli studenti la cultura del mare nel senso più ampio del termine, trattando principalmente la sicurezza della balneazione e del diporto nautico e la fruizione responsabile della fascia costiera e del mare, il tutto in vista della prossima stagione estiva.Peone
    

Lunedi in comune risultati indagine sociologica

Su richiesta del  dirigente dell'area  socio-assistenziale  e  culturale del comune, lo stesso  comunica che lunedì 5 dicembre, alle ore 16.30, nel  salone consiliare, saranno presentati i risultati dell'indagine sociologica di cui nell'oggetto. Si tratta di uno strumento importante per gli operatori e gli amministratori, su cui sarà possibile basare la programmazione e l'esecuzione dei futuri interventi di assistenza e sostegno a vantaggio, in particolare, delle fasce di popolazione prese in esame nel corso dell'indagine.Peone

In consilgio si è discusso oltre che di mafia anche di parco

 Nell’ultimo consiglio comunale  oltre che  di mafia  si  è anche parlato  di parco. Nel suo intervento, infatti , il capogruppo di maggioranza Gianluca Cataldi ha relazionato i presenti circa l’attività svolta dallo stesso in seno al consiglio direttivo del parco. Oltre al costituendo parco internazionale delle Bocche, si è parlato dei danni provocati dai cinghiali non a Caprera ma nel centro abitato.. Argomento introdotto dal consigliere Pierfranco Zanchetta. La soluzione, è stato detto, potrebbe essere quella di posizionare le gabbie, attualmente in uso a Caprera, nei pressi del centro abitato dove ormai questi animali sono di casa. Con i soli voti della maggioranza il consiglio ha licenziato la delibera relativa agli assestamenti di bilancio. Forte polemica tra il consigliere Luca Montella e l’assessore Nicola Gallinaro in merito allo stanziamento di 50 mila euro per l’acquisto di nuovi kit per la differenziata. Mentre il primo, capitolato alla mano, sosteneva che questa spesa doveva essere imputata alla San Germano, l’assessore rivendicava l’obbligo del comune di pagare i kit con i soldi dei contribuenti. Si è parlato anche della problematica dei trasporti marittimi. Il consigliere Gaetano Pedroni ha proposto all’aula di celebrare un consiglio comunale straordinario presso l’assessorato ai trasporti della Regione a Cagliari per evidenziare le problematiche dei cittadini e dei lavoratori. La proposta non è stata accolta dalla maggioranza che non l’ha firmata. Sono state illustrate dal consigliere Massimiliano Guccini una serie di interrogazioni tra cui quella con la richiesta di spiegazioni in merito all’acquisto da parte del comune di 50 copie del libro “La valigia dell’Attore” scritto dall’assessore Fabio Canu. Peone







martedì 29 novembre 2011

Gli studenti del liceo pronti per la giornata del disabile

Gli alunni del  liceo delle scienze umane e del liceo sociopsicopedagogico  anche quest’anno intendono celebrare la giornata  internazionale  del disabile  prevista per il 3 dicembre, con una festa in piazza Garibaldi.  Dalle ore 17.00 la festa aperta a tutti  prevede   musica,   un’esibizione di  trampolieri, una distribuzione gratuita  di piante offerte dall’Ente Foreste della Sardegna, una distribuzione di giocattoli costruiti dai ragazzi stessi unitamente ad un breve messaggio di solidarietà  sulla disabilità. Lo scopo dell’iniziativa è quello di tenere desta l’attenzione  della  popolazione locale sul tema. I ragazzi   vogliono celebrare  la giornata con    azioni efficaci e semplici  offrendo la loro disponibilità  ed il loro tempo libero ,  lanciando un breve ma significativo messaggio di progresso umano e civile che non deve mai arrestarsi. Peone                                                                                                  

Interviene Mario Mela amministratore delegato della Mesa Immobiliare

La notizia  arrivata   in  una giornata di autunno ha  inquietato  la cittadinanza  , ma soprattutto gli imprenditori  che  sarebbero  stati tirati in ballo circa la possibilità che  esista la mafia  nel nostro territorio . Se ne è discusso  in  consiglio comunale riunito nella mattina di lunedi , in conseguenza ad una notizia apparsa su un giornale locale nei giorni passati e  che è stata portata in discussione dal consigliere di minoranza Pierfranco Zanchetta, secondo la quale la mafia avrebbe messo le mani sul nostro territorio. Questo  ha evidenziato una situazione imbarazzante per la nostra comunità. Abbiamo voluto saperne di più e conoscendo direttamente i cantieri e le società alle quali,almeno con  parte della documentazione fotografica, l'articolo  fa riferimento ,abbiamo incontrato presso la sede della Mesa Immobiliare l’amministratore delegato Geom.Mario Mela .
La Mesa Immobiliare e ' una società con sede in La Maddalena dove opera,ormai, da circa 20 anni e ha in fase di realizzazione il cantiere ex fargest,"storico"per tutte le lunghe vicissitudini negli anni novanta e risulta essere rappresentata dal Geom.Mario Mela  che  si e' dichiarato disponibile a fornirci le dovute spiegazioni.
<<Mi rattrista-esordisce il geom. Mela-questa volontà di farsi del male e che in modo autolesionista, avvolge da sempre la comunità maddalenina che soprattutto in un momento come questo, di grave difficoltà, crea maggiori danni, mi rattrista la leggerezza con cui  si  è potuto scrivere  questo ,senza la minima informazione, e sopratutto senza alcuna verifica delle notizie da riportare  .trincerandosi, sul solo fatto di non fare i "nomi ",ma bene individuando cantieri e società e  non avendo  nessuna attinenza con la realtà .>>
Oltre questo  c'è modo ulteriore di tranquillizzare la nostra comunità?
<<La nostra società-riprende il geom. Mela- e' disponibile a fornire, a  chiunque, soprattutto se Maddalenino, qualsiasi informazione sull' argomento,a riscontrare da dove arrivano le risorse finanziarie e  a recarsi ,insieme a chi ne fa richiesta, presso qualsiasi tribunale per effettuare qualunque verifica;. Riteniamo di avere dei doveri di chiarezza verso una comunità nella quale viviamo, cosi come riteniamo di avere diritto al massimo rispetto per noi e per i nostri collaboratori che a loro volta possono certificare  quante situazioni di disagio,sul tema,hanno mai vissuto.>>
Qualche altra considerazione?
<<Il rammarico per una comunità, come quella maddalenina,che dispone di enormi risorse e grandi potenzialità per vivere in condizioni di benessere molto diverse,rispetto a quelle,che invece, e' costretta a subire per danni causati sopratutto per iniziative come queste.>>
“ Il rammarico che il primo albergo a 5 stelle che si sta realizzando alla Maddalena con tanti sforzi e sacrifici, tanto voluto da questa comunità, interamente finanziato da privati senza alcun contributo pubblico debba essere sporcato da basse seppure inesistenti insinuazioni.
Ribadisco, restiamo a disposizione di qualunque verifica e controllo.>>PEONe

Brillamento ordigno ai Due Mari

  
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
CAPITANERIA DI PORTO LA MADDALENA
SERVIZIO SICUREZZA DELLA NAVIGAZIONE E DIFESA PORTUALE
SEZIONE TECNICA

ORDINANZA N. 133/11

            Il sottoscritto, C.F. (CP) Luigi D’ANIELLO, Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di La Maddalena,
                                          

VISTA
la denuncia presentata da privato cittadino in data 29 novembre 2011, in merito al di ritrovamento di un presunto ordigno bellico, nello specchio acqueo antistante la spiaggia dei “Due Mari”, lato di ponente dell’Isola di Caprera;
VISTO
il proprio messaggio prot. n. 02.02.03/20415 del 29 novembre 2011;
VISTO
il messaggio di Marisardegna n. 384/OD del 29 novembre 2011, in pari data assunto al prot. n. 20453, con il quale è stato richiesto, a seguito di intelligenze intercorse con la Prefettura di Sassari, per motivi di sicurezza, l’emissione di un’Ordinanza di Interdizione al transito, pesca, sosta, attività subacquea e diportistica in genere, al fine di poter svolgere in sicurezza le operazioni di brillamento dei presunti ordigni bellici segnalati;
VISTA
la propria Ordinanza di Interdizione n. 131/11 in data 29 novembre 2011;
CONSIDERATA
la necessità di prevenire il verificarsi di possibili incidenti e salvaguardare l’incolumità delle persone e delle cose, nonché le esigenze relative alla sicurezza della navigazione;
VISTI
gli artt. 17 e 30 del Codice della Navigazione e l’art. 59 del relativo Regolamento di Esecuzione (Parte Marittima),

RENDE NOTO


che nel giorno 30 novembre 2011, dalle ore 11.30 alle ore 13.30, avranno luogo le operazioni di brillamento dei presunti ordigni bellici in premessa indicati nel punto avente le seguenti coordinate:



PUNTO DI BRILLAMENTO

LATITUDINE

LONGITUDINE

ALFA

41° 15.100’ N

009° 36.200’ E



ORDINA


ARTICOLO 1

Nel giorno 30 novembre 2011, dalle ore 11.30 alle ore 13.30, nel punto di brillamento sopraindicato, come meglio rappresentato graficamente nell’allegata cartina (allegato “1”), parte integrante della presente Ordinanza, sono interdetti:
a)    per un raggio di 1000 metri: il transito, la sosta e la pesca;
b)   per un raggio di 4000 metri: la balneazione ed ogni attività subacquea e diportistica in genere.
ARTICOLO 2
I contravventori alla presente Ordinanza, salvo che il fatto non configuri un diverso e più grave illecito, saranno perseguiti in via amministrativa o penale, ai sensi degli artt. 1164 e 1231 del Codice della Navigazione e dell’art. 53 del Decreto Legislativo n. 171/2005.
ARTICOLO 3
A partire dalla data del 30 novembre 2011 l’Ordinanza di Interdizione              n. 131/11 del 29 novembre 2011 è da ritenersi abrogata.
ARTICOLO 4
La presente Ordinanza cessa di avere vigore alle ore 13.30 del giorno 30 novembre 2011, salvo diverse comunicazioni a cura di questo Comando.
ARTICOLO 5
È fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente Ordinanza, la cui diffusione verrà assicurata: mediante l’affissione all’albo di questa Capitaneria ex art. 59 del Regolamento di Esecuzione al Codice della Navigazione, comunicazione agli organi di informazione, l’invio ai soggetti interessati e la pubblicazione sul sito internet www.guardiacostiera.it/lamaddalena/ordinanze.


La Maddalena, 29/11/2011                                                                                                
                                                                                                         F.to  IL COMANDANTE
                    C.F. (CP) Luigi D’ANIELLO



Incontri con le scuole da parte della guardia costiera

Presso il palazzetto dello Sport di La Maddalena si è svolta ieri la prima delle conferenze a favore degli studenti programmata dalla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di La Maddalena nell’ambito della “Campagna di sensibilizzazione Mare Sicuro 2012” promossa dal Superiore Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto.
 Con il coordinamento della Direzione Marittima di Olbia, durante l’intero periodo invernale personale della Capitaneria di Porto terrà nelle scuole primarie, secondarie e superiori di La Maddalena, Palau, Arzachena e Santa Teresa Gallura apposite conferenze per favorire tra i più giovani la conoscenza e la diffusione dei principi di educazione civica marittima, con particolare riferimento ai temi della sicurezza in mare e della tutela dell’ambiente marino e costiero.
Ieri, quindi, i primi circa 250 studenti del Liceo Giuseppe Garibaldi di La Maddalena hanno ascoltato con interesse i consigli del personale della Guardia Costiera.
Nei prossimi giorni, prima della sosta per le festività natalizie, le conferenze interesseranno l’Istituto Tecnico Nautico di La Maddalena e l’Istituto Professionale Alberghiero di Arzachena.
Tale importante iniziativa, rinnova l’esperienza dello scorso anno che ha riscosso su tutto il territorio nazionale l’unanime apprezzamento di dirigenti scolastici, docenti ed alunni, con l’obiettivo di accrescere e consolidare, come detto, negli studenti la cultura del mare nel senso più ampio del termine, trattando principalmente la sicurezza della balneazione e del diporto nautico e la fruizione responsabile della fascia costiera e del mare, il tutto in vista della prossima stagione estiva-Peone

Salvata altra Caretta Caretta

Grazie alla segnalazione di un privato cittadino è stato recuperato un giovane esemplare di  tartaruga marina (Caretta caretta) che nuotava a pelo d’acqua in apparente stato di difficoltà in prossimità della costa dell’isola di Santa Maria. L’animale, di piccole dimensioni, è stato immediatamente assistito grazie all’intervento del personale dell’Ufficio ambiente dell’Ente Parco. Una prima indagine effettuata dai biologi del Parco non ha rilevato evidenti e particolari sintomi di malattia. Come previsto sono stati comunque attivati tutti i protocolli della “Rete regionale di recupero e di soccorso della fauna marina selvatica in difficoltà” – struttura della quale fanno parte il Parco Nazionale di La Maddalena e tutte le altre aree marine protette della Regione Sardegna – finanziata dall’Assessorato regionale alla difesa dell’ambiente e presente in tutto il territorio sardo con Centri di primo soccorso e altri Centri di recupero. L’animale, accompagnato dai biologi della società Naturalia, è stato ricoverato presso la clinica veterinaria “I due Mari” di Oristano per l’espletamento di tutte le verifiche e gli accertamenti. A distanza di pochi giorni dal recupero dell’altro esemplare di tartaruga marina (Caretta caretta) individuato in prossimità dell’isola di Caprera, i biologi dell’Ufficio ambiente del Parco ricordano ai cittadini che occorre impiegare un’estrema cura nell’affrontare casi di fauna marina selvatica in difficoltà, sottolineando la necessità di non intervenire direttamente sull’animale se non in evidenti casi di estrema difficoltà dell’animale stesso, e di limitarsi ad una telefonata all’Ufficio ambiente dell’Ente Parco, in grado di intervenire con rapidità e competenza direttamente sul luogo del ritrovamento dell’esemplare. Non sempre infatti è possibile riconoscere e individuare senza competenze scientifiche il reale stato di salute di un animale, nel caso specifico di una tartaruga.Peone


lunedì 28 novembre 2011

Inizia la selezione per abbattere i cinghiali


 E’ iniziato da questa mattina alle ore 05.00 l’ abbattimento selettivo  degli ibridi  di cinghiale , organizzato dall ‘ente parco , in collaborazione con il CTA  guardie forestali , per cercare  di frenare  la presenza  di questi animali  che ormai  sono arrivati anche in città . Le lamentele sono tante  e pertanto  si è deciso  d’intervenire  e subito . Questa mattina , quindi ,3 o 4  compagnie di cacciatori   che  fra l’altro  sono stati prescelti  dopo aver effettuato un corso  che  li ha messi in condizioni  di poter  partecipare , appunto alle selezione . La selezione avverrà come battuta  chiamata  “  girata “ o meglio  non ci saranno lorda  di cani , ma pochi ed a guinzaglio . Lo stesso andrà liberato  non appena  avvisterà il cinghiale proprio per  non  rendere perciloso l’abbattimento , Tutti  i “ selettori “ avranno una pettorina  che  li distinguerà  dagli altri  e tutti avranno un  numero . Questi  potranno selezionare  i cinghiali  ,  gli stessi dopo essere  stati colpiti  dovranno rimanere nel punto in cui  si trovano , a fine battuta  saranno i forestali a coprirli con una etichetta  per poi trasferirli in un capannone del parco , da dove  inizieranno le visite  da parte del veterinaio .  Ci sarà da sventrarli , bruciarli e poi gli stessi saranno divisi equamente in  parti uguali a tutti i selettori  che hanno partecipato.Se poi gli interessati volontariamente  vorranno donarli in beneficenza  lo potranno fare  in seguito .  Questi  si aggirano  sulle 60 presenze   divise in 3° 4 compagnie tra quelli locali ed alcuni  dei  paesi limitrofi  che saranno sotto  la guida degli agenti  della forestale . Oggi  hanno iniziato dai  Due mari per andare a finire  fino a Punta  Rossa ,  il giorno 3 dicembre invece  si partirà da Stagnali  per arrivare  verso il Centro Velico Caprera   e tre  giorni dopo  dal  quadrivio di Stagnali  fino a Poggio Raso . In occasione  di  questo avvenimento  il comandante   della polizia locale ha emesso un’ordianzna  che  vieta  dalle ore 06.00  e sino al termine  delle operazioni , il divieto  di circolazione  pedonale e veicolare , non chè  di sosta di tutti i veicoli nelle zone  descritte . Anche la capitaneria  ha emesso  l’ordinanza in cui vieta  nei giorni e negli orari  stabiliti lungo le fasce costiere di ancorare e sostare con qualsiasi unità sia da diporto che ad uso professionale ad eccezione di quelle impiegate nell’esercitazione citata in premessa;praticare la balneazione; effettuare attività di immersione di qualunque tipo;svolgere attività di pesca di qualunque natura.Peone

I marititmi Enermar saranno ascoltati dalla presidente Lombardo


Sono determinati i lavoratori  marittimi della Enermar  che  da circa trenta  giorni  sono a  Cagliari in sit.in di fronte al palazzo  regione ed dell’assessorato ai trasporti  per difendere il proprio posto  di lavoro e non molleranno  finchè non si definiscano le cose .  Intanto tutti i lavoratori Enermar per questa mattina annunciano una nuova protesta  . A partire dalle ore 10.00 e per tutto il giorno saranno  sotto il palazzo della  regione ,con la conferma  anche  che il presidente del  consiglio regionale Lombardo  concederà loro un incontro  per definire  come  si può risolvere questo problema .  E’ la seconda volta che  la presidente Lombardo incontra  i lavoratori  che  la ringraziano  per l’attenzione  e la sensibilità dimostrata  fin dall’inizio della vertenza , con la speranza  che  davvero  si riesca a togliere il ragno dal buco . Intanto i lavoratori ribadiscono che <<continuiamo a ribadire  con forza che  l’unica soluzione  per tutelare i nostri diritti  al lavoro ed anche la permanenza  nei servizi della nostra azienda , non ci devono essere soluzioni  improvvisate  che  no darebbero  la certezza e la sicurezza agli 83 lavoratori  ed all’intero  servizio erogato dall’Enermar stessa >> Peone

Consiglio comunale si è parlato di mafia

Il secondo  giorno del  consiglio  comunale  si è chiuso anticipatamente a causa  di una momentanea assenza  da parte  delle minoranze  che  dopo aver votato all’unanimità sul logo  che è stato disegnato in occasione dell’andata a Londra , sono usciti  fuori dall’aula mentre il presidente annunciava la discussione  su alcuni punti importanti   e caldi  vedi intese e  bonifica arsenale richiesti dalle minoranze . Non essendoci nessuno in aula per presentarli la maggioranza  non li ha voluti discutere e quindi  il consiglio ha chiuso i lavori , tra le proteste  delle minoranze  che accusavano la maggioranza  di irresponsabilità . Non meno vivace  il consiglio della mattina , dove il consigliere Pier Franco Zanchetta ha  tirato in ballo una notizia venuta  fuori da un mensile locale  dove si parlava di mafia che  si sarebbe irradicata  le nostro territorio . Il consigliere che  rappresenta  appunto la  comunità non può non inquietarsi  rispetto a quello che  viene detto in maniera anche  forte .<< Credo – ha detto Zanchetta – che  su questo  si debba fare  chiarezza una volta  che  lancia  degli interrogativi inquietanti .L’ho riportato in aula all’attenzione del sindaco ,che  però ha  detto  di non averlo ancora  letto,e del consiglio perchè stava passando sotto traccia >> Zanchetta  è intervenuto anche perché a suo giudizio il sindaco deve reagire  a questa  notizia  cosi preoccupante e lo devono fare  anche  nelle sedi opportune chiedendo alla magistratura  di intervenire << perché i fatti  son due  o si spara  sul mucchio , oppure  ci sono degli elementi di certezza  che  devono venir  fuori . Questa  è una situazione che  mi preoccupa fortemente e quindi  dobbiamo non solo vigilare , ma anche avere un atteggiamento responsabile e dimostrare  che  questo  consiglio fa argini contro eventuali infiltrazioni mafiose a La Maddalena >>Se questo è un pericolo . riprende ancora  Zanchetta , dobbiamo stare attenti vigilare a quanto sta  accadendo nel territorio ed alle troppe costruzioni facili . >> Da parte sua il sindaco non conoscendo ancora l’argomento , rispondendo a Zanchetta  ha detto che  se  ci sono motivi  che  possono interessare sia la mafia  che  infiltrazioni mafiose  metterà tutto in mano alla magistratura .Dal canto  suo il capo gruppo Gianluca Cataldi è dubbioso  sul fatto che  ci sia la mafia come descritta , anche perché è necessario che la magistratura faccia degli accertamenti , avrebbe preferito che l’informazione in merito  fosse  stata inviata alla magistratura, anche perché questo  crea  sicuramente una serie  di pregiudizi a privati che investono capitali . Peone

Muro che frana ed altro che bisogna eliminare



Arriva la segnalazione  che  il muro retrostante la caserma della Finanza  di via Fabio Filzi è pericolante e potrebbe essere  pericoloso  se non si interviene in tempo . Come  si vede dalla foto  il muro  si è sgretolato  dalla parte iniziale forse  per le abbondanti piogge  e potrebbe continuare a cadere se perdurassero , con grande pericolo per  chi transita in quella via . Come se non bastasse  nelle stessa zona  vi è una cassetta  con cavi  di luce appesi che  potrebbe essere anch’essa pericolosa e immondizia  abbandonata  già da tempo Péone

Le foto da scegliere per il calendario 2012 del parco

La parola o il clic ora passa agli utenti di Facebook amici del parco. La scelta delle immagini che rappresenteranno lo scorrere dei mesi per il calendario 2012 dell’ente parco passa in mano agli “amici” digitali appassionati dell’arcipelago.  Sono trentuno i partecipanti al concorso organizzato dall’ufficio stampa e comunicazione dell’ente: “Paesaggi e Coste dell’arcipelago”,e  trentasei le foto selezionate che da qualche  giorno  sono sottoposte al giudizio del pubblico del social network con un importante e significativo riscontro di interesse e partecipazione all’iniziativa. Un anno di immagini dell’arcipelago per provare così a raccontare: la natura, i paesaggi e gli spazi dell’arcipelago direttamente con gli occhi e lo sguardo dei suoi appassionati visitatori. La partecipazione al concorso, bandito dal parco è stata aperta a fotografi amatoriali e professionisti, è completamente gratuita: i vincitori vedranno le loro immagini scorrere mese dopo mese sulle pagine del calendario 2012 del Parco. Inutile dire  che  , come ogni  competizione , ci  sono i gruppi organizzati che indirizzano le persone a cliccare  su questa  o quella foto , non mantenendo cosi l’anonimato . Lo scopo del parco è stato quello di cercare di individuare  la foto  che  piu piace senza forzare la mano . Ognuno deve scegliere liberamente la foto  che  piu’  gli aggrada e non perchè l’ha scatta  tizio o caio , anche  perchè alla fine  quelle che davvero meritano saranno escluse . Peone

domenica 27 novembre 2011

Esordio negativo per i locali , ma ottima la gara giocata dai baby locali contro una formazione agguerrita

Nova Pallacanestro La Maddalena – S.Croce – Olbia – Campionato Under 17 – sabato 26.11.2011
         La Nova Pallacanestro-La Maddalena dopo l’esordio vincente della squadra di Promozione, esordisce al Pala”Marco Mascagni”, con i ragazzi dell’Under 17, formazione eterogenea di baldi giovani “maddalenini” di età diverse dai 17 agli 11 anni, tutti con una gran voglia di giocare, con il simbolo del “cormorano” e di La Maddalena, sul petto. “Coach” il buon Paolo Nespeca ben coadiuvato da Claudio”Fast”Moreddu, che dal mese di settembre hanno forgiato questi ragazzi, con l’aiuto del D.S. Massimo Migliaccio, con la sana ambizione di divertirsi e di togliersi qualche soddisfazione. I nomi : Camillo Di Fraia, Mirco Pilo, Romeo Iannone, Ettore Giannotti, Matteo Terraciano, Danilo Ogno, Davide Sanna, Federico D’Agostino, Angelo D’Arco, Federico Chiocca e Marco Frau. In campo ai più è sembrato “strano” vedere una squadra di Olbia, con quattro ragazzi maddalenini, tra campo e panchina e come allenatore R.Ugazzi, sembrava quasi … un’amichevole a ranghi misti. Quintetto base Nova : capitano Mirco”Blue-eyes”Pilo, Camillo”Tira-molla”Di Fraia, Danilo”il cecchino”Ogno, Federico”il mancino”Chiocca e Romeo“Roccia”Iannone. Di Fraia inizia subito forte ai rimbalzi facendo valere la sua elevazione. Entrano dopo poco Angelo”Guerriero”D’Arco e Matteo Terraciano, che si danno un gran da fare in difesa. Sostanziale equilibrio, tanti errori sottocanestro della Nova, Pilo fa girare bene la palla e va a canestro. Finisce il 1° quarto 04-07. Il duo Nespeca-Moreddu dettano la strategia e i “masci di scogliu”, con Di Fraia va a segno da tre e si ripete, subito con rimbalzo e canestro da sotto. La S.Croce-Olbia ribatte punto su punto. Segna Pilo, Di Fraia difende e recupera palloni in quantità. Sorpasso 13-11 e da quel momento dal pubblico presente, si alza il coro : “Nova-Nova” che durerà per l’intera partita. Entrano quasi contemporaneamente, D’Agostino e Giannotti entrambi del 1999, rientra anche Iannone. Finisce il 2°quarto 13-17. Il 3° quarto è costellato per la Nova Pallacanestro, di tanti errori sottocanestro e qualche fallo di troppo. Di Fraia si danna l’anima, ma è tutta la squadra dal campo alla panchina, che vuole con orgoglio, dire la sua. S.Croce – Olbia va avanti, parziale 23-15. Entra Davide”Dado”Sanna un altro atleta del 1999, cominciano una serie di falli da entrambe le parti, c’è un po’ di nervosismo in campo. Segna Pilo, Di Fraia subisce fallo va ai liberi e segna 1/2 . La S.Croce sfrutta tutte le occasioni che si presentano. Finisce il 3° quarto 22-41. 4° quarto, i maddalenini non si danno per vinti, segna subito Iannone e D’Arco ruba pallone sulla ripartenza degli olbiesi, va sul vertice dell’area e segna in sospensione, gioia sugli spalti. Ma la palla sembra “stregata” e non entra per la Nova. Parziale 27-46 a cinque minuti dal termine della partita. Time-out di Nespeca. Segna subito Di Fraia, che recupera tanti palloni in difesa, entra Marco Frau. Esce per cinque falli, dopo “inutili polemiche” della panchina olbiese, Camillo Di Fraia, tra gli applausi. Mirco Pilo, si batte come un leone, conquista palla e segna. Nespeca-Moreddu eseguono cambi con tutti gli atleti a loro disposizione. Pilo segna una “bomba” da tre punti, gli olbiesi continuano a non sbagliare. Suona la sirena Nova Pallacanestro-La Maddalena – S.Croce Olbia 38-58.  Il Presidente Adele Scotto e tutta l’Associazione esultano, sono felici di come siano andate le cose, anche se “una sconfitta all’esordio”, con tanta comprensibile emozione e davanti ad un bel pubblico, tutto sommato, ci sta. Il “Progetto Nova Pallacanestro-La Maddalena”, va avanti, il pubblico e gli addetti ai lavori, hanno visto importanti segnali, quali : coraggio, grinta, “senso di appartenenza”, voglia di giocare…i risultati?...arriveranno, l’importante che i “nostri” ragazzi, onorino lo sport della pallacanestro e si divertano.
 Tabellini : Di Fraia 18, Pilo 15, Iannone 2, D’Arco 2 e Ogno 1.
Gianni Canopoli

Reminiscenze !! Chi si riconosce ??






Sarei  curioso  di sapere in quanti  ci riconosciamo in questa  foto davvero  d'epoca  . Semmai inviate  al mio email la risposta  andreanieddu@tiscalinet.it

Le foto piu caratteristiche della gara A. Maddalena - Su Canali 8-0

 A. Maddalena - Su Canali 8-0


























 E' stata una gara a senso unico  dove i ragazzi del presiedente Mario Tinteri l'hanno fatta da padrone  in tutti i settori del campo , senza mai  dover subire l'iniziativa della squadra avversaria  , se non in qualche occasione , peraltro  controllata dal portiere locale . A segnare  due triplette Baretta e Canu  che  si  sono scatanati mettendo in seria  difficoltà la difesa ospite . E'  senz 'altro un momento  felice  che  sta attraversando la squadra   che  gioca  con fluidità  ed a memoria , segno evidente  che  gli allenamenti  li rispettano .

sabato 26 novembre 2011

Contrasti sulla delibera della regione 38/51







 Mentre i lavoratori marittimi della Enermar  sono ancora in sit- in a Cagliari  di fronte a Villa Devoto   ed al palazzo dell’assessorato ai trasporti per difendere  il posto  di lavoro , viene  fuori una polemica circa il modo  di interpretare la delibera  della regione numero 38/51, per la quale  Giulio Verrascina ha asserito che le corse residuali che  la Delcomar  ha restituito , tramite il presidente Cappellaci  che  si era interessato  con Gian Franco Bardanzellu , dovevano essere  assegnate  definitivamente e non provvisoriamente   attesa delle altra gare – La stessa delibera 
 che disciplina i requisiti e le modalità di rilascio e revoca delle corse residuali,è chiara . Infatti  l'art. 2, comma 1 cita <<A seguito di procedura di gara pubblica e non discriminatoria e dopo la pubblicazione di appositi avvisi pubblici, la Regione,tramite l'Assessorato dei Trasporti valuterà le istanze per l'esercizio dei servizi di trasporto marittimo pubblico di linea residuali di persone e merci>>Di seguito all'art. 4, comma 1  sarà L'Assessorato dei Trasporti   che dovrà effettuare la valutazione delle istanze presentate  ispirandosi alle modalità di cui all'art. 2 ed ai criteri di seguito riportati- Infatti  in presenza di più richieste in concorrenza tra loro il monte linee da assegnare verrà così ripartito: in presenza di due richieste sino al 60%-70% dello stesso al richiedente avente precedenza e del 30%-40% all’altro; in presenza di tre o più richieste il monte linee da assegnare verrà così ripartito sino al 40% dello stesso al richiedente avente precedenza e del restante agli altri>> Da questo  si evince – dichiara un marittimo della Delcomar-che quello che è stato chiesto  sino ad oggi è palesemente in contrasto con la norma che disciplina le corse residuali sulla tratta La maddalena Palau. Infatti si  sà bene
che chiedere un'assegnazione delle corse per un triennio omettendo le procedure di gara è assolutamente impossibile perchè vietato dalle più elementari norme in materia. La Enermar, con le attuali 28 corse, detiene già la massima percentuale di corse assegnabili e neanche nella migliore delle ipotesi p
otrebbe vederne assegnate un numero maggiore.Anzi, qualora altro operatore presentasse offerte con unità navali con requisiti migliori
correrebbe il reale rischio di passare dal 70% delle attuale corseassegnate al 30% previsto per l'operatore proponente l'offerta meno  vantaggiosa.>>Peon e

Il logopedista a singhiozzo

<< Siamo da circa 10 anni che  cerchiamo  di ottenere la presenza  di una logopedista,se non  fissa , almeno nei  giorni stabiliti  a La Maddalena  ed ancora nulla è cambiato , anzi è peggiorato >> Questo il grido  di allarme di   diverse mamme  che  sono disperate a causa  delle manchevolezze ,e sono tante  , che  si verificano . Il motivo sembra  che  non ci siano logopedisti  e se ci  sono raggiungere La Maddalena  diventa un problema , si danno degli orari allucinanti   , come alle 08.00 del mattino oppure alle 14,00 , orari  che  non ti permettono   di  mandare a scuola il bambino . Qui una mamma  è categorica , <<questo  a mio  figlio non glielo permetterò  perché la scuola d’obbligo va rispettata , di modo che  non sia diverso  dagli  altri .>> Le mamme hanno parlato  con i vertici  diversi anni fa  in seguito ad un fatto -prosegue  la mamma  che  ha  visto  con i propri occhi <<mio figlio era seduto a terra  che  giocava  e lei leggeva il giornale >>- Ad oggi  dopo varie lotte c’è sempre un motivo  per cui  la logopedista  manca . I bambini , infatti , avrebbero  bisogno di 3 o 4 sedute alla settimana , mentre << mio figlio prosegue la mamma- ne fa  solo 2 o 3 al mese e sempre  per i  soliti motivi . Si perde il traghetto , ci  sono convegni e quindi non possono essere presenti . Ma la cosa  che  ne viene fuori  che  ci  colpevolizzano del fatto che  noi chiediamo la normalità , questo mi fa  male perché sto togliendo sedute e salute al bambino  >>Le mamme  sembrano intenzionate a mettere in mano il tutto ad un avvocato se si  continuerà con questo  solfà . Ma nello stesso tempo questa  mamma è intenzionata ad incatenarsi  di fronte agli uffici della ASL finchè non si risolve il problema , ma soprattutto per far conoscere agli addetti, anche se lo sanno , com’è la situazione qui nell’isola . >>Peone

Meteo