giovedì 30 giugno 2016

QUESTURA DI SASSARI Ufficio Gabinetto






Porto Torres:i migranti cercano di bloccare l’imbarco della nave per Genova


Nel corso della mattinata di ieri, personale della Polizia di Stato è intervenuto presso il porto cittadino dove una quindicina di cittadini di origine sudanese hanno cercato di imbarcarsi sulla motonave della società Grimaldi, proveniente da Barcellona e diretta a Civitavecchia, senza essere in possesso di alcun titolo di viaggio né di documenti di riconoscimento.
L’intervento del personale di Polizia ha consentito la regolare partenza della nave. Nel corso della stessa serata, però gli stessi cittadini sudanesi, insieme ad altri connazionali, si sono radunati nuovamente davanti ai varchi di accesso portuali, con l’intento di imbarcarsi sulla motonave Tirrenia diretta a Genova.
Non riuscendo però nel loro intento, circa 20 di loro, hanno inscenato una protesta sdraiandosi per terra e creando il blocco della circolazione dei veicoli che sono rimasti incolonnati in attesa dell’imbarco.
Sul posto, pertanto, si è reso necessario l’intervento a supporto di altro personale delle Forze di Polizia che intorno alle ore 20,30 è riuscito a vincere la resistenza dei rimostranti ed a consentire il regolare afflusso dei veicoli sulla motonave che è salpata con circa un’ora di ritardo. Nel corso dell’intervento alcuni manifestanti hanno posto in essere comportamenti aggressivi e violenti nei confronti degli operatori delle Forze di Polizia.
Tutti i responsabili di tali condotte saranno deferiti all’Autorità Giudiziaria per interruzione di pubblico servizio e nei confronti di tre cittadini sudanesi si sta procedendo anche per i reati di resistenza a un P.U. e lesioni personali.



CAPITANERIA DI PORTO LA MADDALENA

ORDINANZA N. 109/2016 DISCIPLINA TEMPORANEA DI UTILIZZO DEL BANCHINAMENTO DI CALA GAVETTA LATO OVEST DI LA MADDALENA Il sottoscritto Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di La Maddalena, VISTE le proprie Ordinanze di Sicurezza n. 17/1997 (Regolamento del Circondario Marittimo di La Maddalena) in data 21.06.1997, in particolare l’art. 21, e n. 65/2003 in data 19.08.2003, con le quali sono stati disciplinati gli ormeggi del Porto di Cala Gavetta – La Maddalena e nel dettaglio gli ormeggi delle Motovedette della Guardia Costiera e delle Forze di Polizia; VISTO il protocollo d’intesa sottoscritto tra la Capitaneria di Porto di La Maddalena ed il Comune di La Maddalena in data 21.06.2016, con il quale, in considerazione di una maggiore presenza di natanti ed imbarcazioni in loco e conseguente maggiore richiesta di posti d’ormeggio, è stato riconsegnato al pubblico uso, sino al 30.09.2016, il banchinamento di Cala Gavetta-lato Ovest, meglio individuato nell’allegata cartografia, per ormeggio di unità di lunghezza f.t non superiore ai 18 metri; CONSIDERATA la temporanea ricollocazione dei propri mezzi navali presso la banchina di Punta Chiara antistante la propria sede centrale; VISTI gli artt. 17, 30, 62, 63, 81 del Codice della Navigazione, nonché gli artt. 59 e 64 del relativo Regolamento di Esecuzione (Parte Marittima); IMPREGIUDICATO il potere di modifica/revoca di questa Autorità Marittima, qualora nella concreta applicazione della presente Ordinanza dovessero emergere profili di criticità non rilevati/emersi in sede di valutazione teorica, con il verificarsi di eventuali pregiudizi per la sicurezza della navigazione e portuale; RENDE NOTO che a decorrere dalla data odierna e sino al 30.09.2016, gli ormeggi del porto di Cala Gavettalato Ovest, meglio individuato graficamente nell’allegata planimetria, sono regolamentati, in via temporanea, dalla presente Ordinanza. ORDINA Articolo 1 (Divieto di Utilizzo pontile n. 1) L’utilizzo del pontile in legno n. 1, sia lato Sud sia lato Nord, è da intendersi vietato a qualsiasi unità, sino alla sua successiva rimozione. Articolo 2 (Utilizzo banchinamento di Cala Gavetta-lato Ovest) L’uso del banchinamento di Cala Gavetta-lato Ovest, per un totale di 50 metri, è destinato all’ormeggio all’andana (prua o poppa in banchina) di unità di lunghezza f.t. non superiore ai 18 metri, i cui accosti saranno gestiti e richiesti direttamente alla Marina del Porto Turistico di Cala Gavetta, alla quale è demandata la vigilanza degli ormeggi. Articolo 3 (Sanzioni) Salvo che il fatto costituisca reato o diverso illecito amministrativo, i contravventori alla presente Ordinanza saranno perseguiti ai sensi degli artt. 1173, 1174 e 1231 del Codice della Navigazione, nonché ai sensi dell’art. 53 del D.Lgs. 171/2005. Articolo 4 (Disposizioni finali) È fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente Ordinanza, la cui pubblicità verrà assicurata mediante affissione all’albo di questa Capitaneria ex art. 59 del Regolamento di Esecuzione al Codice della Navigazione, comunicazione agli organi di informazione, invio ai soggetti interessati e pubblicazione sul sito internet www.guardiacostiera.gov.it/la-maddalena/. Allo spirare del termine di cui al rende noto tornerà automaticamente in vigore la disciplina delle Ordinanze richiamate in premessa. La Maddalena, 30.06.2016 Firmato in originale IL COMANDANTE C.F. (CP) Leonardo DERI

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CAPITANERIA DI PORTO LA MADDALENA

ORDINANZA N. 108/16 Disciplina sperimentale dell’accesso e sosta di autoveicoli per esigenze connesse alle attività portuali del porto di Cannigione Il sottoscritto Capo del Circondario Marittimo di La Maddalena, VISTI i verbali n. 5/03 in data 13.01.2003 (I lotto) e n. 7/03 in data 31.12.2003 (II lotto), con i quali, ai sensi dell’art. 34 del Codice della Navigazione e 36 del relativo Regolamento, si è proceduto alla consegna all’Assessorato ai Lavori Pubblici della Regione Autonoma della Sardegna (R.A.S.) dell’area portuale di Cannigione per la realizzazione dell’approdo turistico; VISTO il successivo verbale di parziale riconsegna in data 26 giugno 2009; VISTA la propria Ordinanza n. 24/2011 in data 27.04.2011 che individua come area pedonale e per alaggio e varo imbarcazioni l’area richiesta per la manifestazione; VISTA la propria Ordinanza n. 110/2014 in data 28.08.2014, come modificata dall’Ordinanza n. 69/2015 in data 03.07.2015, che regolamenta le operazioni di alaggio e varo nell’ambito del Porto di Cannigione; VISTA la propria Ordinanza n. 29/15 relativa alla disciplina del traffico veicolare nel porto di Cannigione nell’are comunemente denominata “ex parcheggio del porto” per il periodo compreso tra il 1° maggio ed il 30 ottobre; VISTO il Decreto Legislativo 30.04.1992, n. 285, modificato ed integrato dal Decreto Legislativo 10.09.1993, n. 360 ed aggiornato al Decreto Legislativo 14.11.2011, n.150 “Nuovo Codice della Strada”; VISTI il Decreto del Presidente della Repubblica 16.12.1992, n. 495, “Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada” e le successive modificazioni ed integrazioni; VISTA la circolare n. 38 prot. N. M_TRA/PORTI/14368 in data 27.10.2011 della Direzione Generale per i Porti – “Competenza in materia di viabilità in ambito portuale“; VISTI gli esiti degli incontri tecnici svolti presso gli Uffici del Comune di Arzachena congiuntamente ai funzionari comunali ed agli operatori portuali di Cannigione e, da ultimi, gli esiti delle riunioni del 06.04.2016 e del 25.05.2016, nel corso dei quali l’Amministrazione Comunale ha comunicato che l’ingresso veicolare del Porto di Cannigione, per strette ragioni connesse alle esigenze di viabilità urbana, sarà regolato tramite apertura/chiusura di apposita sbarra elettronica; CONSIDERATA la necessità di disciplinare, in via sperimentale, l’indispensabile accesso all’area portuale di Cannigione da parte degli operatori del Porto di Cannigione per le attività portuali ivi insistenti e di regolamentare la sosta temporanea per soli autoveicoli che, ad ogni modo, non creeranno ostacoli per lo svolgimento in sicurezza delle attività di alaggio e varo regolamentate con le sopra richiamate proprie Ordinanze; VISTI gli esiti dei sopralluoghi congiunti con i funzionari dell’Amministrazione Comunale di Arzachena, in cui sono stati individuati alcuni stalli, in ragione delle peculiarità del porto di Cannigione, per la sosta degli autoveicoli per le sole operazioni di sosta per carico/scarico materiale che in linea di massima non avranno durata superiore ai 30 minuti; CONSIDERATO che gli oneri legati alla predisposizione della prevista segnaletica orizzontale e verticale, comunque di facile rimozione, nonché l’adeguata cartellonistica atta a segnalare gli stalli per la sosta temporanea saranno a carico, come concordato, del Servizio Tecnico del Settore Locale e Demaniale del Comune di Arzachena; RITENUTO opportuno procedere al rilascio, per motivi legati alla sicurezza portuale, di un limitato numero minimo dei pass d’ingresso/uscita in favore degli operatori del porto di Cannigione, i cui oneri saranno a carico degli stessi, per le stringenti necessità legate alle attività portuali in funzione dei limitati stalli di sosta individuati; IMPREGIUDICATO comunque, il potere di revoca di questa Autorità Marittima, qualora dovessero emergere nuove problematiche connesse al congestionamento dell’area portuale, con grave pregiudizio per la sicurezza portuale e le operazioni commerciali; VISTA la nota prot. n. 24563 in data 29.06.2016, con il quale l’Assessorato dei Lavori Pubblici della R.A.S. ha espresso, il proprio nulla osta alla nuova proposta sperimentale di disciplina in parola; VISTI gli artt. 17, 30, 34, 68 e 81 del Codice della Navigazione e gli artt. 36 e 59 del relativo Regolamento d’Esecuzione (parte marittima), RENDE NOTO che a partire dal 1 luglio 2016 e sino al 23 settembre 2016, in via sperimentale e comunque per il periodo legato all’apertura della dipendente Sezione Staccata di Cannigione, fermo restando la circolazione degli automezzi subordinata alle attività di alaggio e varo come regolamentato con le Ordinanze n. 24/11, n. 110/14 e n. 69/15, l’ingresso, l’uscita e la sosta temporanea di autoveicoli all’interno del porto di Cannigione del Comune di Arzachena (OT) sono da intendersi regolamentate a mezzo sbarra elettronica con le modalità di cui ai seguenti articoli. ORDINA Articolo 1 La presente Ordinanza entra in vigore a partire dal 1 luglio 2016 ed ha validità sino al 23.09.2016, comunque per il periodo legato all’apertura della dipendente Sezione Staccata di Cannigione, fatto salvo il regolare funzionamento di apertura/chiusura della sbarra elettronica di cui sopra. I titolari dei pass d’accesso sono di seguito individuati: a) Capitaneria di Porto di La Maddalena; b) Comune di Arzachena (Servizio Tecnico del Settore Locale e Demaniale); c) Operatori portuali del porto di Cannigione e ceto peschereccio; d) Consorzio degli operatori di alaggio e varo. e) Servizio 118 e altre Forze di Polizia in ragione del loro Ufficio. Per quanto riguarda i soggetti di cui alle lettere c) e d) è consentito la copia dei pass per un numero comunque non superiore a 3 unità. È onere dei singoli operatori portuali del porto di Cannigione munirsi di eventuali appositi carrelli gommati o mezzi similari necessari per il trasporto di bagagli/vettovagliamento per conto dei propri clienti del pontile. Gli stessi carrelli, al termine delle necessità, devono essere comunque custoditi presso le proprie strutture ricettive portuali degli Operatori. Articolo 2 Al Servizio Tecnico del Settore Locale e Demaniale del Comune di Arzachena spetta l’onere di istituire un apposito registro in cui devono essere annotati il numero dei pass rilasciati ed eventuali copie nei limiti di cui all’art. 1, comma 2. Unitamente ai pass d’accesso, sono rilasciati appositi tagliandini alfa/numerici progressivi con sopra riportati recapiti telefonici del singolo operatore portuale (Es: 1A Ditta Mario Rossi – Cell. ________), i quali devono essere esposti sul lunotto degli autoveicoli in maniera ben visibile durante la sosta. Articolo 3 All’interno dell’area portuale di Cannigione sono individuati, come meglio specificato nell’allegato stralcio planimetrico, gli stalli per la sola sosta degli autoveicoli degli operatori del porto di Cannigione, clienti od eventuali tecnici/meccanici/operatori subacquei (muniti di Autorizzazione ex art. 68 del Codice della Navigazione) in virtù delle loro funzioni. Al di fuori di detti stalli, all’interno dell’area portuale di Cannigione, sono vietate la sosta e la fermata degli autoveicoli. La sosta degli autoveicoli ha una durata, durante le 24 h, non superiore ai 30 minuti (regolamentata a mezzo disco orario). In ogni caso il veicolo non deve ostacolare le operazioni di alaggio e varo, disciplinate con le modalità di cui alle sopra richiamate Ordinanze n. 24/11, n. 110/14 e n. 69/15. È onere dell’operatore titolare del pass, oltre che del proprietario del veicolo, provvedere affinché la sosta non si protragga oltre l’orario consentito. Ad insindacabile giudizio dell’Autorità Marittima, per situazioni d’emergenza o necessità, gli operatori portuali dovranno prontamente far rimuovere i veicoli in sosta dai proprietari. Eventuali necessità dovranno essere rappresentate di volta in volta all’attenzione del personale militare della dipendente Sezione Staccata di Cannigione, ubicata all’interno del porto di Cannigione, che valuterà i singoli casi in deroga alla durata temporale del precedente comma. Articolo 4 Salvo che il fatto costituisca altro e/o più grave illecito, i contravventori alla presente Ordinanza saranno perseguiti ai sensi dell’art. 1174 del Codice della Navigazione. Articolo 5 È fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente Ordinanza, la cui pubblicità verrà assicurata mediante affissione all’albo di questa Capitaneria ex art. 59 del Regolamento di Esecuzione al Codice della Navigazione, comunicazione agli organi di informazione, invio ai soggetti interessati e pubblicazione sul sito internet www.guardiacostiera.gov.it/la-maddalena/. La Maddalena, 30.06.2016 Firmato in originale IL COMANDANTE C.F.(CP) Leonardo DERI

Asl Olbia: da venerdì 1° luglio parte il Servizio di Guardia Medica Turistica



– A partire da venerdì primo luglio sarà attivo all’interno della Asl di Olbia il Servizio di Guardia Medica Turistica: saranno 15 gli ambulatori che presteranno assistenza sanitaria ai turisti che trascorreranno le vacanze nelle coste della Gallura.

Anche quest’anno la Asl di Olbia assicurerà un’estate più sicura ai numerosi turisti che nel periodo estivo sceglieranno le coste del Nord dell’Isola. Da venerdì 01 luglio 2016, infatti, saranno operativi gli ambulatori di Guardia Medica Turistica del Distretto di Olbia (Arzachena, Budoni, Cannigione, Golfo Aranci, La Maddalena, Olbia, Palau, Porto Cervo, Porto Rotondo, Porto San Paolo, San Teodoro, Santa Teresa di Gallura), e del Distretto di TempioPausania (Badesi, Trinità d'Agultu e Aglientu).

Gli ambulatori di Guardia Turistica sono strutture pubbliche, che assicurano l’assistenza sanitaria di base ai non residenti: si tratta di ambulatori presidiati da uno o due medici che, sette giorni la settimana, garantiscano un servizio di continuità assistenziale rivolto ai turisti.
Il medico dell’ambulatorio di Guardia Medica Turistica può prescrivere farmaci, richiedere esami diagnostici e visite specialistiche e formulare proposte di ricovero su ricettario del Servizio Sanitario Nazionale, può anche rilasciare certificazioni di malattia. In caso di necessità possono raggiungere anche il domicilio del paziente.

Le prestazioni sono effettuate a pagamento secondo il tariffario stabilito dalla Regione Sardegna che prevede un compenso di € 16 per le visite ambulatoriali, di € 30 per le visite domiciliari e di € 8,00 per la ripetizione di prescrizione medica, misurazione della pressione, ciclo di medicazioni e terapie iniettive. Per ogni prestazione erogata verrà rilasciata la regolare ricevuta, valida ai fini fiscali, che consente, nei casi previsti dalla legge n. 98 del 1982, di richiedere il rimborso delle spese sostenute presso la propria Asl di appartenenza.

Nei casi di gravi patologie che comportano prestazioni specialistiche ospedaliere urgenti ci si deve invece rivolgere ai Pronto Soccorso dei Presidi Ospedalieri di Olbia, Tempio Pausania o La Maddalena.

Quest’anno la Asl di Olbia, con la collaborazione del Servizio Informativo aziendale (Sisa), in via sperimentale, ha dotato tutti gli ambulatori di Guardia Turistica di un nuovo Software che consente di collegare alla rete telematica gli ambulatori e permette di registrare on line i pazienti, prescrivere le ricette dematerializzate, consentendo quindi di migliorare il servizio offerto agli utenti.

Sede guardia medica turistica nel Distretto di Olbia
(apertura dalle ore 08.00 del 01.07.2016 alle ore 08.00 del 05.09.2015)

Arzachena: via Jaseppa di Scanu, tel. 0789/552900 (aperto dalle 20 alle 08.00)
(NUOVA ATTIVAZIONE: stabilita per dare una migliore risposta al territorio)
Budoni: via Mannironi, tel. 0789/552067
Cannigione: via Normandia, 0789/552020 (aperto dalle 08.00 alle 20.00)
nelle ore di chiusura bisogna rivolgersi alla Guardia Turistica di Arzachena
Golfo Aranci: via Libertà, 0789/552075
La Maddalena: località Padule, 0789/791296 (aperto dalle 08.00 alle 20.00);
nelle ore di chiusura bisogna rivolgersi alla Guardia Medica di La Maddalena (che si trova sempre nella struttura sanitaria di “Padule”)
Olbia: Struttura Sanitaria San Giovanni di Dio, viale Aldo Moro, 0789/552266
Palau: via degli Achei, 0789/552022
Porto Cervo: via Porto Cervo, 0789/552074 (aperto dalle 08.00 alle 20.00);
nelle ore di chiusura bisogna rivolgersi alla Guardia Turistica di Arzachena
Porto Rotondo: piazza Quadra, 0789/552025 (aperto dalle 08.00 alle 20.00)
nelle ore di chiusura bisogna rivolgersi alla Guardia Turistica di Olbia;
Porto San Paolo: via Nazionale, 0789/552018
San Teodoro: via Sardegna, 0784/552076
Santa Teresa di Gallura: via Carlo Felice, 0789/552021

Sede guardia medica turistica del Distretto di Tempio Pausania
(apertura dalle ore 08.00 del  01.07.2016 alle ore 08.00 del 05.09.2016)

Aglientu: località Vignola Mare, presso camping Saragosa, 079/678463
Badesi: località Li Junchi, 079/678462
Trinità d’Agultu: Isola Rossa, corso Trinità, presso residance Tanca della Torre, 079/678464

Visto il considerevole numero di utenti che, spesso impropriamente, affollano i Pronto Soccorso del territorio, la Asl di Olbia invita la popolazione a rivolgersi, là dove sufficiente, al Medico di Medicina Generale, alla Guardia Medica e a quella Turistica.
Si ricorda infatti che attraverso un uso più appropriato dell’offerta sanitaria, non solo da parte dei turisti ma anche dei cittadini, le attese ai Pronto Soccorso potrebbero ridursi.

L’Azienda sanitaria ricorda inoltre che è possibile verificare lo stato di attesa dei Pronto Soccorso della Asl di Olbia collegandosi al portalehttp://monitorps.sardegnasalute.it/monitorps/


mercoledì 29 giugno 2016

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CAPITANERIA DI PORTO LA MADDALENA

  ORDINANZA N. 107/2016 INTERDIZIONE TRATTO DI MARE PER RINVENIMENTO PRESUNTI ORDIGNI BELLICI Il sottoscritto Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di La Maddalena, VISTA la denuncia in data odierna, con la quale è stato segnalato il ritrovamento di n. 1 (uno) presunto residuato bellico, rinvenuto nelle acque in località “Punta Fico”, Isola di Caprera, Comune di La Maddalena(OT), nel punto di coordinate stimate φ 41° 10.790'N – λ 009° 29.530'E (Sistema di riferimento WGS84). VISTI gli artt. 17, 30 e 81 del Codice della Navigazione e l’art. 59 del relativo Regolamento di Esecuzione (Parte Marittima); CONSIDERATA la necessità di prevenire il verificarsi di possibili incidenti e salvaguardare l’incolumità delle persone e delle cose, ORDINA Articolo 1 A partire dalla data odierna e sino a termine esigenze, per un raggio di 100 metri dal punto “A” di coordinate φ 41° 10.790'N – λ 009° 29.530'E (Sistema di riferimento WGS 84), meglio indicato nell’allegato stralcio planimetrico, parte integrante della presente Ordinanza, è vietata: a) la balneazione; b) il transito, la sosta e l’ancoraggio di qualsiasi unità navale, c) la pesca, l’attività subacquea e qualsiasi attività diportistica e/o professionale in genere. Articolo 2 I contravventori alla presente, salvo che il fatto non configuri un diverso e/o più grave illecito, saranno perseguiti ai sensi degli artt. 1164 e 1231 del Codice della Navigazione. Articolo 3 È fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente Ordinanza, la cui diffusione verrà assicurata mediante affissione all’albo di questa Capitaneria ex art. 59 del Regolamento di Esecuzione al Codice della Navigazione, comunicazione agli organi di informazione, invio ai soggetti interessati e pubblicazione sul sito internet www.guardiacostiera.it/lamaddalena/ordinanze. La Maddalena, 29.06.2016 Firmato in originale IL COMAN

LEGIONE CARABINIERI SARDEGNA Comando Provinciale di Sassari




  
PALAU. SI APPROPRIA DELL’INCASSO DELLA “SAREMAR”. DENUNCIATO DAI CARABINIERI

PALAU – Nella mattinata di oggi, i Carabinieri della Stazione di Palau hanno denunciato a piede libero P.P., 47enne cagliaritano, dipendente dell’Agenzia incaricata del ritiro degli incassi della società di navigazione “Saremar SpA”, per appropriazione indebita e calunnia.
L’uomo, lo scorso 19 marzo, aveva denunciato il furto della valigetta, contenente 4.355,00 € relativi all’incasso della citata società di navigazione, dall’interno dell’ autovettura in suo possesso. Le indagini hanno invece chiarito che l’uomo si era inventato tutto per impossessarsi del contante che è stato interamente recuperato e restituito all’avente diritto.  




martedì 28 giugno 2016

TRE ANNI FA E' DECEDUTO ANGELINO FIORI . IL SUO RICORDO PRESO DAL BLOG


Se ne  è andato lasciando dietro  di se  , esterrefatti ,tutto il mondo sportivo , la famiglia  , gli amici e tutta Sorso che l’ha visto protagonista  sia nel mondo dello sport , ma anche  nella scuole e nella società in cui viveva . Nel silenzio della notte ha trovato la forza di portarsi  con se  tutta la sua intelligenza , la sua verve , la sua rabbia , la sua diplomazia , la sua  cocciutaggine ,la sua fierezza , prima  per  essere  stato un insegnante di quelli piu elevati ,e poi un allenatore preparato , sanguigno , metodico , sorridente , arrabbiato  e pronto a tutte le risposte  che sapeva dare in ogni occasione . Di lui , il popolo sportivo isolano ,si ricorderà del modo  con cui preparava la gara , ma soprattutto come la sentiva , ma anche come la gestiva , rigido per imporre le regole da chi poteva dare  di piu ‘ , forse meno con chi invece doveva ancora capire il suo carattere . Era stato consacrato “ Braccio di ferro “  dal collega  Pier Franco , per come , appunto sapeva gestire la situazione e imporre il suo credo . Nel mondo del pallone – diceva sempre – bisogna sacrificarsi  e soffrire , altrimenti sei sempre un anonimo . L’isola l’ha visto protagonista per diversi anni tra i  dilettante e semiprofessionisti quando ha portato la squadra in C2, con il presidente Arturo Stelletti  : Squadre come il Siena , Alessandria, Pavia , Massese , Pro Vercelli , Cecina, Tempio, Olbia ed infine Sorso . E’ stato un anno  davvero formidabile vedere giocare  squadre che hanno militato in serie A, in quel campo di cemento , come lo aveva considerato Ferruccio Mazzola (Siena ) quando lo ha calcato . Però solo un anno anche perchè , guarda caso è stata proprio la squadra della sua città quasi a decidere la retrocessione quando ha perso per  2-1 . Solo un punto ( 28 )ha  diviso l’Ilvamaddalena da Cuoio Pelli e Pontedera (29) che si sono salvate . In quell’anno 88/89 Angelino “ braccio di ferro “ le ha provate  tutte  ed è riuscito a battere il Casale , la Pro Vercelli a casa sua ,l’Alessandria ,il Poggibonsi , alla fine però la retrocessione . Il ricordo dei maddalenini sportivi non è solo la C2 , ma anche altri campionati  inferiori dei quali Angelino conosceva vita e miracoli di ogni squadra , e di ogni giocatore che lo mettevano in condizioni di dover preparare la gara in modo piu’ semplice. Oggi non c’è piu’ , ma di lui rimane il ricordo di essere  stato e di aver conosciuto un’isola “ felice “ . Personalmente ho dei ricordi bellissimi di lui , ma soprattutto  per me era un piacere  intervistarlo e parlargli perché era preparatissimo , da metterti qualche  volta  in difficoltà. Ciao Angelino - Peone

Pubblicato da Andrea Nieddu blog   





lunedì 27 giugno 2016

QUESTURA DI SASSARI Ufficio Gabinetto




Alghero: la Polizia arresta borseggiatrice


Nei giorni scorsi, personale del Commissariato di P.S. di Alghero ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di una 28 enne nomade, responsabile del reato di furto aggravato, accaduto nello scorso mese di aprile.
 In quell’occasione gli agenti intervennero in via La Marmora, nei pressi di un supermercato dove una donna, uscendo dall’esercizio commerciale, aveva subito il furto di una somma di denaro pari a 1.500 euro custodita nelle tasche degli indumenti che indossava.
La vittima si è resa conto solo in un secondo momento di essere stata derubata dopo essere stata avvicinata da una nomade con in braccio un bimbo che, urtandola, le aveva sottratto la somma di denaro.
Malgrado la nomade si fosse velocemente allontanata, le testimonianze raccolte e la visione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza presenti nella zona, hanno permesso alla Squadra Volante del Commissariato di ricostruire l’evento delittuoso.
La responsabile del reato è stata riconosciuta dagli agenti e denunciata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sassari che ha richiesto la misura della custodia cautelare in carcere concessa dal G.I.P.


IL COMANDANTE DEL CORPO DI POLIZIA LOCALE RICHIAMATO

: il Decreto Sindacale n. 18 del 31.08.2015 con il quale il Sindaco ha conferito alla dott.ssa PINI Barbara, già Segretario Generale di questo Comune, le funzioni dirigenziali relative allo Staff del Sindaco- Corpo Polizia Locale; l’atto di conferimento prot. n. 2984 del 03.03.2016 con il quale si attribuisce al sottoscritto l’incarico di Posizione Organizzativa del Corpo di Polizia Locale in quanto Comandante – Funzionario di Vigilanza. PREMESSO che, nell’ambito delle celebrazioni delle giornate Garibaldine patrocinate dal Comune in occasione della ricorrenza del 209° anniversario della nascita del Generale Giuseppe Garibaldi: in data 03.Luglio.2016Alle ore 21.30 si svolgerà in Piazza Santa Maria Maddalena, sul sagrato della Chiesa il concerto del Coro delle Voci nel Blues; in data 04. Luglio. 2016 alle ore 22.00 si svolgerà in Piazza Santa Maria Maddalena, sul sagrato della Chiesa il concerto della Fanfara “ Città dei Mille di Bergamo” RITENUTO, pertanto necessario, per motivi di sicurezza e al fine di garantire il regolare svolgimento della manifestazione, dover limitare la circolazione e la sosta dei veicoli nei tratti di strada e sue pertinenze interessati dalla manifestazione su citata; VISTO l’articolo 7 del Decreto Legislativo n. 285 del 30.04.92; VISTI gli artt. 107 e 109 del T. U. E. L.; ORDINA per i motivi citati in premessa In data 03 e 04 Luglio 2016: • dalle ore 20.00 e sino al termine delle esigenze, nella Piazza Santa Maria Maddalena e nel Corso Vittorio Emanuele, è vietata la sosta e la circolazione a tutti i veicoli. La presente Ordinanza è resa nota al pubblico mediante: - pubblicazione all’Albo Pretorio Online del Comune; - trasmissione agli Uffici comunali Web – Turismo – Urp e agli Organi di stampa di maggiore diffusione a livello locale. Città di La Maddalena - apposizione dei prescritti segnali stradali ed idoneo transennamento dell’area interessata e diverrà esecutiva all’atto dell’installazione degli stessi a cura dell’Ufficio Tecnico Comunale e degli organizzatori del concerto che dovranno garantirne la rimozione immediata a manifestazione ultimata al fine di evitare pericoli per la sicurezza della circolazione veicolare. I trasgressori saranno passibili delle sanzioni previste dal Decreto Legislativo sopracitato. AVVISA Che contro la presente ordinanza è ammesso ricorso al TAR Sardegna con sede a Cagliari entro il termine di 60 giorni, o in alternativa ricorso straordinario al Capo dello Stato entro il termine di 120 giorni dalla scadenza del termine di pubblicazione della medesima . Contro la collocazione della segnaletica è ammesso ricorso, entro 60 giorni, al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ai sensi dell’art. 37 del D. Lgs n. 285/1992, da notificarsi con raccomandata con avviso di ricevimento, all’Ispettorato Generale per la Circolazione e la Sicurezza Stradale – via Nomentana, 2 – 00161 Roma e al Comune di La Maddalena, come prescritto dall’art. 74 del D.P.R. n. 495/92. IL COMANDANTE (Dott. Roberto POGGI) documento firmato digitalmente

domenica 26 giugno 2016

OMUNICATO STAMPA: Presentazione progetto SardiniaPisa.it rivolto ai sardi emigrati in Toscana

C




L’associazione culturale sarda Grazia Deledda e lo Sportello Europe Direct Regione Sardegna presentano il progetto SardiniaPisa.it, il portale hub finanziato dalla Regione Sardegna e rivolto ai sardi emigrati in Toscana per studio o lavoro.
Il 27 giugno alle ore 11.00, presso la Sala Eventi (Secondo Piano) della Mem – Mediateca del Mediterraneo Cagliari, l’Associazione Grazia Deledda di Pisa, in collaborazione con lo Europe Direct Regione Sardegna e Europe Direct Provincia di Sassari, presenterà il progetto www.sardiniapisa.it.

Sardiniapisa.it è il portale informativo,completamente gratuito, che nasce per rispondere a una serie di necessità pratiche che nel corso degli anni l'Associazione Deledda di Pisa ha saputo intercettare e registrare. Negli anni, infatti, l’associazione sarda è divenuta punto di riferimento sul territorio pisano per tutti quei giovani sardi che si trasferiscono nella città della Torre per studio e, sempre più spesso, in cerca di opportunità lavorative.
Alla luce dell’aumento di richieste di informazioni riguardanti la ricerca di un alloggio, una mappatura dei servizi cittadini e, non ultimo, l’esigenza, da parte dei nuovi arrivati, di ricostruire una rete sociale accogliente, l’Associazione Deledda ha ideato la costituzione di uno sportello
informativo ospitato presso la sede sociale.
Presentato come candidato fra una serie di progetti proposti dalle associazioni sarde in Italia e nel mondo, SardiniaPisa.it è stato finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna, la quale ha riconosciuto l’alto potenziale e valore del servizio, individuando nell’associazione sarda
l'interlocutore naturale di un dialogo costruttivo fra la Regione Sardegna e chi, per un periodo più o meno breve, lascia l'isola.

Per ulteriori info:
Antonio Mura 340 87 81 796

Europe Direct Regione Sardegna
         
Via Mameli  164 - 09123 Cagliari

+LE ALTRE DELIBERE DELLA GIUNT


si comunica che, a differenza di quanto riportato nel precedente comunicato LE ALTRE DELIBERE DELLA GIUNTA, in materia di AMBIENTE la Giunta odierna non ha deliberato di istituire, per il periodo di durata del Coordinamento della Commissione Ambiente ed Energia, l'Unità di progetto di coordinamento tecnico.
Ci si scusa per l'errore.
Di seguito il comunicato con la correzione evidenziata.

--


 – La Giunta regionale, riunita a Villa Devoto con il presidente Francesco Pigliaru, ha dato parere favorevole alla richiesta di riconoscimento del preminente interesse e della rilevanza regionale per i lavori di realizzazione del nuovo stadio di Cagliari, come richiesto dall’assessore degli Enti Locali Cristiano Erriu. In base alla legge regionale 8 del 2015, le varianti ai Piani urbanistici comunali possono essere approvate soltanto nel caso in cui la Giunta riconosca l’interesse regionale dell’opera pubblica. In applicazione al protocollo d’intesa siglato nel maggio 2015 da Regione e Comune di Cagliari, presto sarà istituito un tavolo tecnico per la pianificazione anticipata di alcune aree, tra cui quella in cui ha sede l’attuale stadio Sant’Elia. 

LAVORO - Dopo il parere della II Commissione del Consiglio Regionale giovedì scorso, la Giunta su proposta dell’assessore Virginia Mura ha dato il via libera definitivo alle due delibere riguardanti Statuto e pianta organica dell’Aspal, l’Agenzia sarda per le politiche attive per il lavoro, istituita recentemente dalla legge regionale 9 del 2016. Approvazione definitiva anche per lo schema di Accordo di Finanziamento del Fondo Social Impact Investing, istituito dalla Giunta lo scorso 2 febbraio. 

AMBIENTE - L’Esecutivo ha espresso un giudizio positivo, condizionato a prescrizioni, sulla compatibilità ambientale dell’intervento per un impianto di produzione di energia da fonte rinnovabile eolica in ambito agricolo a Sindia. L’intervento per un impianto per la produzione di energia elettrica da fonte eolica da 34 Megawatt a Porto Torres, in località Monte Rosè, non sarà infine sottoposto a nuova procedura di valutazione di impatto ambientale (VIA) e viene estesa per ulteriori cinque anni l’efficacia della delibera 48/46 del 2011, in cui era stato espresso un giudizio positivo di compatibilità ambientale, condizionato al rispetto di prescrizioni. 

PUBBLICA ISTRUZIONE - Accogliendo la proposta dell’assessore della Cultura Claudia Firino, l’Esecutivo ha preso atto del programma di interventi e dei progetti 2016 per la Tutela delle minoranze linguistiche storiche. Ventinove sono stati presentati da Enti locali territoriali e uno da parte di un Ente pubblico non territoriale. I progetti dovranno essere trasmessi alla Presidenza del Consiglio dei Ministri entro il 30 giugno 2016 perché venga stabilito e disposto il finanziamento. 

PROGRAMMAZIONE - La Giunta ha approvato, accogliendo la proposta dell’assessore Raffaele Paci, gli indirizzi per l’acquisizione al patrimonio regionale di immobili costieri di particolare rilevanza paesaggistica e ambientale della “Società Bonifiche Sarde Spa in liquidazione”, all’interno del Programma Regionale di Sviluppo 2014/2019, strategia Razionalizzazione e valorizzazione del patrimonio. In questo modo, pur nella prosecuzione dell'attività di dismissione della parte produttiva della società SBS, viene messa in sicurezza la parte di patrimonio più rilevante dal punto di vista paesaggistico e ambientale. Via libera anche alla definizione provvisoria degli elenchi delle società partecipate dirette e indirette del sistema Regione: all'interno di questo elenco sono individuate quelle maggiormente rilevanti che dovranno rientrare nell'ambito del bilancio consolidato della Regione. Definitivamente approvata infine la Strategia 2 "Creare opportunità di lavoro favorendo la competitività delle imprese" all'interno della programmazione unitaria 2014-2020. 

AGRICOLTURA - 21 milioni e 350 mila euro per il funzionamento dei Consorzi di bonifica e la manutenzione delle opere. Il via libera è arrivato oggi con una delibera proposta dall’assessore dell’Agricoltura Elisabetta Falchi. Le somme sono così ripartite: 17.700.000 euro per finanziare gli interventi di manutenzione e gestione della rete scolante, degli impianti di sollevamento e delle opere di bonifica idraulica; per le spese sostenute dai consorzi per la manutenzione ordinaria delle opere pubbliche di bonifica individuate dal Piano regionale di bonifica e di riordino fondiario e le spese sostenute per la manutenzione delle reti irrigue relative ad aree effettivamente irrigate. 3.000.000 euro invece serviranno per le spese di funzionamento dei consorzi, mentre 650 mila euro andranno ad abbattere i costi per l’energia elettrica. Inoltre, con altra delibera, l’esecutivo ha assegnato u n milione all’anno per il biennio 2016-2017 a favore del comparto ippico: 550mila serviranno per la realizzazione di un programma di corse di selezione, in collaborazione col MiPAAF e gli ippodromi di Chilivani, Sassari e Villacidro, e per l’organizzazione di eventi nazionali e internazionali. 450 mila euro verranno usati per la valorizzazione delle razze equine in allevamento e la realizzazione di eventi legati al cavallo sardo e alla tradizione equestre dell’isola. Sarà l’Agenzia Agris a gestire il dettaglio delle attività. Infine, l’esecutivo ha dato il nulla osta al bilancio di previsione 2016 e pluriennale 2016-2018 di Argea. 

INDUSTRIA - Su proposta dell’assessore Maria Grazia Piras, di concerto con l’assessore della Difesa dell’Ambiente Donatella Spano, è stata approvata l’Intesa della Regione per l’autorizzazione all’ampliamento del deposito costiero di oli minerali della Ivi petrolifera a Santa Giusta. La richiesta avanzata dalla società è di ampliare il deposito da 57 mila metri cubi a 127 mila metri cubi. Il provvedimento definitivo di autorizzazione è rilasciato dal Ministero dello sviluppo economico di concerto con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti d’intesa con la Regione. 

ENTI LOCALI - La Giunta, come richiesto dall’assessore degli Enti locali Cristiano Erriu, ha autorizzato le Province di Nuoro, Oristano e Sud Sardegna a svincolare gli avanzi di amministrazione dell’anno 2015, maturati rispettivamente nei bilanci delle Province di Nuoro (180mila euro), Oristano (348mila) e Medio Campidano (771mila), per un totale di un milione 300mila euro. Le quote svincolate dovranno essere applicate ai bilanci di previsione per l’anno 2016 per garantire l’equilibrio di bilancio dopo l’approvazione del rendiconto dell’esercizio 2015 da parte delle tre Province. 

SANITA' - Su proposta dell’assessore Luigi Arru è stata parzialmente modificata la delibera sul Programma Ritornare a casa: la Giunta ha accolto la modifica di alcuni requisiti per l’accesso ai diversi finanziamenti del programma per disabilità gravissime.

Trasporti aerei, Cossa (Riformatori): il sottosegretario Vicari vive sulla luna, di sicuro non ha mai provato a fare un biglietto per la Sardegna

 «Il sottosegretario dei Trasporti, Simona Vicari, cita come modello da seguire la continuità aerea in Sardegna. Delle due l’una: se lo pensa davvero vuol dire che non capisce assolutamente niente di trasporti, altrimenti è evidente che vive sulla luna e non ha mai nemmeno provato a fare un biglietto per volare in Sardegna». Lo dice il coordinatore regionale dei Riformatori sardi, Michele Cossa.

Diomedi in testa al Rally Isola di Sardegna dopo 7 prove


Il pilota della Porto Cervo Racing al comando con la Ford Fiesta R5 ed ha vinto  speciali. Una vinta da Sebastiano Putzu sulla Peugeot 207 che primo allo start della prova spettacolo Jacu Piu 3 Altre due cronometrate previste nel pomeriggio.


Nuoro 26.06.2016 - Appassionante, ricco di emozioni e di sorprese sin dalle prime battute il Rally Isola di Sardegna, la gara organizzata dalla Mediterranean Team ePorto Cervo Racing con il patrocinio della Regione Sardegna, della Provincia di Nuoro, di Camera di Commercio e dei Comuni di Dorgali, Oliena, Orgosolo e Mamoiada. La gara è valida per la seconda edizione del Sardegna Rally CupTrofeo Yokohama e Strade del Vino Cannonau. Il pilota olbiese Maurizio Diomedi, vincitore delle ps 1,3,4,6, 7 al volante della Ford Fiesta R5 e navigato da Mauro Turati è attualmente al comando della gara. L’equipaggio della Porto Cervo Racing è partito decisamente in attacco già dalla prima PS, cedendo il passo solo nella prova notturna di sabato, la Jacu Piu 3, conquistata da Sebastiano Putzu e Angelo Serra su Peugeot 207. Attualmente secondi in classifica sono i cugini Vittorio e Salvatore Musselli, su Ford Fiesta R5  che hanno messo la firma sulla PS 2, la Monte Gonare, e per il secondo gradino del podio.  
Protagonisti a loro agio della 4^ e 5^ posizione in classifica anche Alessandro Canalisnavigato da Matteo Fois su Renault Clio S1600 e Marino Gessa con Salvatore Pusceddu su Peugeot 106 S16 k10.
Oggi pomeriggio si chiude in bellezza con le ultime due prove di “Su Littu”, gli equipaggi si trasferiranno nel territorio di Dorgali con la ps di 11,95 km e il primo e secondo passaggio sono previsti alle 13,10 e 15. La grande festa finale con la premiazione dei vincitori è fissata per le 16,30 in Piazza Vittorio Emanuele. 


UFFICIO STAMPA MEDITERRANEAN TEAM - PORTO CERVO RACING TEAMResponsabile Daniela Usai 338.8196109
E-mail: danie.usai@tiscali.itdaniela.usai574@gmail.com , ufficiostampa@portocervoracing.com 
2 allegati
 
 

Maurizio Diomedi re dell’Isola di Sardegna,

Maurizio Diomedi re dell’Isola di Sardegna, il pilota della Porto Cervo Racing alla guida della Ford Fiesta R5, vince ben sette speciali su nove disputate. Inseguitori i cugini Musselli secondi, e Alessandro Canalis terzo. Festa finale al traguardo di Nuoro. 

Nuoro 26 giugno 2016 - Maurizio Diomedi Mauro Turati su Ford Fiesta R5 dominano ilRally Isola di Sardegna, la gara organizzata da Mediterranean Team in collaborazione conPorto Cervo Racing. Il pilota portacolori della scuderia PCRT con il suo talento, ha collezionato 7 prove su 9 disputate nella due giorni di gara. Diomedi ha preso la testa dalla 1^ ps e l’ha difesa e mantenuta fino al traguardo respingendo con tenacia ogni attacco iniziale sopratutto quelli dei suoi inseguitori,  Vittorio Musselli anche lui su Ford Fiesta R5 e Sebastiano Putzu con Angelo Serra (Peugeot 207).  L’equipaggio dei cugini Musselli ha inizialmente incalzato il vincitore, aggiudicandosi la seconda ps, Sebastiano Putzu si è invece ritirato alla penultima ps. Ottima prova di Alessandro Canalis navigato da Matteo Fois, su Renault Clio, che ha concluso al terzo posto.

L’equipaggio vincitore dell’assoluta trionfatore della precedente edizione, ha vinto anche la Power Stage, la prova spettacolo che attribuisce nuovo punteggio ai concorrenti della serie Sardegna Rally Cup.

Il Rally Isola di Sardegna, la gara organizzata con il patrocinio della Regione Sardegna, della Provincia di Nuoro, di Camera di Commercio e dei Comuni di Dorgali, Oliena, Orgosolo e Mamoiada. La gara è valida per la seconda edizione del Sardegna Rally Cup,Trofeo Yokohama e Strade del Vino Cannonau.

Nella seconda edizione del Rally Isola di Sardegna, Porto Cervo Racing si aggiudica la Coppa Scuderia, mentre vincitore del Trofeo Strade del Vino Cannonau è Maurizio Diomedi. In testa al Trofeo Yokohama Marco Canu con Carlotta Piras.

ASSOLUTA:  1. DIOMEDI-TURATI (FORD FIESTA) in 54'00.4; 2. MUSSELLI-MUSSELLI (FORD FIESTA) a 1'04.6; 3. CANALIS-FOIS (RENAULT CLIO) a 1'22.1; 4. GESSA-PUSCEDDU (PEUGEOT 106 S16) a 1'52.4; 5. MAMELI-MELE (RENAULT CLIO) a 3'59.7; 6. CANU-PIRAS (MITSUBISHI LANCER EVO IX) a 5'12.8; 7. NONNIS-MUSU (HONDA CIVIC TYPE R) a 5'47.7; 8. PIRAS-MARIANO (CITROEN SAXO VTS) a 6'22.5; 9. CATGIU-ACHENZA (CITROEN C2) a 6'36.9; 10. CONTINI-ZARA (CITROEN SAXO VTS) a 8'22.0; 11. FOIS-FRANKIE (CITROEN SAXO VTS) a 9'00.6; 12. PUDDU-CANCELLU (RENAULT TWINGO) a 9'05.4; 13. TICCA-DIANA (CITROEN SAXO VTS) a 9'23.6; 14. GALLU-GALLU (PEUGEOT 206 RC) a 10'12.6; 15. PIRAS-FANCELLO (PEUGEOT 106 RALLY) a 10'14.1; 16. MANCA-TESTONI (PEUGEOT 206 RC) a 10'30.2; 17. MORGANI-CRAGNAZ (SUZUKI SWIFT) a 11'16.8; 18. BASOLU-PORCU (CITROEN SAXO VTS) a 11'31.6; 19. BODANO-LAI (PEUGEOT 106 S16) a 12'36.0; 20. PORCHEDDU-SINI (PEUGEOT 106 S) a 12'38.2; 21. COCCO-COCCO (RENAULT CLIO RS) a 12'38.7; 22. PIREDDA-CAPPAI (RENAULT CLIO W) a 13'45.8; 23. MANCA-FRAU (PEUGEOT 106 RALLY) a 14'33.3; 24. COTTU-COTTU (ROVER MG) a 15'28.6; 25. CATGIU-CATGIU (PEUGEOT 205 RALLY) a 15'46.6; 26. MUDONE-MOCCI (PEUGEOT 106 S16) a 18'07.0; 27. LAI-CERINA (MINI COOPER S) a 39'59.3;





UFFICIO STAMPA PORTO CERVO RACING TEAM  Responsabile Daniela Usai 338.8196109

Gianfranco Zola vince il Costa Smeralda Invitational






La leggenda del calcio del Chelsea e dell’Italia ha dimostrato la sua abilità nel golf all’evento svoltosi in Sardegna e al quale hanno preso parte tante celebrità.

La leggenda del Chelsea e del Cagliari, Gianfranco Zola, ha dato spettacolo sul campo da golf del Pevero, in Costa Smeralda: l’ex calciatore di Oliena ha dimostrato di essere un vincente anche sul green e ha conquistato il titolo del Costa Smeralda Invitational nella categoria individuale riservata alle celebrità che hanno partecipato al torneo/esibizione. Guidato dal capitano della Ryder Cup, il golfista professionista Darren Clarke che, tra poco più di tre mesi, con la sua squadra europea  sfiderà gli Stati Uniti,  Zola ha ottenuto l’impressionante risultato di 36 punti sul difficile ma bellissimo campo di golf gallurese. Il Costa Smeralda Invitational è un evento di beneficenza, giunto alla sua seconda edizione, ed è stato ideato per contribuire alla causa dell’Unicef. Quest’anno Zola ha battuto per due punti il campione indiano di Cricket Kapil Dev, che aveva vinto nel 2015, e da lui ha ricevuto la classica giacca blu destinata al vincitore. 
“E’ stato un immenso piacere partecipare al Costa Smeralda Invitational perché è un posto meraviglioso  e io sono nato qua - ha commentato  Zola, che anche lo scorso anno aveva dato dimostrazione delle sue capacità sul campo del Pevero -. Ci siamo divertiti tanto ma -  ha sottolineato l’ex calciatore sardo, ora allenatore in Qatar - la cosa più importante è aver contribuito a una causa importante che spero possa aiutare tante persone bisognose”.
La competizione è stata di alto livello con Zola sfidato da altre leggende che hanno militato nella serie A italiana: Alessandro Del Piero, Roberto Di Matteo, Andrij Shevchenko, Hasan Salihamidžić. Presenti inoltre il DJ Jamie Theakston e l’attore  James Nesbitt. Tutti i soldi raccolti durante il torneo verranno devoluti alla campagna “Road to Awareness” dell’Unicef.
A distinguersi, sul manto erboso del Pevero, nella competizione femminile, è stata l’ex tennista francese Sandrine Testud che ha tratto ispirazione dalle giocatrici del torneo femminile europeo Emma Cabrera Bello e Amy Boulden. Cabrera Bello ha ricevuto i complimenti per la sua abilità e per il suo umorismo vincendo il riconoscimento per il “Selfie del torneo”, mentre Amy Boulden ha omaggiato il campo con i suoi consistenti  long drive.
Ogni giocatore in concorso al Costa Smeralda Invitational  ha ricevuto una lezione tecnica da Clarke sul campo di gara, prima di sfidare il nordirlandese nel ‘Beat The Pro’ contest sullo spettacolare campo del Pevero. <E’ la prima volta che gioco qui al Pevero golf club – ha detto Darren Clarke – devo dire che è davvero un bel campo. Circa 25 anni fa sono venuto in Costa Smeralda ma quella volta non ho avuto modo di provare il green>. Clarke si è soffermato sul movimento golfistico in Italia e, in particolare, sul fatto che Roma nel 2022 ospiterà la Ryder Cup: <Si tratta di un evento che potrà dare un forte contributo a questo sport in Italia e anche al turismo legato a questa disciplina. Il golf deve crescere in questo Paese, devono aumentare i campi e, soprattutto, i praticanti. Abbiamo sempre bisogno di nuovi talenti>. Infine, il capitano della squadra europea della Ryder Cup di quest’anno, ha commentato i risvolti prettamente sportivi del referendum sull’uscita della Gran Bretagna dall’Ue: <Per quanto riguarda la Ryder Cup, non ambia assolutamente niente – ha detto Clarke – perché l’UK continuerà a far parte della squadra europea>.
Le celebrità hanno anche partecipato a una serie di divertenti sfide lungo il percorso. Sabato sera, inoltre, gli ospiti hanno partecipato al gala del Cala di Volpe dove sono stati raccolti altri soldi per la causa umanitaria del torneo. Marco Berio, direttore del Pevero golf club: <E’ stato un grande successo e l’atmosfera che ha permeato l’evento è stata davvero magica, sia durante l’esibizione che durante la cena di gala al Cala di Volpe. Molti dei nostri ospiti non erano mai stati in Costa Smeralda e ne sono rimasti affascinati. Zola ha saputo meritarsi la vittoria e stamattina era di nuovo sul green, in compagnia di Del Piero, per una rivincita>.
--------
Il Costa Smeralda Invitational è un torneo internazionale di golf  al quale partecipano  personaggi  del mondo dello sport e dello spettacolo e del business, con l’obettivo di  raccogliere fondi  per cause benefiche e promuovere  la fantastica area della Costa Smeralda e la Sardegna, dove l'ospitalità di lusso, la moda e lo sport si incontrano in uno dei paesaggi più belli del mondo.



COMUNICATO STAMPA: Presentazione progetto SardiniaPisa.it rivolto ai sardi emigrati in Toscana



L’associazione culturale sarda Grazia Deledda presenta il progetto SardiniaPisa.it, il portale hub finanziato dalla Regione Sardegna e rivolto ai sardi emigrati in Toscana per studio o lavoro.

Il 27 giugno alle ore 11.00, presso la Sala Eventi (Secondo Piano) della Mem – Mediateca del Mediterraneo Cagliari, l’Associazione Grazia Deledda di Pisa, in collaborazione con lo Europe Direct Regione Sardegna e Europe Direct Provincia di Sassari, presenterà il progetto www.sardiniapisa.it.


Europe Direct Regione Sardegna
         
Via Mameli  164 - 09123 Cagliari

Meteo