martedì 31 luglio 2012

Due arresti ad Olbia da parte della polizia

Nella giornata di oggi 31 luglio 2012, personale della Squadra Mobile – Sezione Narcotici – con la collaborazione di quello del  Commissariato P.S. di Olbia, ha proceduto a trarre in arresto INZAINA Salvatore, 36 enne Olbiese, impiegato presso una ditta di trasporti  e DEIANA Quirico, 44 enne Olbiese, noto imprenditore nel settore della ristorazione, ritenuti responsabili di traffico e detenzione illeciti  di sostanze stupefacenti. 
L’arresto scaturisce da indagini condotte dagli investigatori della Mobile ed ha consentito di sequestrare  quasi un chilo e mezzo di cocaina,  che era stata fatta giungere in Italia artatamente nascosta in un pacco contenente un oscilloscopio.
Il predetto plico era stato confezionato e spedito dallo Stato di PANAMA e, per cercare di celare il vero destinatario ed eludere eventuali responsabilità, era stato genericamente indicato come recapito un fantomatico cantiere nella zona di Olbia.
Gli  specifici servizi di osservazione ed appostamento eseguiti dagli investigatori,  hanno consentito di avere la certezza che lo stupefacente fosse destinato ad Inzaina Salvatore, allorquando il predetto lo riceveva personalmente nella mattinata nelle proprie mani da parte di un corriere postale che provvedeva a recapitarglielo.
Il predetto,  quindi, dopo aver preso immediati e rapidi contatti con Deiana Quirico,  destinatario finale  dello stupefacente, si incontrava con questi  per la consegna  che avveniva nella medesima serata  in un luogo isolato della città di Olbia.
Gli investigatori intervenivano in flagranza, traendo in arresto entrambi e sequestrando il cospicuo quantitativo di droga proveniente direttamente dal Sudamerica, che dai primi test di polizia scientifica sembra presentare  un elevato grado di purezza, certamente destinato a rifornire il mercato illecito della Gallura e della Costa Smeralda nel periodo estivo.
 Nel corso delle perquisizioni personali e domiciliari,  venivano trovati e  sequestrati oggetti e documenti che avallavano gli indizi già acquisiti,  circa il fatto che il pacco, nonostante l’anonimato,  fosse effettivamente destinato agli arrestati.
Nell’abitazione del Deiana venivano, inoltre,  rinvenuti e sequestrati una decina di grammi fra  cocaina, marijuana e hashish.     
Inzaina e Deiana, come da disposizioni del Sost. Proc. della Procura della Repubblica di Sassari, Dr. Angelo Beccu,  titolare dell’inchiesta, dopo le formalità di rito sono state associate presso la locale Casa Circondariale in attesa della convalida dell’arresto.


Gli insegnanti civili della Scuola Sottufficiali di La Maddalena hanno incontrato il Sindaco

Gli insegnanti civili della Scuola Sottufficiali di La Maddalena hanno incontrato il Sindaco, Angelo Comiti, per aggiornarlo sulla situazione riguardante il loro futuro impiego.In un precedente incontro avvenuto a Roma, tra l’attuale Ministro della Difesa (Ammiraglio De Paola) e lo stesso Sindaco, si era discusso della precaria condizione contrattuale, che come è ormai noto, stabilisce i termini per la scadenza delle convenzioni degli insegnanti il prossimo 31/07/2012.I docenti incaricati, rimarcando ancora una volta le ricadute negative sulla comunità maddalenina che la prevedibile chiusura del polo formativo della Marina Militare determinerebbe, già da allora avevano sollecitato l’Amministrazione Comunale ad attivarsi con tutti i mezzi e le forze possibili per scongiurare tale possibilità, indicando anche alcune proposte tese al rilancio della struttura.
In quella circostanza, il Sindaco disse che si sarebbe fatto portavoce delle loro preoccupazioni presso il Ministro della Difesa e, soprattutto, delle relative problematiche; a distanza di mesi da quell’incontro, con la data di fine contratto ormai alle porte e tenuto conto delle proposte di contratto già avanzate dal Comando della Scuola per i prossimi mesi, i Docenti incaricati hanno sentito l’esigenza di rimettere all’attenzione del Primo Cittadino la loro critica situazione, evidenziando anche la difficoltà di dialogo con il Comandante della Scuola e ritenendo ingiusto ed ingrato il trattamento a loro riservato, dopo decenni di riconosciuto e onorato servizio.Il Sindaco, da parte sua, forte anche delle parole usate dal Capo di Stato Maggiore della Marina (l’Ammiraglio Binelli – presente a Cagliari in occasione del passaggio di consegne del Comando di Marisardegna) sulla “… intoccabilità di Mariscuola, per la sua storia, il suo prestigio, la sua efficienza e per la proficua presenza della Marina Militare nel contesto isolano”, ha affermato che durante questo periodo non è rimasto inoperoso e insensibile alla problematica, consapevole anche degli 87 “esuberi” suscettibili di mobilità tra i civili dei vari Enti della base.Ha dichiarato che attraverso ripetute lettere indirizzate al Presidente della Giunta Regionale si è attivato per l’apertura di un tavolo di trattative Regione – Stato, comprendente i numerosi e gravi problemi che affliggono l’isola (chiusura Arsenale, chiusura Club Med., vertenza trasporti marittimi, mancata bonifica presso ex Arsenale e conseguente decollo delle strutture del G8, ecc.).Nel corso dell’incontro con gli insegnanti si è parlato di possibili alternative, che giustifichino il mantenimento di tale struttura, tenendo conto del periodo contingente dove i ridimensionamenti e i tagli alla spesa pubblica, gli esuberi in molti comparti dello Stato (civili, ma anche militari) sono argomento ormai consueto.Un’ipotesi da considerare potrebbe essere quella di mettere a disposizione la struttura per la formazione del personale della Marina Mercantile, della Protezione Civile, dell’Ente Parco, del C.N.A., della Guardia Costiera (potenziamento), ma anche una presenza stabile degli Incursori e/o dell’Istituto Idrografico (valutando la disponibilità logistica e la posizione favorevole dell’Arcipelago); tutte ipotesi che, inserite in un momento di riduzione dei corsi per la formazione del personale proprio della Marina Militare, potrebbero ridare ossigeno al complesso militare locale e giustificarne la permanenza con l’attuale forza lavoro.Infine, a detta del Sindaco: “…l’interrogazione alla Giunta Regionale, promossa dal Consigliere Michele Cossa, per il tramite dell’Assessore Provinciale Giovanni Pileri, rischia di far la fine delle precedenti missive inviate in Regione e rimaste inevase, se a questa interrogazione non farà seguito un impegno concreto del Presidente della Giunta Regionale”, che sarà a La Maddalena il prossimo 3 Agosto.Dal canto suo, il Primo cittadino, ha assunto l’impegno di contattare – quanto prima – la segreteria del Capo di Stato Maggiore della Marina per avere i necessari ragguagli sull’evoluzione della situazione e sulle scelte future che riguardano la Scuola e, più in generale, la presenza della Marina Militare a La Maddalena.

ISABELLE ADRIANI A PORTO CERVO CON IL FIGLIO PRIMA DI VOLARE A HOLLYWOOD

 L’agenzia numero uno al mondo di cinema e spettacolo, la William Morris Endeavor, sceglie Isabelle Adriani 
come unica rappresentante del cinema italiano.
L’annuncio durante il Giffoni Film Festival,
 dove l’attrice è una delle protagoniste de L’Era Glaciale 4
ORA IN SARDEGNA PER QUALCHE GIORNO DI VACANZA CON IL FIGLIO E UN’AMICA
 Il grande amore per il cinema e per il lavoro di attrice, la preparazione, il talento, hanno  fatto sì che Isabelle Adriani da due settimane entrasse ufficialmente a far parte della scuderia di quella che è considerata l’agenzia numero 1 al mondo di cinema e spettacolo. Fondata nel 1898 la William Morris (oggi William Morris Endeavor), ha rappresentato e rappresenta moltissimi fra i più grandi attori del mondo, come non citare, fra gli altri Marilyn Monroe, Rita Hayworth e oggi: Scarlett Johansson, Whoopi Goldberg, Ben Affleck, Russel Crowe, Robin Williams, ecc.,  sono soltanto alcuni dei grandissimi nomi che vi circolano, molti i premi Oscar.
Scoperta da Al Pacino durante l’ultimo Festival del Cinema di Venezia, Isabelle è stata invitata a Los Angeles come unica artista performer per la festa di capodanno in onore di Woody Allen, rimasto affascinato dal suo talento, da lì ha inizio la carriera americana della bella attrice italiana, apprezzatissima negli States soprattutto per la sua grande preparazione. Isabelle, laurea in lettere e filosofia, attrice, scrittrice di fiabe e cantante, parla perfettamente 5 lingue e da settembre si trasferirà definitivamente a Los Angeles.
Negli Stati Uniti viene già definita ‘multi-talented actress’ e la William Morris Endevour l’ha voluta e inserita in tutte le sue divisioni: cinema e tv, come unica attrice italiana, e nella sezione musicale (fra i suoi clienti anche l’uragano ‘Adel’). Isabelle ha infatti studiato canto lirico per 6 anni e a maggio ha cantato a Saint Louis in Missouri e canterà l’inno americano durante la fashion week di New York a Settembre. Isabelle è anche una straordinaria fischiatrice ed ha fischiato la colonna sonora del film Baharia di Tornatore diretta da Ennio Morricone.
Isabelle è rientra a pieno titolo anche nella sezione letteraria con i grandi romanzieri americani e non. Ha già pubblicato 10 libri di fiabe in Italia e il suo ultimo romanzo storico dal titolo : ‘La vera storia di Cenerentola, sarà distribuito a Settembre in Italia e negli stati Uniti.
Dopo 20 film italiani di grande successo al cinema fra i quali: ‘La prima cosa bella’ di Virzì, ‘Che Bella Giornata’ con Checco Zalone, ‘Maschi contro Femmine’ e ‘Faccio un salto all’Havana’, 10 fiction televisive e la conduzione per tre anni della rubrica storica: “Accadde oggi” su canale 5,  Isabelle ha finalmente realizzato il suo sogno di vivere e lavorare in America.
 La Twentieth Century Fox aveva già apprezzato il suo talento dopo Alvin Superstar 3 dove l’aveva scelta per doppiare Jeanette, riconfermandola per doppiare la dolcissima Pesca, protagonista de L’Era Glaciale 4 in uscita il 28 settembre 2012 in Italia.
Il grande entusiasmo per la professione, i tanti talenti diversi, e la determinazione le hanno permesso di realizzare questo grande sogno!
Isabelle ora si trova a Porto Cervo, arrivata l’altro ieri per fare qualche giorno di vacanza assieme al figlio e ad un’amica di vecchia data con la quale trascorre spesso le vacanze, entrambe mamme si divertono a dedicare il loro tempo ai propri figli



Seconda lettera del sindaco a Cappellacci

Anche se i giochi sembrano già fatti  con la nomina per la seconda volta  a presidente del parco di   Giuseppe Bonanno , il sindaco Angelo Comiti tenta l’ultimo colpo di fioretto inviando una seconda lettera al presidente Cappellacci e per  conoscenza la ministro Corrado Clini , informandoli che , a tutt’oggi,non ha  avuto riscontro della lettera  inviata il 10 luglio , dove , appunto metteva in evidenza  che
<<L’occasione del rinnovo della presidenza dell’Ente potrebbe rappresentare un momento importante per il rilancio del ruolo e dell’attività del parco  in un nuovo contesto che affermi in maniera più decisa la partecipazione attiva delle comunità locali e dell’intera Regione all’interno dei processi decisionali.>>In quella di ieri ha voluto ricordare che anche la regione con una mozione doveva
<<definire con il ministero dell’ambiente un nuovo ruolo della Regione e del comune nella gestione del parco in riferimento al mutato quadro normativo complessivo e alla necessità di un maggiore coinvolgimento delle comunità locali nei processi di valorizzazione del parco>>


Ed infine <<. Senza nulla togliere alla sue legittime prerogative di carattere istituzionale e legislativo, La invito, a rendersi promotore di un incontro chiarificatore atto ad inserire un elemento di discontinuità rispetto ad un passato caratterizzato dal mancato coinvolgimento della comunità locale nelle scelte da compiersi.Di contro  qualcuno può obiettare  
<<perché il Sindaco non si è attivato all'indomani - o addirittura prima, come sarebbe stato più opportuno fare - della scadenza del mandato del presidente Bonanno, ossia il 31 maggio scorso?
Perché non ha interloquito col presidente Cappellacci, che il 3 luglio era presente all'inaugurazione del Forte Arbuticci al riguardo, e che pure ha un ruolo fondamentale nella nomina? L'incontro tra il ministro e Cappellacci  nel corso del quale è stato concordato il nome di Bonanno è infatti avvenuto proprio il 4 luglio scorso. Quindi la prima lettera del sindaco è stata inviata circa una settimana dopo che era stata già raggiunta l'intesa!>>Peone

Ron a La Maddalena

Si avvicina il giorno piu’ importante per gli organizzatori  dell’evento dell’anno che vede la presenza  del cantante Rosalino Cellammare  in arte  Ron consigliere nazionale di Aisla Onlus e testimonial Nazionale  che  si esibirà il 6 agosto alle ore 21.00 presso la fortezza dei I Colmi in occasione del  memorial Renzo Battaglia arrivato al suo 4 anno .Si vuole ricordare a proposit che l’evento musicale è finalizzato alla raccolta di fondi a sostegno dell’associazione e della ricerca contro la Sla. Franchina Di Fraia delegata  provinciale invita  tutti a partecipare affinchè si possa raggiungere un traguardo notevole per poter  aiutare  chi soffre  di questa  malattia . Ron è un cantante amato e conosciuto e si è prestato affinchè la serata  sia portatrice  di persone  che vogliono aiutare  chi soffre. Già da oggi  inizierà la prevendita dei biglietti in via XX settembre ed altre vie . Per chi vuol arrivare a La Maddalena le tre compagnie  di navigazione Enermar, NGI e Delcomar  hanno dato un notevole, contributo e per  chi viaggerà di notte la Delcomar  offrirà sconti per  l’occasione .Peone

"GIUNTA IN PRIMA LINEA CONTRO SISTEMA TIRRENIA. RESPINTE INACCETTABILI OFFERTE DI INGRESSO IN CIN.


La Giunta regionale ha combattuto e continua a condurre una battaglia senza precedenti contro il sistema Tirrenia e i suoi epigoni. I Sardi ricorderanno le prime segnalazioni all’antitrust per quel caro tariffe che ha rappresentato il primo sintomo del formarsi di una concentrazione lesiva delle regole del libero mercato, come rammenteranno le denunce delle anomalie nel procedimento di vendita della compagnia di navigazione presentate in sede nazionale e comunitaria. La battaglia è stata portata avanti senza fermarsi neppure dinanzi al cosiddetto governo amico e perfino con azioni straordinarie, come quella relativa alla flotta sarda. Se l'on. Pili non se la sente di portare avanti azioni condivise per contrastare poteri esterni alla nostra isola, sarebbe utile per la causa comune che almeno si astenesse dalla ricerca di divisioni artificiose. Contrariamente a quanto da lui sostenuto, la Giunta ha respinto con sdegno un'offerta di entrare nella compagine societaria della CIN, che era congegnata in maniera tale da renderla inoffensiva, attribuendo alla stessa un ruolo marginale e ininfluente. In ogni occasione é stato ribadito che la Regione non va alla ricerca di poltrone nei consigli di amministrazione, che si lasciano volentieri a chi ha simili appetiti, né di inutili quote societarie, ma rivendica con forza la competenza, la prerogativa di adottare le decisioni in materia di collegamenti marittimi al fine di poter difendere per oggi e per l’avvenire il diritto alla mobilità dei Sardi. Chi tenta di travisare la realtà rende sé stesso un emblema di quelle divisioni che per secoli hanno danneggiato il popolo sardo e rischia di prestarsi al gioco dei feudatari del mare.

lunedì 30 luglio 2012

Scorci isolani





Pulcinella e Pantalone

“Le due navi della CIN? Dovrebbero chiamarsi Pulcinella e Pantalone”. Così il presidente della Regione Ugo Cappellacci commenta gli annunci della cordata che ha acquistato la compagnia di navigazione. “Pulcinella perché le anomalie della vendita sono ormai note a tutti e non certo un segreto; Pantalone perché, se le cose dovessero andare secondo i loro piani, a pagare il prezzo in realtà saranno sempre i cittadini, in particolare quelli Sardi”. Il presidente della Regione annuncia nuove iniziative contro una cessione che danneggia il diritto alla mobilità dei Sardi e viola le regole del libero mercato. “Il Governo nazionale – ha dichiarato il presidente- non potrà non verificare se permanga una situazione di concentrazione anomala e tantomeno lo farà l’Unione Europa. Restano ancora aperte inoltre le questioni relative agli aiuti di stato e alla politica tariffaria che sarà praticata dagli acquirenti. La Regione proseguirà la sua battaglia in tutte le sedi sia politiche che giurisdizional

ABBANOA CONDANNATA AL RIPRISTINO DELLA FORTINURA idrica


 In accoglimento del ricorso d'urgenza proposto dall'Avv. Redenta Enne nell'interesse di 5 utenti maddalenini, proprietari di altrettanti alloggi ubicati all'interno dell'ex complesso residenziale della marina U.S.A., sito in La Maddalena, Loc. Trinita, dotati di regolari allacci singoli, con decreto "inaudita altera parte" ex art. 700 c.p.c. in data 26.7.2012, il G.U. della locale sezione distaccata di tribunale Dott.ssa Elisabetta Carta ha ordinato ad ABBANOA S.p.a. "l'immediato ripristino della fornitura idrica alle abitazioni dei ricorrenti", interrotta senza alcun preavviso e valida giustificazione fin dall'1.6.2012.
 Il giudice del tribunale isolano ha motivato la sua decisione riaffermando due sacrosanti principi di portata generale, ossia che <<l'acqua costituisce bene essenziale per soddisfare le fondamentali esigenze di vita e i bisogni primari della persona" e che "la sospensione o l'interruzione della fornitura devono ritenersi illegittime, anche qualora trovino causa nella morosità dell'utente, non potendosi ravvisare alcuna corrispettività tra l'obbligazione di pagamento di una somma di denaro e la fruizione di un bene indispensabile alla vita>>.
 Quello in questione rappresenta un precedente giudiziario di straordinaria importanza perché, a ben vedere, trascende il caso specifico sottoposto al vaglio del magistrato e dovrà indurre ABBANOA S.p.a. a mutare radicalmente il suo comportamento, non solo nei confronti degli utenti che, finora, per timore della minacciata sospensione del servizio, hanno continuato a pagare i consumi a prezzo pieno, ma anche nei riguardi di tutti quei cittadini che, ormai esasperati dalla ultradecennale non potabilità dell'acqua erogata dalla rete pubblica maddalenina, hanno deciso di autoridursi il canone di fornitura e di pretendere il rimborso del 50% delle somme finora corrisposte.Peone


Mercoeldi in p Ferraccio presentazione libro

-All’interno del programma estivo 2012 del Comune, l’
assessore alla cultura Pierfranco Tirotto,  ha promosso di
concertocon l’associazione  Nazionale Veterani e  Reduci Garibaldini di la
Maddalena, nell’ambito delle iniziative per il 150 anniversario dell’
Unità d’Italia, una rassegna  di presentazioni librarie, dibattiti e incontri
culturali.
L’iniziativa già svoltasi nell’estate scorsa ,  viene ripetuta anche questa estate , e
dopo  il primo incontro, svoltosi lo scorso18 luglio, riprenderà a
partire da mercoledì 1 agosto , 1 Agosto  alle ore 22.00 nella   Piazzetta Ferracciu  con la presentazione libro  :  Garibaldi, il grande seduttore.  
Interviene  l’autore Renzo Parodi, giornalista  del “Secolo XIX”  - Genova

Ed il 3 agosto  con   La diversione Zambianchi  e  la Spedizione dei Mille .
 Interviene  Franco Nardini  , giornalista e scrittore. Peone

I carabinieri di Palau arrestano e denunciano un 17enne ed un 25enne

 Ancora un duro colpo agli spacciatori che in questo  periodo stanno imperversando in tutto il territorio . Questa  volta sotto il rigido controllo dei carabinieri  di Palau  sono caduti un minorenne  di 17 anni ed un 25enne entrambi  di Palau .
Ieri notte , infatti ,i carabinieri della locale stazione hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 17enne disoccupato del posto
Il minore è stato sorpreso in località “Tiana” di Arzachena, in possesso di 20 grammi di Ketamina, in parte suddivisa in dosi, nonché della somma di 260 euro, tutto sottoposto a sequestro.
Il 17enne è stato condotto al centro di prima accoglienza di Sassari, in attesa dell’udienza di convalida.Sempre nel corso della stessa operazione, i carabinieri hanno sorpreso anche  il 25enne in piazza Due Palme, a Palau, in possesso di 7 dosi di Ketamina e 350 euro che è stato  denunciato in stato di libertà per lo stesso reato .


La ketamina, infatti , è un anestetico per uso veterinario ed umano. A dosi sub-anestetiche causa forti dissociazioni psichiche, trovando perciò largo uso come sostanza stupefacente.
In esperimenti su topi da laboratorio, è stato riscontrato che la ketamina può danneggiare il sistema nervoso centrale, con interazioni fetali e polmonari. La rilevanza clinica di queste scoperte è ignota. Per tal motivo e poiché l'esatto funzionamento della ketamina è tuttora sconosciuto, la FDA (Food and Drug Administration) non ne ha autorizzato l'uso. Nonostante ciò la ketamina è attualmente usata sotto controllo medico per interventi chirurgici, in casi particolari.
Per l'assunzione cronica a scopo stupefacente, che nell’uomo induce dipendenza, è stata invece evidenziata una riduzione delle capacità mnestiche, in particolare della memoria a breve termine, e intensi sintomi psichiatrici.Peone

ABBANOA: NONNIS, LA REGIONE STA FACENDO LA SUA PARTE: STANZIATI 184 MILIONI DI EURO


 
 
 
Si è tenuto lunedi mattina nella sede della Regione un incontro tra l’assessore dei Lavori pubblici, Angela Nonnis, e i sindacati di categoria in occasione della proclamazione dello sciopero del personale della società Abbanoa. “La Regione sta facendo responsabilmente la sua parte”, ha detto Nonnis ai rappresentanti dei lavoratori, “tuttavia, le risorse messe in campo, 184 milioni di euro, potranno essere utilizzate soltanto a seguito dell’approvazione da parte della Commissione Europea del piano di ristrutturazione aziendale predisposto dalla società Abbanoa. Questo documento - ha spiegato l’assessore - è stato consegnato dal gestore agli uffici regionali nella sua forma definitiva martedì 25 luglio e trasmesso nella stessa giornata alla rappresentanza italiana a Bruxelles. La Giunta ha inoltre approvato una delibera il 24 luglio dove stabilisce tutti i passaggi tecnici necessari per gli interventi a sostegno della società”.
“Con gli emendamenti al disegno di legge di riforma del sistema idrico in discussione in Quarta Commissione - ha aggiunto l’assessore - stiamo altresì proponendo un modello di governo del servizio nel quale saranno assicurati la componente di rappresentatività dei comuni e il sostegno al gestore finalizzato alla sostenibilità finanziaria nel lungo periodo”.
Complessivamente l’amministrazione regionale ha stanziato per Abbanoa 184 milioni di euro nel periodo 2011 - 2014. Dei primi 50 milioni previsti dalla Finanziaria 2011 per il sostegno al gestore del servizio idrico integrato, 14 sono stati destinati per la capitalizzazione e già deliberati dall’assemblea dei soci del 14 dicembre 2011, mentre i restanti 36 milioni, a cui se ne sommano altri 6 della legge regionale 3 del 2009, sono stati impegnati con appositi provvedimenti già adottati. Con la legge finanziaria di quest’anno, inoltre, ulteriori rilevanti risorse sono state destinate al gestore Abbanoa. Gli importi messi in campo sono: 45 milioni per il 2012, 55 per il 2013 e 28 per il 2014.
L’incontro tra la Regione e i sindacati, al quale sarà chiesta la partecipazione della società Abbanoa, è stato aggiornato alla settimana prossima.

domenica 29 luglio 2012

Causa vento forte lo spettacolo di musica e teatro di stasera domenica 29 luglio The Fool on the Hill- Storia minima dell’uomo che uccise i Beatles con Michele Riondino, il Quartetto Savinio e Giampaolo  Bandini avrà luogo nella Sala Primo Longobardo (via Ammiraglio Mirabello ore 21,30)

Ingresso gratuito. Un servizio continuo di navetta a/r assicura i collegamenti  con partenza dalla Colonna Garibaldi (porto di Cala Gavetta) a partire dalle 19,30.
Il
calendario completo della manifestazione è consultabile sul sito www.valigiattore.it  
Ufficio stampa   Valeria Serra   -  ph 339 4962053     email: ufficiostampa@valigiattore.it

Grande spettacolo lunedi sera con Il carnevale estivo e1 agosto " schiuma party "

lunedi  sera la discoteca  “ Bulldog” , zona Ricciolina ,ha organizzato la grande serata del  divertimento   con il “ carnevale estivo “ che  coinvolgerà giovani e no  al divertimento piu’ spassoso ed entusiasmante . Ognuno potrà mascherarsi liberamente interpretando personaggi  locali od altri anche perché il tema  è libero . Ma il grande avvenimento lo si attende per mercoledi  1 agosto , in quanto nella discoteca sarà approntato uno spettacolo davvero interessante . Si tratta  infatti , della serata “ schiuma party “un’attrazione divertentissima per coloro che  non l’hanno mai provata e che potrà far  divertire i giovani in maniera davvero spettacolare . Si tratta  di ballare in mezzo alla schiuma lanciata  da un cannoncino all’interno della immensa pista  esterna  , tutti i balli consoni a quel  tipo  di serata . In poche  discoteche  vengono organizzate  queste  manifestazioni , ma nell’isola  con la discoteca  “ Bulldog “   tutti potranno provare  questa  ebrezza :Peone

Gran finale a La Maddalena per La Valigia dell’Attore

Gran finale a La Maddalena per La Valigia dell’Attore con The fool on the hill – Storia minima dell’uomo che uccise i Beatles.
L’omaggio a sorpresa di Ettore Scola a Giovanna Gravina e alla manifestazione da lei ideata e diretta: il cortometraggio inedito '43 - '97 , tributo d’amore al cinema del Novecento.

E’ lo spettacolo di musica e parole The Fool on the hill – Storia minima dell’uomo che uccise i Beatles : atto unico per un attore, una chitarra e un quartetto d’archi che ha come protagonisti l’attore Michele Riondino i musicisti del Quartetto Savinio e il chitarrista Giampaolo Bandini, a chiudere il programma della nona edizione de La Valigia dell’Attore 2012. A causa del vento forte, il palcoscenico della sala Primo Longobardo ha sostituito la prevista location della fortezza I Colmi, per garantire la migliore acustica ad una pièce di grande levatura.

Tra i momenti memorabili dell’edizione 2012 della manifestazione, gli interventi di Ettore Scola durante gli incontri con il pubblico. In particolare, sul palco de I Colmi, uno dei maestri più amati del cinema italiano ha così voluto ringraziare l’accoglienza dell’isola di La Maddalena:
“Quest’isola non è un luogo baciato da Dio ma dagli dei: la natura è così forte e queste rocce hanno la potenza dei paesaggi mitologici. Prima di venire qua mi sono chiesto cosa portare in dono a Giovanna Gravina Volonté per ringraziarla di avermi coinvolto in questa manifestazione. Ho pensato che dei cioccolatini o un mazzo di fiori non gli fossero stati graditi quanto il cortometraggio ’43 – ’97. È un mio inedito che non può essere distribuito per ragioni di diritti d’autore che sarebbero troppo onerosi”.
La proiezione del cortometraggio di Ettore Scola è stata una vera sorpresa per tutti: la sua forza espressiva e narrativa ha emozionato l’intera platea del festival. Infine, ad applaudire Fabrizio Gifuni al quale Paola Petri per conto de Le Isole del Cinema ha consegnato sabato sera 28 luglio il Premio Gian Maria Volonté (premio creato da Felice Laudadio nel 2005) c’erano tutti gli ospiti della manifestazione: Pierfrancesco Favino, Carolina Crescentini, Andrea Segre ed Ettore Scola. Gran parte del successo della manifestazione la si deve al pubblico che di anno in anno accresce l’interesse e l’entusiasmo per la particolare formula che La Valigia dell’Attore ha consolidato nel tempo.

www.valigiattore.it
www.leisoledelcinema.com

Ufficio stampa:
Valeria Serra   -  ph 339 4962053     email: ufficiostampa@valigiattore.it
Carica tutte le foto in Facebook

Anteprima allegati:


Scoperti illeciti tra La Maddalena e Palau



Sono molto importanti le cifre dell’operazione che ha visto impiegati sette militari, un battello pneumatico “GC148” e un mezzo terrestre che ha  permesso di elevare sanzioni amministrative per un totale di circa 7.000 euro, la segnalazione alla procura della Repubblica di Tempio Pausania dei responsabili degli illeciti e l’individuazione di circa 15000 m2 di aree (banchine e specchi acquei) di abusi. Questo grazie all’intensa attività di vigilanza, lungo la vasta competenza territoriale della capitaneria di porto di La Maddalena, dove  gli uomini dell’ufficio locale marittimo di Palau hanno individuato diversi punti sensibili oggetto di abusi demaniali.
È scattata così un’estesa operazione di accertamento e repressione degli illeciti congiuntamente al personale della capitaneria di porto di La Maddalena, lungo il litorale maddalenino e palaese.
In particolare, il personale militare operante è stato chiamato ad intervenire per far cessare la proliferazione di punti d’ormeggio a ridosso della costa realizzati senza le autorizzazioni previste.
Durante l’operazione, sono risultate significative le dimensioni degli abusi riguardanti la posa di ormeggi sommersi e la realizzazione di pontili e manufatti lungo la costa che hanno costretto gli uomini di Palau a richiedere il sequestro di diversi specchi acquei e punti di costa.
L’importante attività è stata svolta sotto lo sguardo sorpreso di numerosi turisti, in buona parte ignari di quanto stesse accadendo, i quali non hanno fatto mancare la loro collaborazione al gravoso lavoro dei militari.La stessa
è stata svolta dal personale dell’ufficio locale marittimo di Palau congiuntamente al personale dalla capitaneria di porto di La Maddalena,e  rientra nelle attività pianificate dalla stessa in attuazione delle linee d’indirizzo impartite dalla superiore direzione marittima del bord Sardegna di Olbia, che continueranno nel corso dei prossimi giorni  a sanzionare le situazioni non in regola presenti lungo le coste di giurisdizione. Peone 

sabato 28 luglio 2012

Manutenzione habitat e rifiuti: interventi di pulizia e sensibilizzazione



A partire dai primi di giugno, proseguendo per tutto il mese di luglio, l’Ente Parco, in collaborazione con il Comune di La Maddalena, ha avviato le proprie attività di pulizia degli arenili e sentieri di accesso alle spiagge nell’ambito dell’apposito progetto finanziato dalla Provincia Olbia-Tempio e dallo stesso organismo di gestione dell’area protetta. L’obiettivo congiunto è l’effettuazione di interventi specifici per tutelare gli habitat protetti dell’Arcipelago e, allo stesso tempo, contribuire in modo significativo al decoro delle isole.

Il personale dell’Ente Parco sta effettuando operazioni di pulizia concentrandosi principalmente sulle isole maggiori: i tre operai assunti dal Parco si preoccupano di eliminare non solo i rifiuti “spiaggiati” dagli arenili ma anche l’immondizia presente in tutte le aree sensibili limitrofe quali il sottobosco, i sentieri di accesso e le aree parcheggio, anch’esse spesso sottoposte ad elevati flussi turistici e quindi a situazioni di abbandono di rifiuti potenzialmente dannose per gli habitat.
Le aree già oggetto di intervento da parte del personale del Parco sono: a Caprera Cala Portese e  Cala Andreani, ad inclusione della Spiaggia del relitto; a Maddalena la zona di Cala Spalmatore denominata “Costone”, l’area di Cala Lunga e le zone limitrofe. Le attività di pulizia delle spiagge dell’isola madre e di ripristino delle situazioni di maggior degrado proseguiranno anche nelle prossime settimane. Le operazioni svolte dal Parco non possono certamente essere considerate esaustive, sia perché l’Ente non ha una diretta competenza in tema di raccolta di rifiuti, sia perché le risorse che arrivano sono appena sufficienti: l’Arcipelago conta infatti circa 180 chilometri di coste, pari a un decimo dell’estensione costiera della Sardegna, e a differenza di altre zone della Sardegna e d’Italia, le sue coste sono costantemente sferzate dal vento e delle correnti marine, che finiscono per depositare costantemente, per tutto l’anno, rifiuti sulle spiagge.

La brochure informativa “Spiagge pulite”, stampata anche quest’anno dal Parco, ricorda che anche la più piccola delle disattenzioni può infatti procurare all’ambiente un danno durevole: molti rifiuti, soprattutto quelli a base di vetro o plastica, impiegano migliaia d’anni per portare a termine il processo di biodegradazione. Una volta abbandonati, questi rifiuti si trasformano in eredità pesantissime per l’ambiente costiero e, nel corso del tempo, il loro accumulo determina l’alterazione del paesaggio. Mantenere le spiagge pulite è l’unico comportamento in grado di garantire, a noi stessi e agli altri, di godere del mare nel modo più piacevole possibile. All’interno della brochure sono disponibili alcune informazioni di sintesi sulla nuova isola ecologica per diportisti a Cala Gavetta e sulla Posidonia oceanica depositata a riva, un rifiuto speciale che nonostante l’aspetto e l’odore a volte sgradevole riveste un’importante funzione nella protezione delle spiagge limitando il fenomeno dell’erosione.

Nei mesi di luglio e agosto, infine, l’Ente Parco organizzerà giornate ecologiche a tema che coinvolgeranno anche i turisti presenti in spiaggia, occasioni in cui l’Ente Parco può sensibilizzare i fruitori del territorio in modo attivo e diretto e momenti di aggregazione sociale in cui ciascun individuo può impegnarsi in un’azione di responsabilità cittadina di grande valore.
Ai visitatori dell’Arcipelago l’Ente Parco ricorda che nel Comune di La Maddalena si effettua la raccolta differenziata porta a porta secondo una calendario suddiviso per giorni e zone dell’intero Comune. Informazioni ulteriori possono essere richieste all’isola ecologica situata in zona Vaticano, località Moneta, presso la quale è comunque possibile conferire dal lunedì al sabato i propri rifiuti.


Ettore Scola e Fabrizio Gifuni



Ettore Scola e Fabrizio Gifuni: due generazioni del cinema per un solo pubblico.
A La Valigia dell’Attore la loro testimonianza ha appassionato tutta la platea.
Fabrizio Gifuni ha ricevuto da Le Isole del Cinema il Premio Gian Maria Volonté.
Ultima serata ai Colmi con lo spettacolo The Fool on the Hill con Michele Riondino.

Dopo la giornata di sabato 28 luglio che ha accolto a La Maddalena Ettore Scola e Fabrizio Gifuni, La Valigia dell’Attore giunge al suo ultimo evento serale. A chiudere la nona edizione della manifestazione, domenica 29 luglio alle ore 21,30 alla fortezza I Colmi, è lo spettacolo di musica e parole The Fool on the hill – Storia minima dell’uomo che uccise i Beatles : atto unico per un attore, una chitarra e un quartetto d’archi ha come protagonisti all’attore Michele Riondino i musicisti del Quartetto Savinio e il chitarrista Giampaolo Bandini.
La Valigia dell’Attore, manifestazione organizzata dall’Associazione Quasar, diretta da Giovanna Gravina e dedicata alla memoria di Gian Maria Volonté fa parte del circuito Le Isole del Cinema. Il festival ha saputo ancora una volta coinvolgere il pubblico non solo per l’accurata selezione dei film proiettati ma anche per gli approfondimenti sulle tematiche più intime della recitazione e dell’arte cinematografica che gli ospiti stessi – Pierfrancesco Favino, Carolina Crescentini, Andrea Segre, Fabrizio Gifuni, Ettore Scola e Paola Petri hanno saputo trasmettere nel corso degli incontri del mattino che si sono svolti negli ex Magazzini Ilva a Cala Gavetta.

Tutti gli spettacoli sono con ingresso gratuito. Per tutta la durata della manifestazione un servizio continuo di navetta a/r assicura i collegamenti  con partenza dalla Colonna Garibaldi (porto di Cala Gavetta) a partire dalle 19,30.
Il calendario completo della manifestazione è consultabile sul sito www.valigiattore.it  
Ufficio stampa   Valeria Serra   -  ph 339 4962053     email: ufficiostampa@valigiattore.it
www.leisoledelcinema.com

venerdì 27 luglio 2012

INcontro con il sindaco

Gli insegnanti civili di Mariscuola a colloquio dal Sindaco di La Maddalena.

Nella tarda mattinata di ieri gli insegnanti civili della Scuola Sottufficiali di La Maddalena hanno incontrato il Sindaco, Angelo Comiti, per aggiornarlo sulla situazione riguardante il loro futuro impiego.
In un precedente incontro avvenuto a Roma, tra l’attuale Ministro della Difesa (Ammiraglio De Paola) e lo stesso Sindaco, si era discusso della precaria condizione contrattuale, che come è ormai noto, stabilisce i termini per la scadenza delle convenzioni degli insegnanti il prossimo 31/07/2012.
I docenti incaricati, rimarcando ancora una volta le ricadute negative sulla comunità maddalenina che la prevedibile chiusura del polo formativo della Marina Militare determinerebbe, già da allora avevano sollecitato l’Amministrazione Comunale ad attivarsi con tutti i mezzi e le forze possibili per scongiurare tale possibilità, indicando anche alcune proposte tese al rilancio della struttura.
In quella circostanza, il Sindaco disse che si sarebbe fatto portavoce delle loro preoccupazioni presso il Ministro della Difesa e, soprattutto, delle relative problematiche; a distanza di mesi da quell’incontro, con la data di fine contratto ormai alle porte e tenuto conto delle proposte di contratto già avanzate dal Comando della Scuola per i prossimi mesi, i Docenti incaricati hanno sentito l’esigenza di rimettere all’attenzione del Primo Cittadino la loro critica situazione, evidenziando anche la difficoltà di dialogo con il Comandante della Scuola e ritenendo ingiusto ed ingrato il trattamento a loro riservato dopo decenni di riconosciuto e onorato servizio.
Il Sindaco, da parte sua, forte anche delle parole usate dal Capo di Stato Maggiore della Marina (l’Ammiraglio Binelli – presente a Cagliari in occasione del passaggio di consegne del Comando di Marisardegna) sulla “… intoccabilità di Mariscuola, per la sua storia, il suo prestigio, la sua efficienza e per la proficua presenza della Marina Militare nel contesto isolano”, ha affermato che durante questo periodo non è rimasto inoperoso e insensibile alla problematica, consapevole anche degli 87 “esuberi” suscettibili di mobilità tra i civili dei vari Enti della base.
Ha dichiarato che attraverso ripetute lettere indirizzate al Presidente della Giunta Regionale, si è attivato per l’apertura di un tavolo di trattative Regione – Stato, comprendente i numerosi e gravi problemi che affliggono l’isola (chiusura Arsenale, chiusura Club Med, vertenza trasporti marittimi, mancata bonifica presso ex Arsenale e conseguente decollo delle strutture del G8, ecc.).
Nel corso dell’incontro con gli insegnanti si è parlato di possibili alternative, che giustifichino il mantenimento di tale struttura, tenendo conto del periodo contingente dove i ridimensionamenti e i tagli alla spesa pubblica, gli esuberi in molti comparti dello Stato (civili, ma anche militari) sono argomento ormai consueto.
Un’ipotesi da considerare potrebbe essere quella di mettere a disposizione la struttura per la formazione del personale della Marina Mercantile, della Protezione Civile, dell’Ente Parco, del C.N.A., della Guardia Costiera (potenziamento), ma anche una presenza stabile degli Incursori e/o dell’Istituto Idrografico (valutando la disponibilità logistica e la posizione favorevole dell’Arcipelago); tutte ipotesi che, inserite in un momento di riduzione dei corsi per la formazione del personale proprio della Marina Militare, potrebbero ridare ossigeno al complesso militare locale e giustificarne la permanenza con l’attuale forza lavoro.
Infine, a detta del Sindaco: “…l’interrogazione alla Giunta Regionale, promossa dal Consigliere Michele Cossa, per il tramite dell’Assessore Provinciale Giovanni Pileri, rischia di far la fine delle precedenti missive inviate in Regione e rimaste inevase, se a questa interrogazione non farà seguito un impegno concreto del Presidente della Giunta Regionale”, che sarà a La Maddalena il prossimo 3 Agosto.
Dal canto suo, il Primo Cittadino, ha assunto l’impegno di contattare - quanto prima - la segreteria del Capo di Stato Maggiore della Marina per avere i necessari ragguagli sull’evoluzione della situazione e sulle scelte future che riguardano la Scuola e, più in generale la presenza della Marina Militare a La Maddalena.

Non è anocra ufficiale ,ma Bonanno sarà riconfermato presidente

Da ambienti cagliaritani è trapelata la notizia dell'avvenuta intesa tra il ministro dell'ambiente Corrado Clini e il governatore Ugo Cappellacci per la riconferma del presidente uscente dell'ente parco nazionale di La Maddalena, Giuseppe Bonanno. Il primo mandato del giovane ricercatore maddalenino 37enne, che era stato nominato per il suo ruolo di tecnico il 30 maggio del 2007, dopo un analogo accordo tra il ministro Pecoraro Scanio e il presidente Soru, è scaduto infatti il 15 luglio scorso e da allora l'Ente Parco è senza il suo vertice politico. L'intesa, obbligatoria per legge per la nomina del presidente, è stata raggiunta nel corso di un incontro tenutosi i primi di luglio ed è stata poi confermata da uno scambio di note tra Ministero e Regione.
Bonanno non ha voluto confermare né smentire la notizia della riconferma: <<Sono in attesa di notizie certe ma, da quanto mi viene riferito dalla stampa, non posso che ringraziare fin da ora il ministro Corrado Clini e il governatore Ugo Cappellacci per la fiducia accordatami già nel valutare la possibilità una mia riconferma, segno comunque di apprezzamento per il lavoro fin qui svolto. Colgo l'occasione, visto che non ho potuto farlo prima, per ringraziare anche tutte le istituzioni insieme alle quali negli ultimi anni abbiamo raggiunto collaborazioni fattive, con risultati visibili sul territorio, dalla Regione Sardegna e l'Assessore all'ambiente Giorgio Oppi, ai vertici dell'amministrazione provinciale, con tutta la giunta e il suo Presidente Fedele Sanciu>>
Sotto la guida di Bonanno, che nel corso dei propri studi universitari e postuniversitari si è occupato di aree protette e del proprio territorio, l'Ente Parco ha cambiato completamente il proprio ruolo sul territorio: con la ristrutturazione avviata dal 2007 l'amministrazione è passata da nessuno a 23 dipendenti a tempo indeterminato, mentre per questa stagione estiva si arriva addirittura a 90 persone impiegate. Molte le attività i cui risultati sono visibili sul territorio: gli interventi a difesa dei sistemi dunali, la tutela ed il restauro ambientale, i sistemi di fruizione turistica e ambientale come i sentieri, la segnaletica e le aree pic-nic, risistemati dopo anni di abbandono. Recentemente sono stati completati i lavori al Centro di educazione ambientale del Parco a Caprera, che in queste settimane ospita i campi estivi comunali, col restauro di due capannoni completamente diroccati e la completa risistemazione degli spazi esterni ai capannoni per una fruizione completa e compatibile anche per le persone con mobilità limitata. Tutto questo non è bastato però a convincere molti che la pensano diversamente .Peone

La pensano diversamente quelli del movimento per La Maddalena

<<E’ bizzarro leggere sul giornale e nei blog della rete il trionfalismo per il risultato della vendita delle case ex militari.Lo diciamo con rispetto per gli inquilini, gli unici che meritano, con la loro costanza e discrezione di questi anni, il risultato raggiunto. >>Lo hanno  dichiarato i tre del movimento per La Maddalena, Gaetano Pedroni , Stefano Filigheddu e  Raffaele Ligas  che però ricordano a tutti a non dimenticare , infatti, il mese di occupazione della sala del consiglio comunale, quando l’amministrazione Comiti  minacciava abbattimenti indifferibili per motivazioni di stato come l’evento del G8, nell’indifferenza e nella paura di essere impopolari nel sostenere una causa di una minoranza di persone e cittadini isolani da parte di molti politici locali. Noi eravamo presenti e lo siamo sempre stati al fianco degli inquilini.Ma neppure chi, come l’Amministrazione Birardi ha voluto con forza la sdemanializzazione delle aree e delle infrastrutture, compresa ad esempio la Regione Carone, dove oggi ha preso forma il primo lotto della futura Cittadella sportiva.Ma anche chi, come l’amministrazione Giudice, ha continuato il percorso impegnandosi al passaggio della Aree dal demanio statale a quello regionale, portando in consiglio comunale il regolamento per la vendita diretta agli inquilini, purtroppo interrotto dalle note vicende.
Non bisogna dimenticare nemmeno chi si è prodigato contribuendo  ad aggiungere un tassello positivo per la definizione dell’intero iter, come il senatore Scanu, che per scongiurare l’abbattimento di un intero quartiere storico, parte integrante della storia della nostra città, si impegnò per il riconoscimento di bene identitario di tutti i centocinquantacinque alloggi.
Infine, il merito legittimo al consigliere regionale Gianfranco Bardanzellu che ha preso il testimone di questa lunga  vicenda  con convinzione ed impegno, tagliando il traguardo brillantemente.
<<Questa è la verità inequivocabile,- termina la nota -  che non ha bisogno di richiamare concetti filosofici di buona politica enunciati a tal proposito dall’amico consigliere comunale Claudio Tollis, che frettolosamente si è posto sul petto la medaglietta tutta scintillante  per essersi semplicemente messo a disposizione.>>Peone

Ettore Scola a La Maddalena

Ettore Scola a La Maddalena presenta il documentario di Barletti e Conte Un ritratto di Ettore Scola a La Valigia dell’Attore. Sul palco di I Colmi Le isole del Cinema consegnano a  Fabrizio Gifuni il Premio Gian Maria Volonté 2012 e Paola Petri introduce la proiezione del film Todo Modo.

A La Maddalena sabato 28 luglio la scaletta degli appuntamenti mattutini de La Valigia dell’Attore ospita due grandi del cinema: apre l’incontro Fabrizio Gifuni che racconterà la sua intima esperienza di recitazione, facoltà che lo ha portato a lavorare con i più importanti registi contemporanei.  Ettore Scola è ospite della seconda parte dell’evento: il protagonista, prima come sceneggiatore e poi da regista, di alcune delle più belle pagine del cinema italiano, incontra il pubblico negli spazi degli ex Magazzini Ilva (incontri a partire dalle ore 10,30 Cala Gavetta lato ovest). Al suo percorso artistico, che Scola rievocherà insieme a Felice Laudadio, è dedicato il documentario Un ritratto di Ettore Scola dei registi Davide Barletti e Lorenzo Conte che sarà proiettato nel corso dell’incontro. Regista di film indimenticabili come C'eravamo tanto amati e Una giornata particolare , Scola è uno dei maestri del cinema amati in tutto il mondo.
La serata alla fortezza I Colmi debutta con la consegna del Premio Gian Maria Volonté,  ideato da Felice Laudario nel 2005: il circuito de Le Isole del Cinema premia quest’anno Fabrizio Gifuni. Per l’attore, che venerdì sera ha introdotto la proiezione del film di Marco Tullio Giordana Romanzo di una strage è l’ultimo dei tanti riconoscimenti ottenuti. La serata prosegue con la proiezione di Todo Modo che sarà introdotto da Paola Petri. Il film, interpretato da Gian Maria Volonté e Marcello Mastroianni e diretto da Elio Petri è tuttora considerato uno dei più intensi e controversi del cinema del Novecento.

Tutti gli spettacoli sono con ingresso gratuito. Per tutta la durata della manifestazione un servizio continuo di navetta a/r assicura i collegamenti  con partenza dalla Colonna Garibaldi (porto di Cala Gavetta) a partire dalle 19,30.

    Il calendario completo della manifestazione è consultabile sul sito http://www.valigiattore.it/
Ufficio stampa   Valeria Serra   -  ph 339 4962053     email: ufficiostampa@valigiattore.it

giovedì 26 luglio 2012

Paola Petri ha presentato l'opera del marito regista Elio Petri

Paola Petri a La Maddalena per ricordare Elio.
Novità della nona edizione de La Valigia dell’Attore sono gli incontri con gli ospiti – attori, registi ed autori - che si svolgono nel corso della mattinata (dalle 10, 30 alle 13.00 fino a sabato 28 luglio) negli spazi appena restaurati degli ex Magazzini Ilva affacciati sul porto di Cala Gavetta.  Qui è allestita inoltre una mostra che raccoglie le fotografie di scena dei suoi quattro film interpretati da Gian Maria Volonté: immagini che appartengono alla collezione del Museo Nazionale del Cinema di Torino.  Ieri è stata la volta di Paola Petri che ha voluto ricordare la grandiosa e troppo spesso  dimenticata opera del marito regista Elio Petri.
La proiezione dell’appassionante documentario “Elio Petri. Appunti su un autore” curato da tre giovani registi (Federico Bacci, Nicola Guarnirei e Stefano Leone) ha restituito al pubblico presente in sala numeroso, un ritratto che rende giustizia ad uno dei più coraggiosi e geniali registi del Novecento.
Si chiede Paola Petri, produttrice del documentario – perché, opere cinematografiche di tale spessore culturale, come lo erano anche quelle di Germi e di molti altri, vengano così presto dimenticate dai più, eluse dalla distribuzione o dai palinsesti televisivi. A favore spesso di  programmazioni che non hanno capacità di incidere sulle coscienze individuali e collettive, né sulle emozioni profonde.
In particolare, i film di Elio Petri hanno affrontato ogni volta verità, quand’anche non gradevoli e che il potere non amava evidenziare. Eppure, si tratta di un cinema che ha fatto la storia stessa del cinema e a cui il mondo continua a riferirsi come imprescindibile cifra stilistica e come esempio di impegno culturale. Film come A ciascuno il suo o Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto (che nel 1971 vinse il Premio Oscar) o Todo Modo (che sarà proiettato sabato sera 28 luglio a I Colmi) sono pellicole tutt’ora celebrate nell’ambito di manifestazioni internazionali.
Nel corso dell’incontro, alcuni dei giovani aspiranti attori che nei giorni scorsi hanno partecipato al Laboratorio sulle tecniche d’attore tenuto da Pierfrancesco Favino, si sono detti conoscitori appassionati del grande regista scomparso e questo fa certo sperare che le nuove generazioni riscoprano a poco a poco quello che non può essere perduto. Peone




Meteo